Zarmalana
| Categoria Notizie Vino | 986 letture

Toccare lo Champagne: una moda insolita di degustare

Bureau Du Champagne Toccare Degustazione Vino Tasting Tatto Degustazione Champagne Insolita Moda Sparkling Wine

Tatto Degustazione Sparkling Wine Bureau Du Champagne Toccare Tasting Insolita Degustazione Vino Champagne Moda

© Riproduzione riservata

Sensazione tattile. Quante volte durante una degustazione di vino avete sentito dire una frase di questo tipo? Ma c’è chi è andato oltre alle semplici sensazioni, il Bureau du Champagne a Milano durante la terza tappa del percorso sensoriale. Il tatto al centro della degustazione con un insolito abbinamento, all’interno di un laboratorio di moda, la Ferrari Fashion School. Il mondo dei tessuti e della moda si è trasformato nella location ideale per far esprimere in maniera diretta le sensazioni tattili. La guida di Chiara Giovoni, formatrice e Ambasciatrice italiana dello Champagne 2012, insieme alla direttrice della Fashion School Silvia Ferrari, presente anche Thibaut Le Mailloux, Direttore Comunicazione del Comité Champagne.

“Lo Champagne si degusta con le mani, non è un azzardo mettere le mani in pasta quindi accostare lo champagne al mondo della moda, anche perché molto spesso le due cose vanno di pari passo quando si deve festeggiare durante una sfilata. Del resto se ci pensate il lavoro dello chef de cave non è molto diverso da quello di uno stilista. La creatività è la stessa, così come la capacità di selezionare e assemblare elementi in maniera abituale, come degli accordi nel vino e nella moda, giocando a volte a rompere gli schemi”. Il mondo del tessuto è un’esperienza che si lega con l’esperienza tattile. Una degustazione insolita, in cui ancora una volta il mondo dello champagne ha dimostrato di sperimentare, in una combinazione unica dove il tatto ha avuto la parte predominante. Dopo un inizio un po’ titubante in cui i fortunati partecipanti si sono fatti guidare dall’aspetto visivo, ma una volta rotto il ghiaccio armati di forbici e tanta creatività, ci si è lasciati andare a un pairing tra un sorso di champagne e la ricerca del tessuto giusto. Su un quadernetto si annotavano le sensazioni, un assaggio e via nel banco dei tessuti alla ricerca della stoffa giusta. Nel mentre Chiara Giovoni degustava, con una piccola avvertenza: assemblaggio e stile. Perché nella scelta dei vini ci si è concentrati solo sui millesimati, in cui far esprimere oltre alle caratteristiche della Maison anche quelle dell’annata, raccontata in maniera dettagliata da una vera ambasciatrice. Si è iniziato con un Brut Millésimé 2007 Laurent Perrier per lasciarla esprimere un’annata delicata. Poi due campioni dell’annata 2008, la Cuvée Dame de la Renaissance 2008 e il Grand Cru Pinot Noir Vintage 2008 Nicolas Feuillatte, per esaltare la 2008 definita l’annata del secolo, almeno parlando del nuovo millennio. Poi è stato il turno ancora di un 2008 con il Vintage Rosé 2008 Veuve Clicquot, infine chiusura con Vintage 2009 Pol Roger Brut.

Si è parlato di texture, di consistenza, di struttura, di trama. Un viaggio alla ricerca dei tessuti, la iuta, la canapa, il lino, la flanella, il taffetà, il cotone, la lana, la seta o il velluto. Un abbinamento davvero e suggestivo, in cui ricercare le similitudini tra vitigni come Chardonnay e Pinot Noir, pensare ai terreni argillosi, alle diverse annate, così come ai dosaggi e alle acidità. La conferma dell’universo champagne ancora in grado di fare la differenza non solo nel bicchiere ma anche nel modo di accostarsi alla degustazione. I numeri vedono l’Italia come il settimo paese nella classifica mondiale dell’export a volume di champagne, con 7.366.563 bottiglie spedita nel 2007 verso l’Italia, con un aumento dell’11,1% rispetto al 2016. Circa l’8% la quota di champagne millesimati e Cuvée speciali che arrivano in Italia, sono 626 i marchi presenti sul mercato italiano, con circa l’85% la quota di mercato delle Maisons e il restante 15% appannaggio di récoltants e cooperative.

INFO: https://www.champagne.fr/it/comite-champagne/bureau/bureau/italia

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

DonQ Rum distribuito da Ghilardi Selezioni

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Tatto Insolita Toccare Tasting Degustazione Bureau Du Champagne Sparkling Wine Moda Degustazione Vino Champagne


ARTICOLI COLLEGATI:

Vinitaly al ritmo Progressive per Compagnia dei Caraibi

10/04/2019 - Un Vinitaly al ritmo Progressive quello di Compagnia dei Caraibi, prendendo spunto dal progetto Progressive della compagine torinese di portare in giro per il mondo la li...

Taste alto Piemonte: i migliori assaggi di Nebbiolo e tanto altro a Novara

01/04/2019 - Figli tutti del magico, sfaccettato ed unico terroir che contraddistingue l’areale produttivo dell’Alto Piemonte. Il Monte Rosa a spiccare su tutto insieme al clima, infl...

Champagne Pommery accompagna le Stelle della Guida Michelin The Best of

28/03/2019 - Giovedì 28 marzo nello Showroom Experience Pommery in Milan, è stato celebrato il 40esimo Anniversario della Cuvée Louise, la cuvée di eccellenza della storica Maison. Co...

I vini rivoluzionari delle giovani produttrici del vino a Vinitaly 2019

25/03/2019 - Per le Donne del Vino, Vinitaly 2019 si apre domenica 7 aprile (ore 15 sala Tulipano, Palaexpo) con i vini rivoluzionari delle giovani produttrici. Una degustazione che c...

Champagne 2018: giro d’affari globale in crescita a € 4.900 Mn, di cui 159 in Italia

18/03/2019 - Il giro d’affari globale dello Champagne nel 2018 ha raggiunto un nuovo record con 4,9 miliardi di euro (+ 0,3% rispetto al 2017). Nel 2018 l’Italia prosegue la sua cresc...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

venti − quattro =