Beverfood.com
| Categoria Notizie Birra | 3068 letture

Report Assobirra: nel 2011 la forte crescita dell’export traina la produzione di birra in Italia

Assobirra Export Report Traina Birra Italia

Report Traina Export Birra Assobirra Italia

In un mercato difficile, segnato dal calo dei consumi, la birra “Made in Italy” registra una nuova crescita dell’export (oltre 2 milioni di ettolitri, +11,6% sul 2010) che traina la produzione fino a raggiungere, nel 2011, i 13 milioni e 410mila ettolitri (+4,7% rispetto al 2010). Grazie anche a questi risultati positivi, il settore della birra il Italia è riuscito a garantire, negli oltre 400 impianti italiani (di cui 14 stabilimenti industriali di birra e 2 di malto), un importante livello occupazionale: oltre 144.000 addetti, fra produzione e commercializzazione. Un settore, insomma, che fa bene all’economia italiana, contribuendo con oltre 4 miliardi di euro di entrate allo Stato e assorbendo dall’agricoltura nazionale tutta la materia prima disponibile per la produzione, confermandosi così un solido punto di riferimento per l’indotto del Paese.


Guidaonline Guida Birre Birre Birre Beverfood

Sul fronte dei consumi interni di birra si registra una leggera crescita (+1,4%), per un procapite che si stabilizza sui 29 litri, lontano dal picco dei 31,1 litri del 2007. Un dato, quest’ultimo, che relega ancora l’Italia all’ultimo posto per i consumi in Europa. Sono questi i numeri salienti dell’Annual Report 2011 di AssoBirra – l’Associazione degli Industriali della Birra e del Malto che con i suoi 44 associati tra grandi e medie aziende, microbirrifici e malterie rappresenta il 98%delmercato della produzione nazionale – che confermano l’importanza del settore birrario nel panorama dell’industria agroalimentare italiana. “La birra rappresenta ormai un patrimonio economico, sociale e culturale del nostro Paese che piace sempre di più agli italiani: sono 36 milioni i connazionali che la bevono e, secondo Ispo, è la bevanda alcolica preferita dagli under 54” – spiega Alberto Frausin, Presidente di AssoBirra- “La birra, coi suoi oltre 144.000 occupati, è un patrimonio che va tutelato, per il crescente contributo economico che apporta al Paese, per la forte presenza sul territorio, per la capacità di esportare “italianità” e per l’impegno costante nella sostenibilità ambientale. In venti anni – conclude Frausin– abbiamo abbattuto di due terzi la quantità di acqua utilizzata, di un quarto il consumo di energia e del 40% le emissioni di Co2. Pochi in Europa hanno fatto quanto noi e questo ci spinge a continuare, con determinazione, su questa strada”. “Per i primi 6 mesi del 2012 – dichiara Filippo Terzaghi, Direttore di Assobirra- stimiamo una sostanziale tenuta del mercato con circa 6 milioni di ettolitri venduti (+1% rispetto allo stesso periodo del 2011), grazie a un avvio di primavera molto mite e ad un mese di giugno caratterizzato da basse precipitazioni e temperature elevate, specialmente nel meridione del Paese”.

per una più ampia analisi del mercato della birra in Italia nel 2011 si rimanda a:
MERCATO ITALIA BIRRA 2011: MODERATA CRESCITA DEI CONSUMI, AUMENTO DELLA PRODUZIONE, BOOM DELL’EXPORT

+ COMMENTI (0)

Limoncello Pallini - premiato dai consumatori al Quality Award 2019 - inimitabile qualità italiana da 140 anni

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Report Italia Assobirra Traina Export Birra

Tags/Argomenti: ,

Annuario Birra Birritalia beverfood

ARTICOLI COLLEGATI:

ICO: Coffee Market Report luglio 2019

ICO: Coffee Market Report luglio 2019

02/09/2019 - La media mensile dell'indicatore composito ICO è aumentata del 3% a 103,01 centesimi / lb a luglio 2019, che è la media mensile più alta da novembre 2018. Tuttavia, l'ind...

AssoBirra Monitor: i consumi italiani di birra crescono anche nel primo semestre del 2019

AssoBirra Monitor: i consumi italiani di birra crescono anche nel primo semestre del 2019

01/08/2019 - Secondo AssoBirra Monitor, il report quadrimestrale delle vendite registrate dalle imprese aderenti all'associazione, le vendite di birra nei primi sei mesi dell'anno son...

Con l’arrivo di Boris Johnson in pericolo l’export di Prosecco in UK

Con l’arrivo di Boris Johnson in pericolo l’export di Prosecco in UK

29/07/2019 - Con l’elezione a premier britannico di Boris Johnson sarà il “nemico del Prosecco” a gestire l’uscita della Gran Bretagna dalla Ue alimentando ulteriori preoccupazioni pe...

Bevande Italia: ripresa della produzione, dei consumi e dell’export nel primo trimestre 2019

Bevande Italia: ripresa della produzione, dei consumi e dell’export nel primo trimestre 2019

12/07/2019 - Secondo l’ultimo report AgrOsserva di ISMEA, il primo trimestre del 2019 vede la ripresa produttiva e dell’export dell’agroalimentare in Italia. Particolarmente brillanti...

Orzo e luppolo da birra: filiere virtuose, verso uno sviluppo sostenibile

Orzo e luppolo da birra: filiere virtuose, verso uno sviluppo sostenibile

26/06/2019 - L’Italia oggi importa dall’estero il 60% del suo fabbisogno di malto da orzo: una situazione che espone il comparto birrario nazionale a rischi di volatilità dei prezzi d...

In Italia la birra conquista il pianeta donne

In Italia la birra conquista il pianeta donne

10/06/2019 - Curiose, consapevoli, particolarmente attente agli abbinamenti con il cibo: quando si parla di birra le donne italiane sono delle vere esploratrici    ...

Alla scoperta dei diversi consumatori di birra in Italia

Alla scoperta dei diversi consumatori di birra in Italia

05/06/2019 - Cambia la birra, la sua immagine e i suoi consumatori: più attenti, più interessati, sia uomini che donne. Una bevanda che accompagna sempre di più gli italiani, a loro v...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

diciotto + 15 =