Federico Bellanca
| Categoria Notizie Birra | 3830 letture

Roman, la secolare birra belga che discende dall’Impero Romano torna nella terra dei suoi avi

Imper Aleo Brouwerij Roman Birra Belga Romy Pils Secolare Belga Birra Adriaen Brouwer Terra Romano Birra Ingross Discende Ename Roman

Birra Ingross Birra Belga Secolare Terra Belga Imper Aleo Roman Ename Discende Adriaen Brouwer Brouwerij Roman Romy Pils Birra Romano

© Riproduzione riservata

C’è un pò di Italianità anche nel più tipico dei prodotti belgi. E non è cosa da poco considerando che si tratta di una dei più antichi birrifici del paese, con più di 450 anni di storia, e 14 generazioni che si sono ininterrottamente succedute alla guida dell’azienda di famiglia.

Scarica gratis la Guidaonline Birre & Birre 2018 Beverfood.com con schede di tutte oltre 2000 marche di birra

La birreria Roman di Oudenaarde è infatti una delle più antiche fabbriche di birra a conduzione familiare che il pur ampio panorama brassicolo belga può vantare.

Si hanno notizie di questa birra fin dal 1545 è l’anno in cui viene menzionata per la prima volta in dei documenti ufficiale la locanda “De Clock” (“la campana”), dove si poteva alloggiare, far riposare i cavalli, sfamarsi e placare la sete. Questo perché il gestore della locanda, da buon publican, mesceva ai clienti una ale di propria produzione. Da qui parte la storia della birreria, con protagonista Joos Romans (cognome di origine latina, come probabilmente lo era la famiglia: i Romani si insediarono a Oudenaarde intorno al I sec. d.C.), che oltre ad essere gestore della locanda, è anche governatore della regione allora chiamata Schorisse. Siamo nella zona delle attuali Fiandre Occidentali, e la locanda si trova lungo una delle principali strade che mettono in comunicazione Il Nord Ovest della Germania con la Francia, nel villaggio di Mater (oggi un sobborgo di Oudenaarde).

Nel corso dei secoli l’attività produttiva della Roman non si è mai interrotta, neanche nel periodo più critico che ha messo in ginocchio più di un birrificio in Europa, quello fra le due guerre mondiali. Grazie al legame con la tradizione brassicola locale, la birreria però ha saputo prevedere in tempo i cambiamenti del gusto e del mercato, affiancando a prodotti della tradizione (Adriaen BrouwerSpecial Roman) prodotti dalla più elevata rendita commerciale, come le pils (la Romy pils è ancora oggi una delle pils più acquistate in Belgio) e la Sloeber, altra birra (la prima ad alta fermentazione rifermentata in bottiglia) di punta.

Annuario Birre Italia Birritalia Beverfood.com
Annuario Birra Italia Birritalia beverfood.com

Sono arrivate anche le bevande non alcoliche a rimpinguare le casse (dal 1960), senza però trascurare il segmento d’eccellenza produttiva: è del 1990, come si diceva all’inizio, il “lancio” della gamma di birre d’abbazia Ename. Da lì in avanti un continuo susseguirsi di successi hanno fatto di Roman una delle birrerie più famose del Belgio. Nel 2005 è stata lanciata la lager Black Hole, mentre nel 2010 Adriaen Brouwer Dark Gold ha vinto il premio come miglior birra belga nella categoria delle scure ad alta gradazione.

La Roman fa parte della Belgian Family Brewers, cioè quelle birrerie che hanno prodotto birra sotto la stessa famiglia da almeno 50 anni. Sono solo 20 a fare parte di questa ristrettissima cerchia.

Grazie al lavoro di BIRRA INGROSS, che ne cura la distribuzione in Italia, Roman è anche tornata nella terra dei suoi antenati…anche se forse l’avrà trovata un po’ cambiata dai tempi dell’Impero Romano!

+Info:
http://www.roman.be/

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Sant'Anna Beauty il nuovo amico della perlle - C + Collagene idrolizzato forte

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Imper Aleo Birra Belga Birra Ingross Ename Birra Brouwerij Roman Romano Terra Roman Discende Belga Romy Pils Secolare Adriaen Brouwer


Annuario Birra Birritalia beverfood

ARTICOLI COLLEGATI:

Le birre d’abbazia si affermano in Italia e crescono del 15%

26/05/2019 - E' il segmento birraio che cresce con tassi più rilevanti e costanti nel tempo quello delle birre d'Abbazia, prodotti brassicoli con origine produttiva nei monasteri belg...

Non ci sono più le Saison di una volta: sei birre per diverse interpretazioni in stile

28/04/2019 - Non ci sono più le Saison di una volta. Non parliamo di mezze stagioni o di bizze del clima, ma di stili birrai. La Saison gode di una fama e riconoscibilità molto ampia,...

Le birre trappiste di Chimay: qualità senza compromessi

11/02/2019 - Quello che contraddistingue le birre trappiste è il rispetto di minuziose regole produttive e di determinati valori etici, che si riflettono anche sul logo esagonale conc...

Il posto migliore al mondo per bere birra? è in Belgio e apre una volta a settimana…

31/01/2019 - Anche quest'anno il sito americano RateBeer ha reso pubblici i risultati dei suoi "RateBeer Best Awards" annuali, che elencano vari e categorie, tra cui i migliori 50 loc...

Koningshoeven: la prima fabbrica di birra trappista ecologica in Europa

25/01/2019 - Esistono solo 13 luoghi al mondo che producono birra trappista. L'abbazia di Koningshoeven è uno di questi.  La qualità dei suoi prodotti ha conquistato i beer lovers di ...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

tre × 1 =