Pinterest LinkedIn

Spazio all’Emilia Romagna  in questa anticipazione dei vini premiati dalla Guida Tre Bicchieri 2020 di Gambero Rosso.

 

Non c’è niente come viaggiare lungo la via Emilia per cogliere le tante realtà vinicole regionali che mutano drasticamente da Provincia a Provincia, dai Colli Piacentini a quelli Bolognesi, passando per le vaste terre del Lambrusco.

Tre Bicchieri 2020 Emilia Romagna. L’Emilia

Se Bologna è ormai lanciatissima nella produzione del Pignoletto, in tutte le varianti possibili, con sottozone e allargamento della denominazione, dalle parti di Piacenza i segnali più interessanti arrivano soprattutto dalla malvasia di Candia aromatica e dal Metodo Classico, il che non deve stupire data la contiguità territoriale con l’Oltrepò Pavese. Quanto al Gutturnio, finché coesisteranno la versione frizzante, più tradizionale, e quella ferma, capace di dare risultati piuttosto interessanti, sarà difficile promuoverlo in modo efficace, a maggior ragione vista la cronica latitanza del Consorzio.

Sui Colli di Parma si va un po’ in ordine sparso, affiancando vitigni internazionali a vitigni autoctoni, con alcune realtà virtuose ma l’assenza di una visione d’insieme.

Visione d’insieme che di certo non manca in zona Lambrusco, a Reggio Emilia e, soprattutto, a Modena, dove il Sorbara – seppur in un’annata non felicissima come la 2018 – gioca il ruolo del mattatore, mettendo d’accordo le grandi cantine e le piccole aziende famigliari.

 

Wine Marketing Agra
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

 

Tre Bicchieri 2020 Emilia Romagna. La Romagna

La dialettica e la complementarietà tra realtà diverse, specie nei numeri e nelle dimensioni, è ovviamente anche la cifra della Romagna. Grandi gruppi a braccetto con realtà medio piccole, a volte minuscole, capaci di disegnare un quadro d’insieme a tinte forti, in evoluzione positiva su ogni fronte.

Siamo in uno dei regni indiscussi del sangiovese, innegabile che molte idee ed energie siano rivolte a questa grande varietà, ormai da qualche anno, tanto che nella regione è codificata una mappa dettagliata di menzioni geografiche, rivendicate da alcuni dei produttori più interessanti in circolazione. Carta a parte, è comunque sempre più chiaro, bicchiere alla mano, tracciare percorsi che territoriali e significativi scostamenti, a partire ovviamente da una solida base comune.

Molte le altre varietà in cui la regione si cimenta, tra autoctoni rari e quasi dimenticati, fino a poco tempo fa, e grandi varietà internazionali. Menzione per quelle a bacca bianca, sempre più considerate, tra cui la sempre più diffusa albana e l’intrigante rebola.

I migliori vini dell’Emilia Romagna premiati con Tre Bicchieri 2020

  • Callas Malvasia 2017 – Monte delle Vigne
  • Lambrusco di Sorbara del Fondatore 2018 – Cleto Chiarli Tenute Agricole
  • Lambrusco di Sorbara Leclisse 2018 – Alberto Paltrinieri
  • Lambrusco di Sorbara V. del Cristo 2018 – Cavicchioli
  • Reggiano Lambrusco Brut Cadelvento Rosé 2018 – Venturini Baldini
  • Reggiano Lambrusco Concerto 2018 – Ermete Medici & Figli
  • Romagna Albana Secco Vitalba 2018 – Tre Monti
  • Romagna Sangiovese Predappio Il Sangiovese 2018 – Noelia Ricci
  • Romagna Sangiovese Predappio Le Lucciole Ris. 2016 – Chiara Condello
  • Romagna Sangiovese Sup. Avi Ris. 2016 – San Patrignano
  • Romagna Sangiovese Sup. Predappio di Predappio V. del Generale Ris. 2016 – Fattoria Nicolucci
  • Romagna Sangiovese Sup. Primo Segno 2017 – Villa Venti
  • Romagna Sangiovese Sup. Tre Miracoli 2018 – Le Rocche Malatestiane

 

Fonte: www.gamberorosso.it/tag/tre-bicchieri-2020/

 

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

4 × 5 =