Pinterest LinkedIn

Gruppo Campari chiude il primo semestre 2016 con Vendite a 743,9 milioni di euro (-1,8%, ma crescita organica + 5,0%). L’Utile netto di Gruppo è stato di € 67.200.000 (-13,8%), interamente guidato da rettifiche negative, principalmente a causa dei costi di transazione Gran Marnier. Indebitamento finanziario netto è di 1,342.9 milioni di € dopo il pagamento delle acquisizioni di Grand Marnier per un valore complessivo di € 682.900.000

campari

Bob Kunze-Concewitz (vedi foto in occhiello), Chief Executive Officer: ‘ Nella prima metà del 2016 abbiamo consegnato una crescita organica sostenuta tutti gli indicatori di performance operative, che riflette la costante esecuzione della strategia di crescita del Gruppo. Nonostante si prevede l’annullamento del primo trimestre positivo una tantum di , buoni tassi di crescita organica delle vendite nette e indicatori di redditività sono stati confermati nel secondo trimestre. Inoltre, nella prima metà del 2016 il mix di vendita per marca e di mercato ha continuato a migliorare, alla guida di una espansione del margine operativo positivo, in linea con la strategia di crescita del Gruppo. Fattori chiave sono stati la costante sovraperformance del globale e regionale le priorità, nonché una performance positiva in particolare nei mercati ad alto margine sviluppati (come il Nord America e l’Europa occidentale). Va notato che i molto soddisfacenti risultati del primo semestre sono stati conseguiti nonostante il impatto negativo della non-core a basso margine di intermediazione di zucchero in Giamaica. Guardando il resto dell’anno, le prospettive condivise ad inizio anno rimane sostanzialmente invariato’ .

Databank excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Aziende Beverage Bevande Tabella Campi records

Guardando le vendite dei marchi di priorità globale nel primo semestre 2016, Campari ha registrato una crescita organica molto positiva del + 9,5 % . Il risultato è stato trainato dalla performance molto buona in Italia, Argentina e la Giamaica, così come la Germania, degli Stati Uniti, la Francia, la Grecia e il Regno Unito. L’andamento complessivo è stato parzialmente compensato dalla debolezza in Brasile e Nigeria. “Con riferimento al contesto macroeconomico – ha proseguito Bob Kunze-Concewitz – ci aspettiamo che la volatilità in alcuni mercati emergenti e l’incertezza sui movimenti delle valute principali del Gruppo continuerà. Allo stesso tempo, siamo fiduciosi di fornire una performance positiva e proficua. Per quanto riguarda il portafoglio marchi, ci aspettiamo un continuo sviluppo di priorità alto margine globali, in particolare aperitivi, whisky americani e rum giamaicano, grazie anche ad un ulteriore rafforzamento di Brand building investimenti nella seconda metà dell’anno, per alimentare la crescita a lungo termine. Inoltre, ci aspettiamo che l’innovazione per continuare a guidare l’ espansione delle offerte premium. Infine, per quanto riguarda la crescita esterna, nella seconda metà del 2016 ci sarà beneficiare degli effetti positivi dell’integrazione del business Grand Marnier ‘.

 

Per un approfondimento dei dati e informazioni:
www.camparigroup.com/en/gruppo-campari-announces-2016-first-half-results

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Io sono Coralba BLUE. Sono armoniosa ed equilibrata, un’emozione al primo sorso!

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina