Pinterest LinkedIn

IVS Group S.A chiude il 2016 con un fatturato complessivo pari a Euro 362,3 milioni, +4,2% circa rispetto a Euro 347,7 milioni del 2015.. Utile netto: Euro 16,9 milioni (dopo gli utili di terzi per Euro 1,6 milioni). Completate nel corso dell’anno 2016 acquisizioni tra società e rami d’azienda, in Italia, Francia e Svizzera, per un controvalore di circa Euro 11,5 milioni, che contribuiranno ad incrementare il livello di efficienza del Gruppo nel corso del 2017.

Il numero delle erogazioni complessive del gruppo nel 2016 ha raggiunto il suo massimo storico, salendo da 694,9 a 718,3 milioni; un aumento +3,4%, derivante sia dalla crescita per vie esterne, sia dalla capacità di IVS di acquisire nuovi clienti in misura superiore al fisiologico e peraltro bassissimo churn-rate. I ricavi consolidati al 31 dicembre 2016 ammontano a 362,3 milioni di Euro, +4,2% rispetto al 2015. I ricavi caratteristici del core business del vending sono cresciuti del 4,2% (da 319,9 a 333,4 milioni di Euro); cresce il fatturato in Italia (+3,9% circa sul 2015), in Spagna (+5,0%), in Francia (+7,3%) e cala in Svizzera (-14,4%; ma meno di Euro 0,1 mln in valore assoluto, vista la piccola dimensione di IVS in tale mercato sino ad oggi). In aumento il fatturato dell’attività del comparto gestione moneta (divisione Coinservice), +14,6% circa sul 2015.

La crescita del fatturato nel vending è stata del 0,1% a perimetro costante (+0,6% escludendo il segmento dei distributori semi automatici, OCS-Office Coffee Service) rispetto al 2015 e del +1% circa a parità di giorni lavorativi; la variazione dei volumi a perimetro costante e a parità di giorni lavorativi è stata di -0,8% (-0,6% per la sola Italia e -0,3% escluso l’OCS). L’andamento dei volumi conferma il progressivo esaurimento degli effetti della crisi dei consumi registrati negli anni precedenti. In effetti, nel quarto trimestre 2016, l’andamento a perimetro costante è stato positivo, +0,3% nei volumi e +2,3% nelle vendite, al netto dell’effetto dei giorni lavorativi e dell’OCS. E’ opportuno ricordare che nel terzo trimestre 2016, il clima fresco ha causato un calo nelle vendite di bevande per quasi 4 milioni di pezzi (-8,6% sul corrispondente periodo del 2015), influenzando i risultati annuali, con minor di fatturato di circa Euro 2,2 milioni.

Con riguardo al segmento OCS, che rappresenta il 5% circa del fatturato consolidato derivante dall’attività di vending, va considerato che IVS Group detiene una partecipazione pari al 50% (pertanto consolidata solo a patrimonio netto) in Cialdamia S.r.l. e nella sua controllata MB Web Sas in Francia, che nel 2016 hanno venduto attraverso il canale web complessivamente circa 15 milioni di cialde di caffè (per un fatturato di circa Euro 4,2 milioni). Sempre nel segmento OCS, nel quarto trimestre 2016, a seguito della stipula (avvenuta ad ottobre) dell’accordo di distribuzione in esclusiva, su gran

parte dell’Italia, della linea professionale delle capsule di caffè Nespressotm, i volumi sono aumentati del 38,6% rispetto al corrispondente periodo 2015.

L’aumento del prezzo medio per erogazione è stato dello 0,8%, influenzato significativamente dal product mix, che durante l’estate, a causa del clima più fresco, ha visto il calo dei consumi di bevande, caratterizzate da prezzi unitari più elevati.

Il fatturato delle acquisizioni realizzate nel corso dell’anno (Euro 8,1 milioni pro rata temporis) ha contribuito per circa il 2,2% ai ricavi consolidati.

Nel corso del 2016 è stata resa disponibile su quasi 3.000 distributori automatici l’applicazione CoffecAppTM , che consente l’utilizzo di smart phone per l’acquisto e il pagamento dei prodotti. A fine 2016 gli utilizzatori della app sono oltre 30.000, con incrementi del numero di utenti e delle vendite nell’ordine del 1000% rispetto al 2015. Il gruppo IVS ha mantenuto nel corso dell’anno la propria politica di investimenti, sia per il continuo adeguamento del parco macchine, sia in nuove tipologie di distributori, dotati di tecnologie innovative e rivolti a nuove nicchie di mercato (bevande di formato large e con gusti personalizzabili), che hanno trovato successo tra i consumatori.

Il presidente di IVS, Cesare Cerea, con riguardo all’anno concluso e alle prospettive per il 2017, ha commentato:  “L’andamento del 2016, con risultati record, sino ad oggi, conferma la validità delle azioni e degli investimenti aziendali e rappresenta un’eccellente base per ulteriore crescita, grazie anche a uno scenario di mercato che, almeno nell’avvio del 2017, pare relativamente favorevole. Le importanti operazioni effettuate tra fine 2016 e inizio 2017 consentono di ipotizzare nuovi sviluppi, in Italia e all’estero, in tutti i segmenti di mercato in cui opera il nostro gruppo.  L’obiettivo di IVS resta quello di consolidare la propria leadership non solo in Italia, in un contesto di eccellenza nella qualità di servizio, nell’organizzazione, nella ricerca dell’innovazione, nei risultati economici e nella solidità finanziaria”.

IVS Group S.A.

è il leader italiano e terzo operatore in Europa nella gestione di distributori automatici e semiautomatici per la somministrazione di bevande calde, fredde e snack (vending). L’attività si svolge principalmente in Italia (85% del fatturato), in Francia, Spagna e Svizzera, con circa 156.000 distributori automatici e semiautomatici, una rete di 75 filiali e poco meno di 2.400 di collaboratori. IVS Group serve più di 15.000 aziende ed enti, con oltre 700 milioni di erogazioni all’anno.

 +info: Marco Gallarati  investor.relations@ivsgroup.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Scrivi un commento

tredici − nove =