Pinterest LinkedIn

L’attore messicano Luis Gerardo Méndez ha un rituale porta fortuna da compiere ogni volta che sale sul palco: beve uno shot di Mezcal. Qualche anno fa, Luis ha ricevuto l’offerta da un brand di Mezcal che stava per sbarcare sul mercato americano. L’ha rifiutata, con l’idea di creare il suo Mezcal, che riflettesse quindi la sua personalità e che fosse realizzato con le sue tipologie preferite di Agave: Tobala (da agricoltura sostenibile) di Puebla ed Espadin di Oaxaca. Un Mezcal semplice ma complesso con un gusto fresco e incredibilmente facile da bere: Ojo de Tigre.

Il nome Ojo de Tigre arriva da una pietra chiamata “Occhio della Tigre”: una pietra universalmente riconosciuta come amuleto porta fortuna, così come si vuole sia la bottiglia, un amuleto dalla forma unica. Sia nella versione joven che in quella reposado, le sensazioni vegetali e le note affumicate fanno il successo del prodotto, arrivato nella top 5 brand venduti in Messico e “Gold Award of Spirits Business Tequila & Mezcal Masters”, medaglia d’oro da IWSC Awards e medaglia d’oro del World Spirits Competition San Francisco 2022.

La crescita delle agavi è sostenibile, così come il resto del processo produttivo che vede raccolta a mano, forno di pietra conico, frammentazione con Tahona, fermentazione naturale/selvaggia, due distillazioni in piccoli alambicchi di rame.

 

OJO DE TIGRE JOVEN

Ojo de Tigre Joven è di corpo medio, si presenta di colore cristallino scintillante. Note fruttate, citriche, di mela verde e pera seguite da sottili note di agave cotta, caramello e cacao affumicato tipiche dell’Espadin. Sul finale arrivano i sentori del Tobala: frutta secca accompagnata da note di cetriolo e agave cotta.

 

OJO DE TIGRE REPOSADO

Ojo de Tigre Reposado riposa per circa 6 mesi in botti ex borboun. Si presenta di colore ambrato e di corpo medio. Note sottili di vaniglia, agave cotta si accompagnano a quelle del legno e del fumo sul finale. Al palato si presentano sapori di noci, caramello e vaniglia accompagnate da note fumose di agave nei sentori finali.

 

Annuari Agra Distribuzione Alimentare Industria Alimentare

 

Dettagli produttivi.

Raccolta

Le agavi vengono raccolte una volta raggiunta la maturità estrema. Questo, per un’agave Espadin, dura circa 7 anni, e per il Tobala, ci vogliono circa 14 anni. Che un’agave sia completamente matura implica avere la più alta concentrazione di zuccheri che avrà nella sua vita. In questo momento viene raccolto a mano e tagliato (le foglie vengono rimosse). Gli zuccheri che ha l’agave non sono digeribili o fermentabili, per questo li cuciniamo, in modo che si trasformino in zuccheri che possono essere ingeriti e fermentati.

Cottura

Poiché siamo un mezcal artigianale, la cottura in Ojo de Tigre avviene in un forno di pietra conico, ovvero l’apertura di un buco nella terra a forma conica verso il basso, che viene riempito con legno (pino e quercia delle segherie, sostenibile) roccia vulcanica e agave. Successivamente viene ricoperta anche di terra, formando una specie di barbecue, dove le agavi cuoceranno per circa una settimana. È qui che il mezcal ottiene le sue note fumose.

Tahona

Una volta che gli ananas hanno terminato il processo di cottura, vengono schiacciati con un machete e macinati a Tahona. Un Tahona è una pietra vulcanica a forma di ruota trainata da una bestia. Questa pietra ruota e frammenta le agavi cotte, creando una specie di pasta di fibre, zucchero e un po’ di liquido. Questa pasta si chiama “mosto”. Attraverso questi processi, Ojo de Tigre mantiene vive le tradizioni di ciascuna delle regioni da cui proviene il mezcal.

