Pinterest LinkedIn

Gli italiani tornano a consumare fuori casa. Il 41% dei consumatori già frequenta Bar e Ristoranti come prima della pandemia e il 53% tornerà a farlo entro la fine dell’anno, ma il 43% pretende che ci siano le misure di sicurezza.

 

Grossisti importatori distributori bevande alimentari Banchedati Database excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Tabella Campi records Industria Alimentare e Ingrosso

 

Con la fine delle restrizioni e l’arrivo dell’estate gli italiani tornano a consumare fuori casa. L’ultima rilevazione sul sentiment dei consumatori di The NPD Group, società di ricerche di mercato che monitora i comportamenti di consumo fuori casa in Italia e nel mondo, rileva che il 41% dei consumatori già frequenta Bar e Ristoranti come prima della pandemia e il 53% tornerà a farlo entro la fine dell’anno. Buone notizie anche per quanto riguarda la spesa dedicata ai consumi fuori casa. CREST® Weeklies, l’indagine settimanale sui consumi fuori casa di NPD, registra da metà aprile un’impennata della spesa per consumi fuori casa tanto da raggiungere a giugno il 95% della spesa registrata a gennaio 2020.

Ci avviciniamo dunque ai livelli pre-crisi anche se per percorrere l’ultimo miglio ci vorrà forse ancora del tempo. “I consumatori hanno voglia di tornare a mangiare fuori e il rimbalzo così repentino alla riapertura non è una sorpresa” – dichiara Matteo Figura, Direttore della divisione Foodservice in NPD. “Tuttavia, pur raggiungendo quasi i livelli pre-crisi, la crescita si è stabilizzata nel mese di giugno. Una parte di avventori di Bar e Ristoranti deve ancora ritornare e ci vorrà del tempo per tornare a pieno regime. Si tratta di occasioni di consumo legate ad attività fuori casa che non hanno ancora ripreso del tutto, come per esempio concerti o pranzi e cene di lavoro, ma anche di consumatori più selettivi nelle scelte e nelle aspettative”. Il tema di questi giorni è quello delle misure di sicurezza e del green-pass nei pubblici esercizi sul modello francese. Ma cosa ne pensano i consumatori della sicurezza nei Bar e Ristoranti? I dati di NPD danno un quadro molto chiaro sul tema della sicurezza.

Il 43% degli intervistati dichiara di non voler frequentare bar e ristoranti senza misure di sicurezza. Tra i desiderata dei consumatori c’è la distanza tra i tavoli, le procedure di pulizia a sanificazione, la disponibilità di tavoli all’aperto. Tuttavia, il 47% degli intervistati sostiene che negli ultimi mesi le chiusure e le restrizioni imposte ai ristoranti sono state troppo severe. I consumatori sono dunque solidali con i ristoratori e desiderano facile accesso ai luoghi di consumo ma ci sono delle buone pratiche che riguardano la sicurezza che ci si aspetta di trovare. “I consumatori sono sensibili al tema della sicurezza anche se nel tempo la loro percezione è cambiata – dichiara Matteo Figura – “Le nostre rilevazioni indicano che a ottobre il 12% riteneva i ristoranti luoghi più rischiosi dove poter essere infettati dal Covid, oggi lo pensa solo il 7%”.

Mentre continua la campagna vaccinale NPD ha chiesto ad un campione rappresentativo quanto il vaccino incidesse sulla loro decisione di frequentare Bar e Ristoranti. Due terzi dichiara che la decisione non dipende dal vaccino mentre il restante 40% si divide tra chi preferisce aspettare il vaccino e chi aspetta che la maggioranza della popolazione sia vaccinata.

Matteo Figura ci spiega questi numeri: “La percezione dell’immunità di gregge ha di certo un impatto sui consumi fuori casa. Se si vuole tornare ai livelli di mercato pre-crisi bisogna creare le condizioni affinché anche i consumatori più esigenti e selettivi possano tornare alle loro abitudini sentendosi al sicuro. Anche se un’ulteriore restrizione o regola imposta ai ristoratori complica la gestione dei punti vendita, un incentivo alla vaccinazione e l’immunità di gregge aiuterebbe, nel medio termine, ad accorciare l’ultimo miglio per tornare ai livelli di mercato pre-crisi.”

The NPD Group, Inc.
The NPD Group fornisce informazioni di mercato e soluzioni di business a supporto di decisioni migliori e migliori risultati. Marchi leader del mondo si affidano a noi per aiutarli ad ottenere i prodotti giusti nei posti giusti per le persone giuste. Competenze specifiche includono abbigliamento, elettrodomestici, automotive, bellezza, elettronica di consumo, diamanti, e-commerce, intrattenimento, accessori moda, cibo, ristorazione, calzature, casa, tecnologia e tecnologia mobile, articoli per ufficio, vendita al dettaglio, sport, giocattoli e orologi/gioielli.

+Info: https: www.npdgroup.com
Twitter: @npdgroup

Matteo Figura, Direttore Foodservice Italia
matteo.figura@npd.com

 

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia - The Art of Perfection - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

10 + 8 =