Carlo Carnevale
| Categoria Notizie Bevande Analcoliche | 819 letture

Troppa caffeina: nel Regno Unito vietata la vendita di energy drink ai minori

Vendita Caffèina Energy Drink Relentless Vietata Regno Red Bull Unito Monster Energy Troppa Energy Drink Minori

Energy Unito Troppa Energy Drink Red Bull Monster Energy Vietata Drink Vendita Relentless Caffèina Minori Regno

A cura di

© Riproduzione riservata


Troppo zucchero, troppa caffeina. Di conseguenza livelli di aggressività e nervosismo troppo alti. Il Regno Unito combatte il consumo di energy drink trai più giovani, vietando la vendita di questi prodotti ai minori di 16 anni. Dal 12 marzo, alla maggioranza dei principali supermercati targati UK sarà quindi imposto il limite. Salute e comportamento dei giovani sono al centro di studi e preoccupazioni, e questa è la prima contromossa della politica britannica, per altro autoincentivata dagli stessi distributori.

Annuario Bevitalia Acque Minerali, Bibite e Succhi Beverfood Acquista Ora o scarica gratis in pdf
Annuario Bevitalia Acque Minerali, Bibite e Succhi Beverfood Acquista Ora o scarica gratis in pdf

Asda, Aldi, the Co-op, Lidl, Morrisons, Tesco, Sainsbury’s e Waitrose sono le catene protagoniste del divieto, tutte aderenti volontariamente alla campagna. Chiunque tenterà di acquistare prodotti con un contenuto maggiore di 150mg di caffeina, dovrà certificare la propria età con un documento. L’ultima catena ad aderire, Boots, è anche l’unica non relativa a supermercati; la spinta propulsiva era arrivata da Waitrose, che a gennaio aveva già dato l’ok per procedere in questa direzione. Un portavoce di Boots ha riferito: “Aiutare i nostri clienti verso una vita più sana è da sempre uno dei nostri obiettivi principali. Abbiamo deciso di muoverci in questo senso dopo aver ascoltato le preoccupazioni del nostro pubblico circa il sempre più diffuso utilizzo di queste bevande ad alto contenuto di zuccheri e caffeina”.

Drink come Red Bull, Relentless, Monster Energy e Rockstar hanno visto impennare il proprio utilizzo, con la stragrande maggioranza dei consumatori appartenenti alla fascia dei teenagers, se non addirittura dei bambini. A nulla serve la politica delle case produttrici, secondo la quale le etichette dei prodotti devono chiaramente avvertire che il consumo di soft drink con più di 150mg di caffeina è indicato per un pubblico adulto, recitando così: “Alto contenuto di caffeina. Non indicato per bambini, donne incinta o persone sensibili alla caffeina”.

Guida Guidaonline Bibite e Succhi Beverfood bevande analcoliche energy sport drink thè caffè freddi succhi nettari
GuidaOnline Bibite e Succhi Beverfood.com Bevande Analcoliche bibite mixology thè e caffè freddi energy sport drinks Succhi Nettari Bevande Frutta Funzionali Horeca Concentrati

Già lo scorso anno era arrivata una richiesta dell’unione degli insegnanti (NASUWT), che spingeva per vietare la vendita di queste bevande agli under 16, a prescindere dalla catena o dal negozio, e sopratutto nelle scuole. Il segretario generale Chris Keates aveva detto alla BBC: “Gli altissimi livelli di caffeina e zucchero contenuti nei drink hanno un impatto negativo sul comportamento degli alunni, e gli insegnanti sono constretti a pagarne le conseguenze. C’è una mancanza cronica di attenzione e consapevolezza circa gli effetti e gli impatti a lungo termine che queste bevande hanno sugli alunni: i genitori credono che siano semplici bevande gassate”.

A loro si sono uniti gli esperti di medicina, così come l’associazione Action on Sugar, o il celebre TV chef Jamie Oliver: “Vedere che anche un brand di prodotti per la salute come Boots si unisce al divieto è un’ottima cosa” ha detto Oliver. “I nostri negozianti stanno muovendosi nella direzione giusta per la salute dei nostri bambini, e adesso anche il governo deve fare la sua mossa”.

