0
Pinterest LinkedIn

Torna il consueto appuntamento con la manifestazione sportiva più avventurosa e impegnativa promossa dal celebre whisky scozzese: la Talisker Whisky Atlantic Challenge. La gara, che vede gli avventurieri più coraggiosi affrontare l’Oceano Atlantico, si arricchisce quest’anno di numerosi eventi e attività che riuniscono canottieri, esploratori e amanti dell’oceano tra La Gomera e Antigua.

La Talisker Whisky Atlantic Challenge è una delle gare più incredibili al mondo. Una traversata a remi dell’Oceano Atlantico che vede impegnati coraggiosi avventurieri in un percorso di 3000 miglia nautiche da La Gomera, nelle Canarie, al Nelson’s Dockyard dell’isola di Antigua. Un’avventura umana e sportiva che ispira da anni gli spiriti più intraprendenti. Una vera e propria spedizione che coinvolge donne e uomini che vogliono sfidare loro stessi e affrontare un’impresa inimmaginabile per molti. Un’edizione 2019 con oltre 100 partecipanti che hanno raccolto la sfida. 28 equipaggi da tutto il mondo composti da 2 fino a 5 persone sfideranno l’Atlantico insieme ad altri 7 spiriti intrepidi che faranno la traversata in solitaria. Mesi e addirittura anni di preparazione per questi canottieri che da oggi sfideranno le condizioni climatiche più avverse, onde di oltre 12 metri razionando cibo e ore di sonno quando il mare lo consente.

Ma non è solo l’avventura e la sfida con se stessi che spinge questi impavidi ad attraversare l’oceano a remi. Ogni team infatti è legato a un’associazione o a un ente benefico per i quali raccoglie fondi e fa promozione attraverso la propria impresa. Reduci di guerra, amici legati dalla passione per il canottaggio e addirittura un team, i Fight Oar Die, creato ad hoc con quattro statunitensi mai incontratisi prima di iscriversi a questa impresa, sono solo degli esempi del variegato mondo di ‘wild spirit’ che partecipano alla Talisker Whisky Atlantic Challenge. Evan Stratton del team Fight Oar Die, conferma: “Siamo un team di veterani dell’esercito degli Stati Uniti che partecipano a questa impresa non solo mossi da motivazioni personali, ma dalla nostra esperienza militare comune che ci porta a dare voce a tutte le problematiche legate ai reduci di guerra. Abbiamo decisamente uno spirito avventuroso che ben si adatta a questa sfida grazie al nostro background militare che ci consente di affrontare un ambiente difficile, a volte ostile proprio come quello che abbiamo sperimentato nei vari fronti. Quindi non dobbiamo cercare di evitare o temere la sfida dell’Atlantico perché in fondo ci siamo formati in ambienti severi e sfidanti come questo.”

A fare eco al team Americano, il primo equipaggio tedesco in assoluto a partecipare alla Talisker Whisky Atlantic Challenge: le Rowhhome. Un team tutto al femminile di Amburgo che spiega attraverso Catharina Streit: “Siamo quattro donne che condividono la passione per l’avventura e siamo state ispirate dal documentario Four Women On a Boat (dedicato a un equipaggio di quattro mamme che partecipò a un’edizione dell’Atlantic Challenge). Guardando questo documentario abbiamo pensato che se loro sono state in grado di fare la traversata potevamo farlo anche noi. Ci auguriamo di essere di ispirazione anche per altri dimostrando che è possibile raggiungere il proprio sogno”.

Per seguire in tempo reale l’andamento della gara e per maggiori informazioni sulla manifestazione è possibile consultare il sito: www.taliskerwhiskyatlanticchallenge.com

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

TALISKER

La distilleria TALISKER® è battuta dagli elementi che sferzano la costa ventosa dell’isola di Skye ed è una delle distillerie più sperdute della Scozia. Fu fondata nel 1830 da Hugh e Kenneth MacAskill, e da quell’epoca la distilleria è stata pressoché ininterrottamente operativa. Talisker 10 years old, Talisker Skye e Talisker Storm hanno larga diffusione, mentre Talisker 25 years old, Talisker 18 years old, Talisker Distiller’s Edition e Talisker Port Ruighe sono acquistabili presso i rivenditori specializzati. Il retaggio di Talisker ha radici avventurose: nel 1830 i suoi fondatori, i fratelli MacAskill, attraversarono l’Atlantico dall’isola di Eigg per fondare la distilleria TALISKER sulle coste di Loch Harport, sull’isola di Skye. Da allora è rimasta lì, producendo ininterrottamente da quasi 200 anni i whisky più raffinati. I termini TALISKER, TALISKER STORM, TALISKER PORT RUIGHE, TALISKER SKYE e i loghi agli stessi associati sono marchi registrati. © DIAGEO 2019

 

Come whisky “Made By The Sea”, Talisker vuole fare la sua parte per proteggere gli oceani, l’ecosistema più importante di tutto il pianeta. Talisker è convinto che il cambiamento risieda anche nelle mani dei consumatori e dei brand, per questo motivo Talisker sta intraprendendo varie iniziative per migliorare il proprio rapporto con l’ambiente che ci circonda. Ad oggi, la distilleria Talisker ha ridotto del 12% l’energia utilizzata, aumentato l’efficacia di utilizzo dell’acqua del 22%, ridotto a zero la quantità di rifiuti in discarica ed è alla costante ricerca di nuovi utilizzi delle risorse naturali, compreso l’utilizzo dell’acqua di mare come acqua di raffreddamento, in un processo che può favorire la domanda di acqua dolce durante i mesi più caldi sull’isola di Skye. Talisker si impegna anche a migliorare la sostenibilità dei suoi packaging, diminuendo il peso dei materiali utilizzati, aumentando il materiale riciclato e puntando a escludere totalmente l’utilizzo di plastica per il packaging primario nel 2020. Le iniziative di Talisker sono in linea con i target di performance ambientali perseguiti da Diageo per il 2020, che includono il dimezzamento delle emissioni di anidride carbonica ed un miglioramento dell’utilizzo dell’acqua pari al 50%.

 

Altre notizie su Talysker:

 

+Info:
www.diageo.com
www.malts.com
www.facebook.com/Talisker
fabrizio.brambilla@attila.it

Scheda e news: DIAGEO ITALIA S.P.A.


No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

10 − cinque =