antonietta
| Categoria Notizie Vino | 708 letture

Primitivo di Manduria: cresce il Docg dolce naturale e il Riserva Dop

Naturale Produzione Vini Vini Dop Dolce Vini Docg Consorzio Di Tutela Del Primitivo Di Manduria Dati Docg Riserva Primitivo Di Manduria Primitivo Manduria

Naturale Vini Dop Produzione Vini Dati Primitivo Docg Manduria Vini Docg Consorzio Di Tutela Del Primitivo Di Manduria Primitivo Di Manduria Riserva Dolce


Cresce il Primitivo di Manduria e cresce in tutte le sue varianti: Primitivo di Manduria Dop, Primitivo di Manduria Riserva Dop e Primitivo di Manduria dolce naturale Docg. Quasi 13 milioni di litri che equivalgono a poco più di 17 milioni di bottiglie, di cui il 70% prende la via dell’esportazione, per circa 100 milioni di euro di valore stimato (consumo interno di circa 30 milioni di euro ed estero di circa 70 milioni euro). Un aumento del 13.87% rispetto al 2016 che conferma ancora una volta il primato della grande doc nei maggiori mercati del mondo.

 

 

Sono questi i numeri effettivi dell’anno 2017 per Primitivo di Manduria. In particolare il Dop rappresenta il 91.2% dell’intero imbottigliato, il Riserva l’8.1% ed il dolce naturale Docg lo 0.7%.   La novità riguarda l’incremento per il Docg (primo Docg in Puglia) e per il Riserva. Nel 2017 sono stati imbottigliati circa 95 mila litri di Docg equivalenti a circa 127 mila bottiglie con un incremento del 33.45%  rispetto all’anno precedente.

Nel comparto Primitivo di Manduria Riserva Dop si è registrata una crescita settoriale del 24.27% rispetto al 2016 per un totale di poco più di un milione di litri equivalenti a quasi un milione e mezzo di bottiglie. Dati che avvalorano il processo di “premiumizzazione” del Primitivo di Manduria, cioè i consumatori tendono a preferire bottiglie più costose percepite come di maggiore qualità.

 

Wine Marketing Agra
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

 

Cresce anche il Primitivo di Manduria Dop del 12.90% per un totale di quasi 12 milioni di litri pari a circa  16 milioni di bottiglie. “Il Primitivo di Manduria non è più una novità, ma una colonna portante del comparto enoico non solo pugliese ma anche  italiano. – afferma soddisfatto Roberto Erario, presidente del Consorzio di tutela del Primitivo di Manduria – E’ un vino che non conosce crisi, soprattutto all’estero con un exploit importante su tutti i mercati”.

Abbiamo conquistato nuovi soci, – continua Erario – il Consorzio attualmente vanta 46 aziende che vinificano ed imbottigliano e oltre 900 soci viticoltori. Si stanno rivelando fondamentali i progetti di promozione e comunicazione per far conoscere all’estero i nostri vini ed il territorio che li esprime. Tra poco partirà per esempio la macchina del grande progetto Primitivo Taste Experience – Il Primitivo di Manduria nei calici cinesi e americani ideato da noi che consiste in attività di incoming e in partecipazione a fiere estere.  Una bella scommessa sulla nostra identità che oggi rappresenta sempre più un elemento distintivo del brand Puglia. Il nostro è un territorio ricco, florido e in crescita e vorrei ringraziare tutte le aziende, sia le grandi che le piccole, che con sacrificio e passione producono questa meravigliosa doc”.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Ma chi beve il Primitivo di Manduria?

Il Primitivo di Manduria è la doc pugliese che rientra nella Top five dei vini più esportati con volume d’affari intorno 100 milioni di euro, amata soprattutto dalla generazione X (37 – 57 anni). Presente in tutto il mondo. Il consumatore finale del Primitivo di Manduria in generale è un uomo in carriera, colto e raffinato che ama consumare il vino pugliese ispirandosi dai comportamenti del “lusso”. Lo beve durante una cena di lavoro importante, per festeggiare un anniversario o durante una proposta di matrimonio. Normalmente lo sceglie per la perfetta armonia tra il corpo e il sapore.