La Food Standards Agency ha dichiarato che gli energy drinks possono arrivare a contenere le stesse percentuali di caffeina che si ritrovano in una tazza di caffé solubile o tre lattine di cola (80mg in 250ml). Lo scorso gennaio, il primo ministro Theresa May  aveva promesso di rafforzare i controlli sulle bevande dopo la morte del venticinquenne Justin Bartholomew, suicidatosi dopo aver consumato 15 lattine al giorno per svariati mesi. La famiglia ritiene che le bevande possano aver innalzato i livelli di ansia e aver contribuito al suo gesto estremo.

© Riproduzione riservata

Vendita Regno Caffèina Unito Energy Troppa Drink Minori Vietata Energy Drink Red Bull Relentless Monster Energy



Annuario Bevitalia Acque Minerali Bibite e Succhi Soft Drinks Acquista

ARTICOLI COLLEGATI:

PepsiCo lancia Mountain Dew Energy ed entra nel mercato italiano degli energy drink

25/06/2012 - PepsiCo Beverages Italia annuncia il lancio nel nostro paese del nuovo Mountain Dew Energy: l’energy drink dall’inconfondibile gusto di limone, che dona energia grazie al...

PIANETA BIRRA, BEVERAGE & CO.: PRONTI, VIA!

06/02/2007 - Pianeta Birra, Beverage & Co. è pronto ad aprire i battenti e ad accogliere espositori e visitatori da sabato 10 a martedì 13 febbraio a Rimini Fiera. La kermesse sul bev...

MOUNTAIN DEW ENERGY ricarica l’estate 2013 con un tour itinerante dedicato agli sport d’azione

06/06/2013 - Mountain Dew Energy, l’energy drink che ricarica grazie alla caffeina e rinfresca grazie al suo gusto unico al limone, da giugno a settembre disseterà la penisola in un t...

PARTE LA NUOVA RED BULL SIMPLY COLA: IL TORO ROSSO VA ALL’ATTACCO DI COCA-COLA

27/03/2008 - Red Bull, l'industria regina degli energy drinks, è pronta a lanciare una nuova cola completamente naturale con il marchio di Red Bull Simply Cola, il terzo prodotto dell...

Il mercato internazionale delle BIBITE ANALCOLICHE a fine 2012

30/01/2014 - Nel 2012 si sono consumati nel mondo poco più di 238 miliardi di litri di bibite analcoliche pre-confezionate (dati Global Drinks) con un incremento dell’1,7% rispetto al...

Assobibe: gli energy drink sono prodotti sicuri per la salute se consumati con moderazione

12/06/2012 - Relativamente all’allarme lanciato dall'Agenzia di sicurezza alimentare francese (Anses) sui rischi legati a un consumo improprio di bevande energizzanti (c.d. energy dri...

COCA-COLA HBC ITALIA E’ DIVENTATA ORA LA PIÙ GRANDE IMPRESA DEL BEVERAGE SUL MERCATO ITALIANO

17/12/2009 - Ricerche e Studi spa di Mediobanca ha pubblicato lo studio annuale sui bilanci 2008 delle principali società italiane. Sulla base di questi dati e di altri provenienti da...

STARBUCKS PROSEGUE NELLA DIVERSIFICAZIONE: AVVIA UNA CATENA DI JUICE STORE E LANCIA UNA LINEA DI ENERGY DRINK ALLA FRUTTA

27/03/2012 - Nel novembre scorso, in occasione dell'acquisizione da parte di Starbucks della società di succhi Evolution Fresh, Mr. Howard Schultz , presidente e amministratore delega...

SIMEI 2005 – DOSSIER MERCATI BIBITE

11/12/2005 - Nel mondo si consumano circa 250 miliardi di litri annui di bibite dolci rinfrescanti (lisce e gassate), pari ad un pro-capite medio annuo di circa 40 litri. ...

Assobibe denuncia il crollo dei consumi di bibite gassate in Italia

09/04/2018 -   Gli italiani bevono sempre meno aranciate, gassose, chinotti, cole, e più in generale bibite gassate. Sarà per le diete e anche per ragioni economiche il fatto ...

Accordo quadro di BAM Energy Drink con il gruppo distributivo INTESA GDI di Roma

14/05/2013 - BAM l’energy drink per chi ama divertirsi con personalità , ha stretto un accordo quadro con il Consorzio Intesa Gdi di Roma, i cui distributori, fortemente vocati verso ...

ENERGY DRINK: l’Oms richiede una regolamentazione della pubblicità e vendita

13/11/2014 - Le preoccupazioni della comunità scientifica e dell’opinione pubblica sui potenziali danni alla salute degli energy drink sono sostanzialmente fondate. È ciò che emerge d...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

cinque + 10 =