Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Cocktails da paura da STK Milano in occasione di Halloween. Una drink list appositamente studiata e ideata per la festa più americana tra quella che stanno conquistando anche i nostri consumi. E non potrebbe essere altrimenti, visto il dna a stelle e strisce di STK, una location all’interno del ME Milan il Duca in Piazza della Repubblica che in pochi anni è riuscita a conquistare una fetta importante di clientela, internazionale ma non solo.

 

 

Da quando abbiamo aperto ormai circa tre anni fa siamo riusciti a conquistarci uno spazio sia per la clientela del nostro che degli altri alberghi di lusso della zona di Milano, target prevalentemente internazionale, ma anche dei milanesi – spiega Andrea Lupi, supervisor manager del locale – Questo è stato il terzo format dopo Londra e New York a cui ne sono seguiti altri in tutto il mondo come Miami e Dubai, gli stranieri già ci conoscono mentre per i milanesi è stato amore a prima vista”.

STK nasce da un’idea innovativa, unire lo stile di una steakhouse con l’eleganza di una lounge contemporanea. Mix perfetto, puntando sulla socialità attraverso un design raffinato e dj in-house, un’atmosfera elettrica dove l’energia è subito contagiosa. Sono giorni particolari quelli della settimana di Halloween per un locale che ha un’identità americana. Lo scorso anno ci fu un evento con centinaia di persone, quest’anno niente grande festa ma la possibilità di assaggiare tre drink con un concept molto chiaro. Stupire, grazie a una grande presentazione scenica, non solo all’occhio ma anche al naso e al palato. Una selezione mixata perfettamente con una mano molto decisa.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Quando ci è arrivato il primo cocktail “STK BLOOD” stavamo quasi sbalzando dalla sedia tanto è stata sorprendente l’idea. Mettere in alcune “sacche mediche” il cocktail, un liquido dal colore sangue da versare tutto nel bicchiere. Sacche di sangue, per rimanere in tema con il claim della notte delle streghe, con alla base un Botran Spiced rum. Secondo cocktail invece siamo più su un classico “YELLOWEEN”, l’utilizzo di prodotti stagionali da miscelare all’interno del bicchiere. Zucca grande protagonista del periodo che fa quindi la sua bella scena, con l’utilizzo di Herradura Reposado.

Dulcis in fondo invece altra grande rappresentazione scenica. Tra un fumo e l’altro nel bicchiere assaggiamo “BLACK CLOUDY”. Si sente l’utilizzo di Talisker skye  e di un Red Vermuth, drink da abbinare al dolce creato per l’occasione, “BLOODY SPHERE”, una mezza sfera di cioccolato ripiena di crema ai cachi e lamponi, un dolce scenografico e allo stesso tempo gustoso, perfetto per concludere la cena della notte dell’orrore. ll tutto in abbinamento a dei grandi classici di STK i mini hambuger e le patate sbollentate, il menu prevede una rivisitazione dei grandi classici americani come i Lil’BRGRS a base di manzo Wagyu, i Mac & Cheese all’astice e, naturalmente, la carne di più alta qualità. Cibi che sono entrati nella carta del ristorante e fanno fatica a uscire perché sono talmente buoni e ricercati da essere sempre in cima nelle preferenze dei clienti.

 

 

“STK BLOOD”

  • Botran Spiced rum
  • Lemon juice
  • Syrup
  • BlackBerry
  • Egg white
  • Charcoal

 

 

“YELLOWEEN”

  • Herradura Reposado
  • Yellow Pumpkin and Ginger
  • Lemon Juice
  • Ginger Beer

 

 

 

“BLACK CLOUDY”

  • Black label
  • Talisker skye
  • Red Vermuth
  • Truffle honey
  • Bitter Wood
  • Coffe Cedar Foam

 

+info: www.stkhouse.com

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

tre × tre =