Pinterest LinkedIn

Secondo una ricerca effettuata dalla Camera di Commercio di Milano, sulla base dei dati dell’Ufficio del Registro delle Imprese, il numero delle aziende italiane che lavorano caffè, tè e altri preparati per infusi si è portato nel 2008 a 1.093 unità, con un aumento del +3,5% rispetto all’anno precedente. La Camera di Commercio di Milano ha contestualmente realizzato una ricerca sull’interscambio del caffè e tè con l’estero, da cui emerge una crescita del 13,2% per il caffè e dello 0,5% per il tè. Il caffè italiano amato soprattutto negli USA e in Francia


Numero Imprese
Sono quasi 1.100 le imprese italiane attive nella lavorazione del caffè, tè e altri infusi, in crescita del 3,5% in un anno. 634 lavorano principalmente caffè (634 imprese), mentre 431 imprese lavorano anche tè e infusi e solo 28 imprese lavorano esclusivamente tè e infusi. Le imprese che lavorano principalmente il caffè sono concentrate soprattutto in Campania (77 imprese, 12% del corrispondente totale), Lombardia (72) e Lazio (66). Bene anche la lavorazione del tè e degli infusi (+17% in un anno), concentrata soprattutto in Lombardia, Friuli –Venezia Giulia, Marche e Toscana. Tra le province, per numero di imprese, in testa Napoli (61 imprese), Palermo (53) e Roma (50).

Imprese italiane di lavorazione del caffé, del tè e altri preparati per infusi

Regioni

Numero Imprese 2008

N. 2007

caffe’, te’
e  infusi

caffe’

te’ e
infusi

Totale
imprese

Totale
imprese

Sicilia

82

63

0

145

145

Lombardia

64

72

5

141

137

Campania

35

77

2

114

112

Toscana

25

64

3

92

84

Lazio

16

66

2

84

72

Puglia

37

39

2

78

72

Emilia-Romagna

32

41

2

75

76

Piemonte

27

45

2

74

74

Veneto

40

29

2

71

71

Calabria

16

25

0

41

39

Liguria

22

15

1

38

37

Friuli-V.G.

2

23

3

28

26

Marche

4

21

3

28

27

Sardegna

10

9

0

19

19

Abruzzo

9

5

0

14

13

Trentino-A. A.

3

10

0

13

14

Basilicata

1

10

1

12

12

Molise

0

12

0

12

12

Umbria

6

6

0

12

12

Valle D’Aosta

0

2

0

2

2

TOTALE

431

634

28

1093

1056

Elaborazione Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese

Import- export di caffè in Italia
Cresce l’interscambio di caffè e tè: 1,5 miliardi di euro per il caffè nel 2008 (+13,2% rispetto al 2007) e 46,7 milioni per il tè (+0,5%). In particolare, nel 2008 è stato importato caffè per un valore di oltre 900 milioni di euro ed esportato per 640 milioni (+17,9% l’import e +6,9% l’export in un anno). Ma da dove arriva il caffè che viene lavorato in Italia? Il caffè non torrefatto e non decaffeinizzato viene importato principalmente dal Brasile (37,4%), dal Vietnam (14,5%) e dall’India (10,2%). Quello invece decaffeinizzato proviene quasi totalmente dalla Germania (96,7%). È svizzero invece il caffè torrefatto ( 44%) che arriva nel nostro Paese. Ma il caffè lavorato in Italia è apprezzato anche all’estero: nel 2008 l’Italia ha esportato caffè torrefatto per un valore di oltre 22 milioni di euro, destinato soprattutto a Stati Uniti (17,2%), Francia (16,5%) e Spagna (9,3%). Questo in sintesi quanto emerge emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese al IV trimestre 2008 e 2007 e Istat 2007 e 2008.

+info: Camera di commercio di Milano – Relazioni con i media tel. 02/8515.5224-5288 Comunicati www.mi.camcom.it

Se volete ricevere con regolarità la segnalazione di tutte le nostre news sul settore del beverage, iscrivetevi gratuitamente alla nostra bevernews. –> ISCRIZIONE

SEZIONE DOCUMENTAZIONE -> Caffè

ALTRE BEVERNEWS SUL SETTORE -> Caffè

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi

Scrivi un commento

5 − 2 =