0
Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Giugno inoltrato, la mente è già stesa al sole e quasi riuscite a sentire i granelli di sabbia che vi si attaccano sotto il costume. Manca poco alle ferie e al definitivo staccare la spina: tenete duro, noi vi proponiamo una lista di cocktail che potranno aiutarvi con gli ultimi sforzi.

 

Annuario Bevitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Bevitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

 

COBBLER – Tre ingredienti comodi comodi, per un drink semplice e leggero, perfetto per un party a bordo piscina o per rilassarsi su un’amaca con un libro al pomeriggio (che tanto d’estate si può cominciare a bere un po’ prima…). Sherry, Chambord e succo di limone, da shakerare e servire su ghiaccio, con una scorza d’arancia o una foglia di menta. E si può anche mandare già tutto d’un sorso.

BEBBO – Non solo un nome divertente. Fruttato e freschissimo, espressione elevata dell’utilizzo di arance sanguigne in mixology, da miscelare con succo di limone, Londo Dry gin per una base di carattere e l’aggiunta di sciroppo di miele. Shake and strain, e salute.

EARL GREY MARTEANI – Oltre a contenere un brillante gioco di parole e l’anima più british possibile nel mondo dei drink, questo twist sul gin sour è perfetto sia come aperitivo che come dopo cena. Con il non trascurabile vantaggio di essere composto da un gin infuso al tè verde, facilissimo da ottenere e conservabile quasi all’infinito. si aggiungano succo di limone, sciroppo di zucchero e bianco d’uovo. Like a sir. 

SUMMER FRIDAYS – Giusto per essere chiari e iniziare il weekend con il giusto piglio. Non serve necessariamente una spiaggia di sabbia bianca: piuttosto basta un mix cremoso di vodka, latte di cocco, sciroppo di zucchero e succo di lime, per potersi sentire a due passi da acque cristalline.

SUFFERING BASTARD – Lacrime di coccodrillo dopo una sbronza, un drink pensato in origine come cura per l’hangover. Bourbon, gin, succo di lime e qualche goccia di bitter di Angostura, poi un’aggiunta a piacere di ginger ale. E si torna come nuovi.

LOUNGE CHAIR AFTERNOON – Cocktail su misura per un bel pomeriggio di dolce far nulla, baciati dal sole. Porto rosa e tequila añejo, un tocco citrico grazie a succo di limone e succo di pompelmo, e infine la chicca di uno sciroppo al dragoncello per completare un mix erbaceo, fresco e giustamente alcolico.

HELLO, SUN – Saluto al sole in chiave alcolica, con un ingrediente inaspettato ma decisivo: sciroppo di aloe, che per quanto intimidatorio possa sembrare si rivela invece una chiave d’oro da miscelare con rum agricolo e miele. Il risultato è floreale, aromatico e beverino, da completare con menta, cetriolo e un goccio di mezcal.

BEAUTY ELIXIR  – Bollicine ovunque, non solo per brindisi e sorrisi a trentadue denti. Un bel cava da unire a gin, acqua di cetriolo, succo di limone, sciroppo di zucchero e polpa di fragola. Se avete anche una scorza di lime da usare come garnish, siete a cavallo.

SUMMER ALE SPRITZ – Niente grida la parola estate come un Aperol Spritz o una birra ghiacciata. A meno che non siano miscelati insieme, elevati con le tracce erbacee di rosmarino fresco, e le note fresche del succo di limone.

NORTHERN HARVEST BUCK – Chi ha detto che il whiskey va bene solo per i mesi freddi. Prendete piuttosto un buon rye, aggiungete succo di limone fresco, ginger beer e gocce di Angostura. Da consumare all’aria aperta e non davanti al camino, non sia mai doveste confondervi.

Fonte: liquor.com

© Riproduzione riservata

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

4 × cinque =