Il 46% dei consumatori è donna. Si stima che quasi la metà del fatturato ottenuto dalla vendita del prodotto in Italia e all’estero sia dato proprio dal mercato femminile. Lo sceglie per il suo bouquet inconfondibile: ricco, complesso, ampio e fruttato, con note di macchia mediterranea. I sensi sono esacerbati e molto sensibili al minimo effluvio e il palato femminile scopre finezze che quello degli uomini ignora. Le donne bevono poco ma bene, meno quantità ma più qualità quindi scelgono il Primitivo di Manduria.

 

+info: www.consorziotutelaprimitivo.com
fabietti.daniela4@gmail.com

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Vini Dop Dolce Vini Docg Primitivo Di Manduria Manduria Docg Produzione Vini Consorzio Di Tutela Del Primitivo Di Manduria Dati Riserva Primitivo Naturale


BEER ATTRACTION - 16-19 febbraio 2019 Rimini fiera - specialità birrarie, alle birre artigianali e al food per il canale Horeca

ARTICOLI COLLEGATI:

Ricerca Idealo: il consumo di vino rosso e bianco in Italia ed Europa

20/06/2018 - Trovare il vino giusto per una buona esperienza culinaria è un compito spesso difficile. Per un determinato piatto, è meglio un vino rosso oppure uno bianco? Da qua...

Gruppo San Benedetto si conferma leader nel beverage analcolico in Italia

04/09/2018 - Acqua Minerale San Benedetto S.p.A. si conferma per il terzo anno consecutivo Gruppo leader in Italia del beverage analcolico, consolidando contemporaneamente con il bran...

VALDO Rive 750ml

Valdo: l’eccellenza del territorio nel nuovo Rive di San Pietro di Barbozza

22/11/2017 - Il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG è il frutto di un lembo di terra fortunata. Le colline trevigiane godono di un’esposizione, una composizione e di un c...

Campagne digital geolocalizzate, una partnership tra Blis e IRI per misurarne gli effetti

26/07/2018 - Blis, leader mondiale nell’advanced location data technology  e IRI, leader mondiale nella gestione di big data, soluzioni analitiche predittive e generazione di insight ...

consorzio-del-vino-brunello-di-montalcino-19651

BRUNELLO DI MONTALCINO: approvate modifiche al disciplinare che introducono nuovi controlli

02/07/2014 - Nell'ambito dell’assemblea che si è svolta a Montalcino, il Consorzio del Vino Brunello di Montalcino ha approvato le modifiche tecniche al disciplinare di produzione. L’...

Previsione IWSR: il consumo globale di alcolici raggiungerà i 28 miliardi di casse entro il 2022

28/08/2018 - La crescita del valore globale è prevista per tutte le principali categorie nei prossimi cinque anni. Si prevede che il consumo globale di alcol aumenti di 147,1 milioni ...

Logo UIV unione Italiana Vini

UIV: 680 milioni in 2 anni per ristrutturazione e promozione del vigneto Italia

30/11/2015 - “La chiusura del Piano Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo, strumento essenziale per il rafforzamento della competitività delle nostre aziende, slitterà dal 201...

Fipe: arriva Starbucks, ma i caffè italiani sono competitivi. Tutti i numeri dell’Universo Bar

10/09/2018 - In occasione della prima apertura italiana della catena "made in Usa", la Federazione Italiana Pubblici Esercizi racconta "l'Italia in una tazzina": "Un mondo fatto di un...

Previsioni di aumento prezzi per le vendite di vino nel 2018 nella grande distribuzione

05/04/2018 - Aumenteranno i vini a denominazione, i vini a marchio del distributore ed i vini tipici delle regioni – Preoccupazione per un aumento dei prezzi dovuto alla cattiva vende...

I dati definitivi della VENDEMMIA ITALIA 2014: 44,7 milioni di ettolitri, in seconda posizione dopo la Francia

19/04/2015 - Sono stati resi noti dal Ministero delle Politiche agricole i dati definitivi della produzione vitivinicola italiana relativi alla campagna 2014/2015. La produzione itali...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

18 − 2 =