Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Finalmente lontani, o quanto meno in via di estinzione, in tempi in cui i soloni da bancone reagivano quasi male, alla richiesta di un cocktail analcolico. I consumi vanno sempre più evolvendosi verso consapevolezza e qualità (circa il 15% degli ospiti di un bar non beve alcol), che possono trovarsi in prodotti eccellenti e perfetti per una miscelazione morigerata. Analcolico può tranquillamente fare rima con gusto e soprattutto con esperienza: Onestigroup mette in luce la sua altissima gamma di prodotti senza alcol, per rispondere al richiamo dell’ormai rinomato Dry January.

MEMENTO – Il gioiello di Eugenio Murano, pioniere del settore no alcol, che come suggerisce il nome stimola sensi e memoria: il ricordo di un momento piacevole è celebrato grazie alla tradizione fiorentina medioevale, qui sapientemente rivista grazie alla distillazione separata delle singole erbe aromatiche (rosa, rosmarino, elicriso). E accanto alla versione classica, MeMento ha proposto due alternative vegane, per confermarsi all’avanguardia nell’incontrare le necessità dei consumatori: MeMento Green, con evidenti richiami alla natura e all’incontaminazione (Mirto Verde, Melissa, Alloro), e MeMento Blue, che immediatamente riporta a un tuffo nel Mediterraneo (Salvia, Santoreggia, Origano).

JNPR e BTTR – “Mi sono svegliata un giorno pensando che mi mancasse un ottimo drink, con cui festeggiare i bei momenti ma al tempo stesso compatibile con la mia vita quotidiana”. Valèrie de Sutter, francese ora stabile a Milano, spiega così l’illuminazione che l’ha portata a fondare la distilleria da cui sgorga JNPR, distillato analcolico che mescola famiglia e attualità: “È stato un ritorno alle origini, ho riscoperto il rispetto per la natura che mi ha trasmesso mio padre”. Cardamomo, mela, ginepro e coriandolo, zero zucchero e zero alcol. Più recente è JNPR n°2, versione speziata con pepe e zenzero. Dalla collaborazione con Flavio Angiolillo, nome notissimo del panorama miscelato di Milano, è nato anche BTTR n°1, prodotto ideale per ricreare i drink classici come Negroni e Americano: da un bartender, per i bartender.

FERDINAND’S – Il prodotto più antico, per il consumo più nuovo. Il Verjus, conosciuto in italiano come agresto, è la base per il Riesling Verjus Cordial di Ferdinand’s: un’idea figlia della leggendaria famiglia tedesca dei Vallendar, distillatori da generazioni. Si tratta di sciroppo a base di succo non fermentato di uva verde acerba, un’alternativa sagace e intrigante al classico succo di lime o limone per un’acidità diversa.

DROPLETS by JAVIER DE LAS MUELAS – Non ci sono bisogno di presentazioni. Da quasi mezzo secolo, Javier de las Muelas è uno dei diamanti brillanti del firmamento da bere del mondo, alla guida del gruppo di locali Dry Martini, dal 2018 anche in Italia, nella magica Sorrento, coadiuvato da Lucio D’Orsi. Droplets è un prodotto naturale al 100% e senza alcool, gocce aromatizzanti e potenti, ideali per integrare la consistenza di un cocktail che aspetta solo di essere perfetto, o addirittura a perfezionare piatti gourmet. Numerose le varianti in catalogo, una più interessante dell’altra: rosmarino, violetta, rovere affumicato, miele, cardamomo, sedano, peperoncino, fava Tonka.

THREE CENTS – Dalla Grecia con furore, la linea di sodati che sta conquistando il mondo. George Tsirikos, Dimitris Dafopoulos, Vassilis Karantzis e George Bazos sono i quattro nomi dietro le quinte di questo brand di bevande artigianali premium, prodotte senza conservanti e coloranti artificiali. Il nome deriva dal prezzo di un bicchiere di soda aromatizzata ai tempi della Grande Depressione, le origini di un viaggio che oggi ha portato i cosiddetti mixer a diventare protagonisti delle bottigliere di ogni paese. Più varianti, per un’infinità di combinazioni e cocktail possibili: Tonic Water, un’acqua tonica come dovrebbe essere, senza fronzoli e decisa. Dry Tonic Water, con il 50% degli zuccheri ma con la stessa identità e presenza; Lemon Tonic, l’equilibrio tra limoni e chinino; Aegean Tonic, che combina aromi di cetriolo fresco, basilico e menta per portare il Mediterraneo nel bicchiere.

SELVATIQ – La scommessa sostenibile per ribaltare il mercato: un modello innovativo di azienda, l’azienda nomade,  che favorisce l’ambiente e salvaguarda l’identità e la biodiversità di ogni territorio. I distillati sono interamente made in Italy, fatti con produzioni nomadiche nel rispetto della sostenibilità. Sicilian Countryside è un’acqua tonica dissetante, dai sentori floreali di rosa selvatica. Dolce e citrica, una bibita che in un sorso trasporta alle campagne selvagge e sognanti della Sicilia. High Mountain è invece una scalata fresca, ruvida e libera fino alle vette della Alpi: aromatica e leggermente amara, dalle note tipicamente boschive. Mediterranean Coast è infine un inno al calore e alla natura: un ricordo di tropicale, aromi di frutta e fiori remoti per un viaggio ai confini del mondo.

 

© Riproduzione riservata

Scheda e news: Onestigroup SpA

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina