Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Che ci fosse interesse sul mondo del cioccolato e della pasticceria ce ne eravamo accorti. Ma pensare a 34.000 visitatori alla seconda edizione del Salon du Chocolat, andato in scena negli spazi del Mi.Co di Milano dal 9 al 12 febbraio, fa davvero impressione. Tantissimi ospiti, una pattuglia di pastry chef, maître chocolatier e chef che hanno animato i palchi della manifestazione con showcooking, dimostrazioni e degustazioni.

Da Ernst Knam, autentico mattatore della kermesse, che oltre ai numerosi show cooking ha stupito il pubblico con una performance a ritmo di musica rap con il noto cantante Emis Killa, dando inoltre prova del suo genio con una scultura che riprende uno dei più famosi masterpiece dell’arte classica, Il Bacio di Auguste Rodin.

Oppure il pubblico ha potuto assistere ad uno showcooking a quattro mani, fuori programma, con Iginio Massari e Davide Comaschi dal titolo “La bontà nella semplicità” ricette diverse a base di crema pasticcera e cioccolato.

Annuario Coffitalia Caffè Italia Scarica Gratis
Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi Scarica Gratis in versione PDF

“Essere riusciti a riunire l’eccellenza e l’innovazione della produzione di cioccolato insieme ai grandi nomi della cioccolateria e pasticceria ha creato un mix che ha soddisfatto tutto il pubblico dell’edizione 2017 e ha riconfermato come il mondo del cioccolato possa essere: gusto, qualità, agricoltura, design, moda e grande passione.” Sostiene Pietro Cerretani curatore del salone italiano.

Fashion, Design, Arte ma soprattutto Gusto, le parole chiave di questa manifestazione che racconta il cioccolato e le sue eccellenze. A partire dalla sfilata di moda, un progetto curato da Naba e dai maestri pasticceri di AMPI, che ha visto nella sua giornata di apertura anche la partecipazione straordinaria di due maître chocolatier francesi Patrice Chapon e Damien Piscioneri, per il Camerun la creazione di Silvie Valtan e Fabio Ferrari e a chiudere un abito da sposa firmato da Ernst Knam in collaborazione con lo stilista di haute couture Tony Ward, famoso in tutto il mondo per l’eleganza e la sofisticatezza delle sue creazioni esclusive.

Databank torrefatori torrefazioni caffè Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

Un vero percorso di degustazione del cioccolato dalla fava di caco fino alla pralina, in tutte le diverse lavorazioni e gusti. Gli ottanta espositori provenienti da tutta l’Italia e anche dall’estero hanno presentato tutte le varietà di praline e dolci a base di cacao. Camerun, Perù, Venezuela, Togo sono i paesi che hanno scelto il Salon per raccontare il loro prodotto, frutto di un’agricoltura attenta e di condizioni climatiche perfette.

Alcune chicche presenti, come la Pasticceria Martesana di Milano, presente a Milano dal 1966. Una storia iniziata con la famiglia Santoro, rappresentata al Salon du Chocolat proprio da Vincenzo Santoro, classe 1952, che dal 2016 può contare sul contributo dello chef pasticcere Alessandro Comaschi. Un ingresso che si è fatto sentire, portando ricette legate alla stagionalità senza dimenticare i grandi classici.

Interessante anche l’esperienza di degustazioni e percorsi guidati sulle diverse tipologie di cioccolato proposti dalla Compagnia del Cioccolato in collaborazione con Giulio Cocchi. Le ricette originali di cocktail al cacao o cioccolato che hanno conquistato il premio speciale “Tavoletta d’oro” sono state “Sfumature” di Francesco Bonazzi del Mag di Milano, “Cockolato” di Valerio Trentani del Mandarin Oriental Hotel di Milano e “Barely Legal” di Nicola Trespi di Drink and Taste

“La crescita del numero di visitatori quasi doppia rispetto all’edizione precedente dimostra quanto Milano sia attenta alle nuove esperienze di intrattenimento e gusto.” – afferma Roberto Silva Coronel organizzatore di Salon du Chocolat Milano.

Al Salon du Chocolat è stato svelato anche quanto il cioccolato faccia bene alla salute e non solo, Davide Comaschi ha realizzato il Cuore di San Valentino 2017, un cioccolatino ideato e realizzato da lui per LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), un connubio speciale sia nella forma che nel sapore per soddisfare il palato e muovere il cuore. Questa pralina è stata immortalata in uno scatto del grande fotografo Giovanni Gastel, con la testimonial dell’Associazione, Federica Fontana, famoso volto Sky. La raccolta fondi, ha avuto ottimo esito sono stati venduti oltre 800 cioccolatini, chi vorrà potrà continuare a contribuire acquistandolo on line al sito: www.legatumori.mi.it

La Filiera del caffè espresso - La degustazione del Caffè di Franco e Mauro Bazzara - Planet Coffee
La Filiera del caffè espresso - La degustazione del Caffè di Franco e Mauro Bazzara

22 ANNI ALL’INSEGNA DEL GUSTO

“Salon du Chocolat” nasce a Parigi nel 1994 dall’intuizione di Sylvie Douce e Francois Jeantet con l’obiettivo di far scoprire il cioccolato in tutte le sue forme. In questi 22 anni sono stati organizzati 165 saloni, per una media di 20 saloni all’anno. La manifestazione raggiunge oggi 30 città su 4 continenti. Complessivamente ha coinvolto 10.000 espositori e un pubblico di 8,2 milioni di visitatori. Salon du Chocolat Milano è organizzato da Digital Events ( www.salonduchocolat.it ). L’evento è ideato da Event International ( www.salon-du-chocolat.com ; www.eventinternational.com )

 

Ufficio stampa: Freedot srl press@salonduchocolat.it oppure press@freedot.it T + 39 02 890 751 09 F +39 02 936 509 66

© Riproduzione riservata

Scheda e news: Giulio Cocchi

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

diciannove − 3 =