Tag

Giulio Cocchi

Browsing

Manca circa un mese e mezzo alla prima della Scala, ma in fatto di “Prima”, quella dell’Alta Langa non si è fatta trovare impreparata al battesimo ufficiale a Milano. Prima bagnata, prima fortunata, a parte gli allarmismi per la pioggia incessante caduta per tutta la giornata di lunedì 21 ottobre, sulla tratta Alta Langa- Milano si è assistito a una vera e propria moltitudine. Di bollicine, di prodotti, di pubblico di addetti ai lavori che hanno consacrato a Palazzo Serbelloni il successo della denominazione dell’Alta Langa sulla piazza di Milano.

Cocchi sarà presente al Vinitaly di Verona (7-10 aprile) nel padiglione 10 Piemonte stand Q3. 

1999: è questo il primo millesimo del metodo classico Cocchi che porta in etichetta la denominazione Alta Langa (nata nel 2002 ma retroattiva alle cuvée di tre anni prima): un Totocorde da Pinot nero e Chardonnay che ha suggellato la nascita della Doc e in questi vent’anni non ha mai smesso di essere prodotto dall’azienda astigiana.

“Noi affermiamo che la magnificenza del mondo si è arricchita di una bellezza nuova; la bellezza della velocità. Un’automobile da corsa col suo cofano adorno di grossi tubi simili a serpenti dall’alito esplosivo… un’automobile ruggente, che sembra correre sulla mitraglia, è più bella della Nike di Samotracia”; “Noi vogliamo inneggiare all’uomo che tiene il volante, la cui asta ideale attraversa la Terra, lanciata a corsa, essa pure, sul circuito della sua orbita”.

Chissà quante volte nella storia, due amici a fine serata, magari dopo qualche birra hanno avuto la stessa illuminazione:  “dovremmo aprire un bar tutto nostro!” dice il primo “è un idea grandiosa, facciamolo!” risponde il secondo. Un sogno che dura una frazione di secondo, per poi andare a dormire e ricominciare la propria vita la mattina dopo, nell’esatto punto in cui la si era lasciata.

Dall’aperitivo al cocktail, storia, curiosità e alcune proposte di cocktail per conoscere meglio, grazie a Partesa, questo spirit che sta vivendo una seconda giovinezza. Gli…

Che ci fosse interesse sul mondo del cioccolato e della pasticceria ce ne eravamo accorti. Ma pensare a 34.000 visitatori alla seconda edizione del Salon du Chocolat, andato in scena negli spazi del Mi.Co di Milano dal 9 al 12 febbraio, fa davvero impressione. Tantissimi ospiti, una pattuglia di pastry chef, maître chocolatier e chef che hanno animato i palchi della manifestazione con showcooking, dimostrazioni e degustazioni.