Fermentazione

Una volta macinata l’agave cotta, il mosto viene portato nei tini di fermentazione, che sono realizzati con legno sostenibile, si colma con l’acqua e inizia la fermentazione. La fermentazione che utilizziamo è nota come fermentazione naturale o selvaggia, poiché non vengono aggiunti lieviti coltivati. I lieviti che fermentano sono nell’ambiente e mangeranno lo zucchero trasformandolo in alcol. Il processo dura una decina di giorni e, una volta terminato, abbiamo un “mosto” di circa 5 gradi alcolici. Il processo è simile alla preparazione del tepache (infatti, alcuni maestri mezcaleros chiamano questo “tepache”).

Distillazione

Dopo il processo di fermentazione, il nostro mosto fermentato viene distillato, sia il liquido che la fibra. A Ojo de Tigre vengono effettuate due distillazioni in piccoli alambicchi di rame.

Distribuito in esclusiva da: Rinaldi 1957
Viale Masini 34, 40126 Bologna

RINALDI 1957

Rinaldi 1957 ha superato i 64 anni di storia e rappresenta una società di sviluppo di Brand e di distribuzione specializzata nel canale On Trade, a cui si affidano oltre novemila clienti che ricercano qualità e servizio d’eccellenza. Giuseppe Tamburi, Marcello de Vito Piscicelli, Gabriele Rondani sono alla guida della società che, oltre a un ricco portafoglio di distillati e liquori, vanta un ingente portafoglio vini pari al 40% del fatturato.

Tra gli spirits che meglio rappresentano Rinaldi 1957, non mancano autentici leader internazionali d’immagine, quali i rum Don Papa, Centenario, Santiago de Cuba; il Brandy spagnolo di lusso Cardenal Mendoza, Porto Taylor’s, Cognac Hine, Armagnac Janneau, Calvados Boulard, Whisky Arran, Glenfarclas, Douglas Laing, Glencadam, Tomintoul, Teeling, Kamiki, Kura.

Gin Fifty Pounds, Aviation, Ramsbury, Rivo, Ginepraio, Amaro VENTI, Vermouth OSCAR.697, i liquori delle Sirene. Vodka Imperial Gold (la più venduta in Russia nel segmento premium), Tequila Viviana e Los Tres Tonos, mezcal Tier. Grappa dalle Distillerie Nannoni, Pilzer e Montanaro. Dal 1999 l’azienda Rinaldi commercializza direttamente un qualificatissimo assortimento di vini italiani e stranieri, di medio-alto profilo ma anche di grande bevibilità, capaci di rappresentare il loro territorio, tra cui lo Champagne Jacquart, gli Spumanti Franciacorta Santus e il Prosecco Valdobbiadene e DOC “Serre di Pederiva” e un ricco portafoglio di prodotti italiani d’eccellenza, tra cui si possono trovare i vini dell’azienda H.Lun, la più antica cantina privata dell’Alto Adige, i vini del cuore del Chianti di Castello Vicchiomaggio, il Verdicchio di Matelica della cantina Belisario con il pluripremiato Cambrugiano, insieme all’Albana secco di Celli sempre ai vertici dei bianchi nelle Guide. Il nuovo gioiello della Laguna Veneziana “Orto di Venezia” o il Barolo Monvigliero della cantina di Pietro Rinaldi, identitari del territorio. Altri preziosi vini distribuiti in Italia: Concilio, Branko, Valpantena, Gaggioli, Villa di Corlo, Le Lupinaie, Casa di Terra, Contesa, Marianna, Poderi Parpinello e le birre artigianali Apec.

Per maggiori informazioni:
e-mail info@rinaldi1957.it
www.rinaldi1957.it/home
www.facebook.com/Rinaldi1957 / www.instagram.com/Rinaldi_1957

Scheda e news: Rinaldi 1957 S.p.A.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina