Pinterest LinkedIn

Dalle Anteprime che quest’anno sono slittate a marzo, la Toscana del vino sempre più rock ha pescato dal cilindro la PrimAnteprima 2022, una conferenza stampa di presentazione degli eventi delle giornate successive, con una super protagonista indiscussa, Gianna Nannini. “Fare vino è come fare rock, è un lavoro di squadra”- ha dichiarato la cantante toscana a Firenze nella giornata inaugurale della settimana delle Anteprime di Toscana del vino di cui è testimonial, insieme sul palco tra gli altri anche il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. Una vignaiola rock, titolare della Certosa di Belriguardo, che ha raccontato il suo legame con il mondo del vino con l’azienda agricola di famiglia rilevata nel 2006, 75 ettari di cui 8 coltivati a vigneto nel cuore della zona del Chianti dei Colli Senesi, a pochi chilometri da Siena.

 

Dopo l’antipasto si entra nel vino con le Anteprime di Toscana, dal 20 al 25 marzo fari accesi sulle nuove annate del vino in uscita sul mercato. Una regione guida nel settore vinicolo d’Italia, tante denominazioni importanti con vini storici ed etichette diventate di culto anche tra i collezionisti, il business del vino in Toscana nel 2021 ha registrato un export da 1,1 miliardi di euro, segnando un +16% rispetto al 2020. Analizzando solamente i dati delle fascette Doc, a volume superati gli 800.000 ettolitri (+7,4%), per un controvalore di 625 milioni di euro (di cui 604 nel segmento dei rossi), con un incremento del 15% su base annua. Tra i mercati di riferimento del vino toscana in vetta alla classifica gli Stati Uniti, seguiti da Germania, Canada, Svizzera e Gran Bretagna. Un fenomeno vinicolo capace di attirare turisti da tutto il mondo, che quando pensano all’Italia enoica guardano sempre alle colline toscane diventate celebri in tutto il globo.

Da oggi si inizia a fare sul serio con il via della “Settimana delle Anteprime di Toscana”, dove i Consorzi presentano le nuove annate. Si parte a Firenze domenica 20 marzo con “Chianti Lovers & Rosso Morellino”, a cura del Consorzio Chianti e del Consorzio Morellino di Scansano, lunedì 21 e martedì 22 marzo si passa il testimone alla “Chianti Classico Collection”, a cura del Consorzio Chianti Classico con focus sulla suddivisione in Unità Geografiche. Martedì 22 e mercoledì 23 marzo “Anteprima della Vernaccia di San Gimignano”, a cura del Consorzio Vernaccia di San Gimignano, fra le celebri torri dell’incantevole borgo toscano. Mercoledì 23 e giovedì 24 marzo “Anteprima del Vino Nobile di Montepulciano”, a cura del Consorzio Nobile di Montepulciano Toscana, venerdì 25 marzo si torna a Firenze per “Anteprima L’Altra Toscana”, a cui partecipano il Consorzio di Carmignano, Consorzio Chianti Rufina, Consorzio Colline Lucchesi, Consorzio Doc Cortona, Consorzio Maremma Toscana, Consorzio Montecucco, Consorzio Orcia, Consorzio Terre di Casole, Consorzio Terre di Pisa, Consorzio Doc Valdarno di Sopra.

La produzione del vino in toscana si attesta a 2,04 milioni di ettolitri di vino, il 7% in meno rispetto all’anno precedente, secondo i dati raccolti da Artea sulla vendemmia 2021, un dato che registra la produzione toscana 2021 tra le più basse rispetto agli ultimi 5 anni. Un calo dovuto sua alle gelate primaverili e alle scarse precipitazioni estive, in un quadro nazionale di fatto invariato rispetto all’anno precedente. La Toscana rappresenta una parte importante della produzione di vini Dop, con 1,3 milioni di ettolitri di vino Dop imbottigliato, nel 2020 la Toscana ha rappresentato l’8% del totale italiano, (16,5 milioni di ettolitri). La quota toscana sale all’11% in termini di valore del prodotto imbottigliato. Secondo le prime stime sui dati 2021, il prodotto imbottigliato è cresciuto nelle Dop dell’8% circa rispetto al 2020 attestandosi sopra 1,4 milioni di ettolitri. Solamente il Chianti, rappresenta la metà del totale del volume imbottigliato, seguito da Chianti Classico, con 20%.

INFO: www.anteprimetoscane.it

 

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Scrivi un commento

19 + dieci =