Redazione Beverfood.com
| Categoria Notizie Distillati, Liquori | 2215 letture

Onestigroup amplia il proprio portfolio con Polugar

Polugar Onestigroup Vodka Portfolio

Polugar Onestigroup Portfolio Vodka

OnestiGroup S.P.A. è lieta di annunciare l’inserimento di POLUGAR nel suo portfolio Vodka in esclusiva. Il leggendario “vino di pane” russo, realizzato con i processi e le ricette tradizionali del 18° e 19° secolo, è il “padre” della vodka russa.

In tutto il mondo, qualsiasi vodka prodotta tra il 1895 e il 2012 si basa su alcol puro rettificato, senza sapore né odore. Prima del 1895, la vodka era un distillato di cereali prodotto in alambicchi di rame, proprio come il whisky di malto singolo, e veniva chiamata “vino di pane” o Polugar. Quest’ultimo venne proibito in Russia nel 1895, anno in cui fu introdotto il monopolio di stato e si iniziò a utilizzare solamente alcol etilico rettificato per la produzione della vodka. Tutte le distillerie tradizionali, con i loro alambicchi di rame, vennero distrutte. Si iniziò a produrre alcol utilizzando tecnologie moderne così il processo di distillazione a colonna e le ricette con cui la nobiltà preparava i distillati di cereali vennero dimenticate.

La parola “polugar” significa vino di pane bruciato a metà. Quando gli alcolimetri non esistevano ancora e si voleva determinare la concentrazione alcolica e, di conseguenza, il costo di una bevanda, veniva usato il seguente test: si bollivano due porzioni della bevanda e, dopo l’evaporazione, doveva rimanere solamente una porzione d’acqua. In altre parole, metà della bevanda veniva fatta evaporare ed è questa tecnica che deriva il nome “polugar”
(in russo, “bruciato a metà”). Con l’invenzione degli alcolimetri, la concentrazione alcolica del polugar poté essere misurata e risultò pari a 38,5%.

Databank grossisti Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web Cash & Carry Ingrosso Bevande Gruppi

Le leggi russe ancora oggi proibiscono la distillazione tradizionale dei cereali ed è per questo che POLUGAR viene prodotta nell’Unione Europea, in Polonia, dove è stata ricreata una distilleria tradizionale russa da Rodionov&Sons. POLUGAR non è mai stato prodotto negli ultimi 115 anni, ma grazie al ritrovamento di una ricetta in un libro del 18°secolo da Boris Rodionov, noto scrittore, accademico e storico della vodka russo, si ha la possibilità di provare la bevanda preferita della nobiltà russa di 250 anni fa. Perciò grazie alla famiglia Rodionov, che desiderava ripristinare la gloria dei distillati russi tradizionali, questo simbolo perduto della gastronomia russa è tornato alla ribalta.

La gamma POLUGAR consiste in due linee: una linea di degustazione per Connoiseurs e una linea per i bartender chiamata linea Mixology & Gastronomy. Per la gamma Connoiseurs viene distillato solo un tipo di cereale che si può godere nel gusto e sapore.

Per la gamma Mixology & Gastronomy  vengono aggiunti ingredienti naturali, menzionandoli nel nome e nell’etichetta, direttamente all’interno dell’alambicco di rame durante la terza distillazione.

La presenza di ingredienti naturali, senza nessun estratto artificiale, dona un gusto e un sapore veramente rivoluzionario alla vodka. Entrambe le gamme sono imbottigliate in bottiglie di vetro raffinato, riproducendo una copia della bottiglia personale della Regina Elisabetta datata 1745,  conservata al Museo Nazionale Russo.

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

In quanto a sapore, POLUGAR non si avvicina a nessuna bevanda alcolica disponibile al giorno d’oggi. Chi ha avuto il piacere di provarlo è stato subito conquistato dal gusto e dal profumo di pane e ne ha riconosciuto la totale unicità. Per la distillazione in tradizionali alambicchi di rame, si usano segale provenienti da colture selezionate, acqua naturale e si servono solamente di processi di fermentazione tradizionali. Questo POLUGAR riproduce il sapore della bevanda del 18°secolo, quando invece di una lunga procedura di invecchiamento in botti di legno, i ricchi nobili e proprietari terrieri russi si servivano di tecniche di distillazione che prevedevano l’uso dell’albume, in grado di conservare meglio il gusto degli ingredienti e un delizioso e aromatico sapore di segale. Da oggi abbiamo l’opportunità di provare la bevanda alcolica più tradizionale della Russia: POLUGAR!

INFOFLASH/ONESTIGROUP

Onestigroup S.p.A. nasce nel 1986 come azienda specializzata nella distribuzione di bevande. Nel corso degli anni la società ha conosciuto una crescita costante, che l’ha portata a diventare distributore in esclusiva per il mercato italiano di diversi marchi del panorama beverage e fornitore di servizi innovativi nel settore. Oggi Onestigroup S.p.A. può contare su una copertura di tutto il territorio nazionale, più di 1.800 referenze beverage in assortimento 65 brand in distribuzione esclusiva, ai quali si aggiunge il marchio di proprietà Alpestre. Onestigroup S.p.A. si presenta sempre più come partner ottimale in grado di fornire ai propri clienti un servizio completo, dalla consulenza assortimentale, alla consegna nazionale, al supporto marketing.

SCHEDA WEB E ALTRE NEWS ONESTIGROUP

+ COMMENTI (0)

Gosling Rum - Distribuito da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Polugar Portfolio Vodka Onestigroup

Tags/Argomenti: , ,
ABI Professional Associazione Barmen Italiani

ARTICOLI COLLEGATI:

Marco Masiero vincitore della “International Tio Pepe Challenge 2019”

21/05/2019 - Onestigroup Spa festeggia orgogliosamente Marco Masiero come vincitore italiano della TIO PEPE CHALLANGE 2019. Questa manifestazione è la barman competition più important...

Dal mondo e nel mondo: Spirit Experience 2019 l’evento trade dedicato ai grandi distillati

16/05/2019 - Una selezione di etichette esclusive dal mondo, unite insieme in due sole giornate dedicate a professionisti del settore, ma anche ad appassionati. Spirit Experience è tu...

Rose’s Cordial Mixer: i cordiali storici di OnestiGroup

18/04/2019 - Dalla tradizione più umana, quella della necessità, si arriva a una proposta di classe e valore, dopo quasi un secolo e mezzo: Rose's si conferma il top nel campo degli a...

Milano Rum Festival 2019: un viaggio alla scoperta del Rum

16/04/2019 - Il sipario sul Milano Rum Festival si è aperto rivelando oltre mille etichette di rum in degustazione. Tante le novità e altrettante le conferme. Immancabile, negli el...

OnestiGroup: a Vinitaly tutte le novità nel portafoglio vini

11/04/2019 - Un distretto del beverage OnestiGroup che sta crescendo anche nel segmento dei vini di qualità. A Vinitaly 2019 Nicola Carlevaris ci parla delle novità che vedono in port...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

4 × cinque =