beverfood
| Categoria Notizie Birra | 3548 letture

L’Unesco nomina la birra belga patrimonio culturale dell’umanità

Culturale Birre D'abbazia Birra Trappista Umanità Birra Belga Birra Nomina Birre Saison Belga Unesco Weiss - Weizen - Birra Di Frumento - Blanche - Wit Patrimonio Lambic

Unesco Birre Saison Belga Umanità Birra Belga Culturale Weiss - Weizen - Birra Di Frumento - Blanche - Wit Nomina Birra Trappista Birre D'abbazia Lambic Patrimonio Birra

La cultura della birra in Belgio – ha stabilito l’Unesco nella sua ultima assemblea ad Addis Bbeba- merita di figurare nella lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità. Secondo la convenzione Unesco del 2003 “il patrimonio culturale immateriale comprende le tradizioni ereditate dai nostri avi e tuttora praticate, grazie alla trasmissione di generazione in generazione”.

bieres-belges-3

Come sottolinea un comunicato dell’Unesco, la produzione e l’apprezzamento di birra sono parte del patrimonio vivente di molte comunità in tutto il Belgio. Questa cultura ha un ruolo nella vita di tutti i giorni e durante gli eventi festivi. Quasi 1.500 tipi di birra sono fabbricati nel paese utilizzando vari metodi di fermentazione. Dagli anni ’80, la birra artigianale è diventata particolarmente popolare. Diverse regioni sono noti per la loro varietà specifiche e alcune comunità trappiste fanno anche la birra con i profitti devoluti in beneficenza. Inoltre, la birra viene utilizzata in cucina ed, in particolare, per la fabbricazione di prodotti come i formaggi lavati con birra.  Come nel caso del vino, la birra può essere associata con alcuni alimenti per fornire nuovi sapori. Diversi produttori di birra lavorano con le comunità su larga scala per promuovere il consumo di birra responsabile. Inoltre, la cultura della birra è ormai concepita come una pratica sostenibile; imballaggi riciclabili sono incoraggiati e sono state sviluppate nuove tecnologie per ridurre il consumo di acqua durante la produzione.

Annuario Birre Italia Birritalia Beverfood.com
Annuario Birra Italia Birritalia beverfood.com

Oltre ad essere trasmessi a casa e all’interno di circoli sociali, la conoscenza e il know-how sono trasmessi dai mastri birrai che gestiscono corsi di fabbriche di birra e corsi di specializzazione per la formazione degli operatori interessati. : “Il dossier – sottolineano le autorità belghe – è stato introdotto all’Unesco dalla Comunità Germanofona, a nome di tutto il Belgio, con il sostegno dell’organizzazione dei birrai, di varie associazioni, di promotori della birra, di ong specializzate e di istituti di formazione. La valutazione del dossier ha richiesto un anno e mezzo e ha superato una selezione molto rigida. Con questa decisione, l’Unesco riconosce la diversità dell’arte della birra belga che non ha rivali in tutto il mondo ed è parte integrante della nostra vita quotidiana e la nostra cultura.”

 

Scarica gratis la Guidaonline Birre & Birre 2018 Beverfood.com con schede di tutte oltre 2000 marche di birra

La cultura della birra è tuttora molto viva in tutto il Belgio: ogni provincia ha i propri birrifici, associazioni, musei, ristoranti e bistrot e organizza avvenimenti e feste che contribuiscono alla creatività e alla diversità del mondo della birra in Belgio.  Diverse pratiche hanno origine locale: le birre Lambic, per esempio, sono tuttora prodotte a Bruxelles e nel Pajottenland, una regione a sudovest della capitale, secondo il principio della fermentazione spontanea. Le birre ‘Saison’ (chiare ad alta fermentazione) vengono prodotte soprattutto in Vallonia, le ‘Vieilles brunes’ (Ale, ad alta fermentazione) nelle Fiandre Occidentali, al pari dei formaggi ‘lavati’ con la birra, tipici di Chimay. Altri Paesi producono birra, ma l’estrema ricchezza e diversità della cultura della birra in Belgio ha fatto sì che l’Unesco abbia deciso di includerla nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità.

+info: http://www.unesco.org/culture/ich/fr/RL/la-culture-de-la-biere-en-belgique-01062

+ COMMENTI (0)

Sant'Anna Beauty il nuovo amico della perlle - C + Collagene idrolizzato forte

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Birre D'abbazia Nomina Lambic Weiss - Weizen - Birra Di Frumento - Blanche - Wit Umanità Belga Culturale Birre Saison Birra Trappista Birra Patrimonio Unesco Birra Belga


Annuario Birra Birritalia beverfood

ARTICOLI COLLEGATI:

Non ci sono più le Saison di una volta: sei birre per diverse interpretazioni in stile

28/04/2019 - Non ci sono più le Saison di una volta. Non parliamo di mezze stagioni o di bizze del clima, ma di stili birrai. La Saison gode di una fama e riconoscibilità molto ampia,...

Chimay: è in arrivo la Grande Réserve Barrique “edizione 04/2019”

15/04/2019 - Dal 2015 il birrificio di Chimay ha intrapreso un percorso dedito a valorizzare una piccola quantità limitata della birra più emblematica della gamma prodotta dai monaci ...

Schneider Weisse cambia veste: nuove etichette che valorizzano la tradizione brassicola bavarese

20/02/2019 - Schenider Weisse, il più antico produttore di birre di frumento ha deciso di rinnovare il look delle etichette, puntando sulla semplicità a favore della tradizione, vero ...

Le birre trappiste di Chimay: qualità senza compromessi

11/02/2019 - Quello che contraddistingue le birre trappiste è il rispetto di minuziose regole produttive e di determinati valori etici, che si riflettono anche sul logo esagonale conc...

Il posto migliore al mondo per bere birra? è in Belgio e apre una volta a settimana…

31/01/2019 - Anche quest'anno il sito americano RateBeer ha reso pubblici i risultati dei suoi "RateBeer Best Awards" annuali, che elencano vari e categorie, tra cui i migliori 50 loc...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

12 + 3 =