Federico Bellanca
| Categoria Notizie Varie | 1574 letture

Prato porta dell’Asia; Quattro produttori Giapponesi affascinano la più Cinese delle città italiane

Giapponesi Sake Cina Moi Prato Produttori IItalia Quattro Affascinano Prato Giappone Asia Città

Prato Sake Produttori Cina Giapponesi Città IItalia Moi Prato Affascinano Quattro Giappone Asia

© Riproduzione riservata

Nel celeberrimo “Giro del mondo in 80 giorni” lo scrittore francese Jules Verne descrive Hong Kong come segue: “I docks, gli  ospedali,  i  wharfs,i  depositi,  una  cattedrale  gotica,  un  palazzo  del  governo,  le  strade  lastricate  farebbero  credere  che  una delle  città  industriali  della  contea  di  Kent  o  di  Surrey, attraversando lo sferoide terrestre, sia andata a finire in quel punto della Cina, quasi agli antipodi”

È strano a dirsi, ma ogni tanto succede che nel mondo ci si possa sentire a casa nonostante migliaia di Km di distanza, oppure si possa gustare il sapore di un viaggio esotico poco lontano da casa. Ci sono città che per la loro natura e storia sono come delle finestre aperte su alti continenti, su altre culture, su altre tradizioni. In Italia, Prato è senza dubbio uno di questi wormhole, una porta aperta sull’oriente e sul suo fascino misterioso. Da anni la comunità cinese è specchio di usi e tradizioni e, dalla cucina tipica al capodanno, chi si trova a frequentare Prato può godere di uno spaccato del Celeste Impero diverso dai soliti stereotipi.

Negli ultimi anni anche il Giappone ha saputo ritagliarsi il proprio spazio in questa Asia in miniatura, soprattutto tramite l’Enogastronomia. L’apertura del ristorante giapponese MOI è stata senza dubbio la novità della stagione cittadina, e il suo potere attrattivo è tale da portare qui anche moltissimi fiorentini.

Anche in questo caso l’intenzione (ben riuscita) è quella di proporre qualcosa che si distingua dai soliti stereotipi, e la dimostrazione che qui si fa sul serio con la cultura Nipponica, arriva anche dalle iniziative organizzate. Nella giornata di giovedì infatti, quattro produttori di Sakè sono arrivati direttamente dall’impero del Sol Levante fino in Toscana solo per presentare i propri prodotti ad una platea di appassionati, curiosi e professionisti.

Databank bevande bibite succhi acque Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

Un’occasione decisamente irripetibile per scoprire di più sull’alcolico Giapponese per eccellenza e su tutte le sue sfumature, che forse ancora molti ignorano. L’utilizzo del Saké infatti è assimilabile a quello del vino in occidente, e lo si può gustare all’aperitivo così come oppure in pairing con il cibo, o perché no, anche in miscelazione.

I quattro produttori asiatici sono venuti in tour in Europa (questa l’unica tappa Italiana, organizzata grazie alla collaborazione di Spirits Brand) per raccontare la loro visione del Saké, e le diverse scuole che hanno portato la loro produzione ad essere quel gioiello artigianale che è oggi.

Vere e proprie filosofie si nascondono infatti dietro questa bevanda, come quella del Pure Saké o Junmai-shu (純 米酒), un prodotto non pastorizzato e non filtrato, oppure il tradizionale metodo di fabbricazione Bodaimoteo, che affonda le sue radici direttamente nel medioevo, e che come allora continua ad essere prodotto.

Vecchie tradizioni e nuove buone abitudini. Anche il mondo del Saké infatti si sta avvicinando sempre di più alle tematiche ambientali, e non è raro trovare bottiglie BIO o cantine costruite (o spesso purtroppo ricostruite, vista la sismicità del Giappone) in maniera non invasiva per l’ecosistema.

Se le vacanze sono ormai alle spalle, e l’idea di girare il mondo sembra fantasiosa come in un libro di Verne, la possibilità di accrescere la propria cultura e conoscenza per fortuna non ha freni

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Distillerie Fabbrica della Birra Tenute Collesi

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Giapponesi Moi Prato Quattro Sake Asia Città Produttori Prato IItalia Affascinano Cina Giappone

Tags/Argomenti: , , ,

ARTICOLI COLLEGATI:

Dynastea, il tè freddo italiano ispirato al Giappone

15/05/2019 - Dynastea è la linea di Tè freddo 100% italiano ispirato al Giappone e firmato Abbondio, la premiata ditta di bevande rinfrescanti fondata a Tortona dal Cavalier Angelo Ab...

Coca-Cola salutare in Giappone: arriva la prima acqua sugarfree al limone

02/05/2019 - La consapevolezza del proprio benessere diventa sempre più un must tra i fattori che spingono a scegliere un prodotto. Ovunque e per chiunque, anche per le aziende che si...

Yoji Tokuyoshi: l’idea di una cucina contaminata fra Italia, Giappone e mondo

13/04/2019 - Il più italiano degli chef giapponesi o il più giapponese degli chef italiani? Yoji Tokuyoshi è nato in Giappone ma cresciuto professionalmente come chef in Italia. La cu...

Sun And Steel la nuova birra Sakè Lager degli Iron Maiden

12/03/2019 - Sun And Steel è la nuova birra degli Iron Maiden. Le birra va ad aggiungersi alla gamma delle birre Trooper, nate nel 2013 dalla collaborazione tra Robinsons Brewery e la...

Basara Milano: al via la prima Sushi Academy per formare i professionisti della cucina giapponese

06/11/2018 - Aprirà i battenti il 7 novembre la prima Sushi Academy a Milano, ma già sta facendo un gran parlare di sé. Un ulteriore fiore all’occhiello per Basara Milano, fondare un’...

Il Lugana Doc debutta in Giappone

29/10/2018 - Reduce dal recentissimo successo degli eventi di ottobre negli States il Consorzio Tutela Lugana DOC vola dall’altra parte del globo per affrontare una nuova sfida: il Gi...

Analcolica e… trasparente, la nuova birra che arriva dal Giappone

23/10/2018 - Non tanto l'utilizzo di nuovi prodotti, l'avvento di nuove culture o nuove filosofie. Il vero trend del mondo enogastronomico pare essere la voglia di trasformare element...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

uno × 1 =