Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Ci sono delle nobiltà nel mondo del vino che le volte sembrano perdere il loro status in favore di viti e uve più facili e più alla moda.

Ne è un esempio Il Malbec, una varietà di uve francese una volta molto diffusa nel Bordolese, ma che ha visto decadere il proprio posto nei cuori dei coltivatori in favore del Merlot, vitigno decisamente più facile da coltivare e decisamente noto ormai in tutto il mondo.

Ma il Malbec è un combattente, e non si è arreso a questa declassazione. Si è quindi trasferito nella splendida regione vinicola del Cahors, dove ha creato il proprio nuovo regno.

È oggi il vitigno rosso più piantato, e produce vini interessanti e intensi.

Un’eccellenza assoluta all’interno di questo DOC è Vignobles Laur, un’azienda vinicola che non solo è riuscita ad affermarsi a livello nazionale con i propri vini, ma ha saputo portare il Malbec nel XXI secolo con proposte innovative.

Infatti la loro gamma Paradoxe (paradosso in italiano) ha creato nuove identità per questo vino, lontane dal percepito tradizionale.

Nascono così le versioni bianca e rosè, due vini che hanno fatto impazzire gli appassionati, rilevando le immense potenzialità di queste uve.

Soprattutto la versione rosata ha ricevuto moltissimi riconoscimenti, piazzandosi tra i primi 100 vini rosè di Francia.

E il successo trascende i confini nazionali, infatti il vino è già presente in molti paesi Europei e oltreoceano.

In Italia non è ancora arrivato, ma l’azienda sta solo aspettando il partner giusto per portare anche da noi i vini dell’unicorno.

+info: www.vignobles-laur.fr/

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Joybrau - Birra Analcolica Proteica per gli sportivi - 7g e 15g proteine + 3g BCAA

Scrivi un commento

sedici − 9 =