Carlo Carnevale
| Categoria Notizie Vino | 1211 letture

Vino italiano contaminato con lo zucchero: una truffa da 12 milioni di euro

Italiano Filiera Vino Italiano Contaminato Vino Zucchero Vino Italiano Truffa Import

Filiera Vino Italiano Zucchero Truffa Vino Italiano Contaminato Italiano Import Vino

A cura di

© Riproduzione riservata

Quattro arresti domiciliari, e altri cinque soggetti con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. È il risultato di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord e realizzata dalla Guardia di Finanza di Caserta in collaborazione con gli ispettori dell’Icqrf (l’Ispettorato centrale della tutela della Qualità e della Repressione Frodi agroalimentari) del ministero delle Politiche Agricole. L’accusa è quella di aver importato illegalmente zucchero principalmente dall’Est Europa, poi venduto a produttori di vino italiani per alterare il contenuto delle bottiglie.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

I reati contestati sono quelli di associazione per delinquere, frode nell’esercizio del commercio, vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine, falsità in registri e notificazioni, dichiarazione fraudolenta tramite fatture per operazioni inesistenti, omessa dichiarazione fiscale, emissione di fatture per operazioni inesistenti ed autoriciclaggio. Il sequestro ha inoltre riguardato beni immobili e partecipazioni finanziarie per circa 12 milioni di euro, coinvolgendo in tutto 36 persone.

Sebbene ogni nazione abbia una diversa legislazione in tema di produzione vinicola, in Italia non si può aggiungere zucchero dal 1965. È invece concesso l’utilizzo di quello che viene definito mosto concentrato rettificato, liquido o solido che sia, per aumentare il contenuto di zucchero nel prodotto, quando particolari condizioni climatiche o ambientali costringono a farlo. Lo scopo dell’aggiunta è quello di elevare il grado alcolico del vino, quando l’uva non ha avuto la possibilità di maturare come avrebbe dovuto a causa delle intemperie. Di conseguenza, gli zuccheri destinati alla fermentazione sono meno.

 

Imprese attive solo sulla carta, inadempienti ai controlli fiscali, acquistavano ingenti quantità di saccarosio da Slovenia, Serbia, Croazia e Mauritius, piazzandole poi a prezzi irrisori (in quanto eludenti le tasse) agli imprenditori conniventi e colpevoli già soltanto di detenere zucchero nelle proprie aziende proprio perché illegale. Circa 900 le tonnellate sequestrate. Il divieto dell’uso del saccarosio per la produzione del vino rappresenta una delle battaglie più decise combattute in Europa dai produttori italiani. L’aumento della gradazione alcolica dei mosti e dei vini consente di piazzare sul mercato bottiglie a costi inferiori e molto più concorrenziali rispetto ai produttori che invece si affidano ai metodi tradizionali e legali di vinificazione, producendo così serie distorsioni sul mercato.

(Credits: Sole 24 Ore)

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Nardini 240 anni - 1779 Bortolo Nardini Distilleria a Vapore

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Vino Italiano Filiera Vino Italiano Contaminato Vino Truffa Zucchero Italiano Import


ARTICOLI COLLEGATI:

I vincitori del Concorso
“Il Meridiano Del Vino” per la comunicazione e promozione più innovativa

10/04/2019 - I riconoscimenti per la comunicazione e promozione più innovativa del vino italiano sono stati assegnati a Tasca d’Almerita, Marchesi di Barolo, Siddùra e al Drago e la F...

Valorizzare i vini a denominazione d’origine e i vini locali nella Grande Distribuzione

08/04/2019 - Di fronte ad un aumento medio dei prezzi del vino nei supermercati del 6,5% nel 2018, il consumatore ha ridotto gli acquisti del 3,8%. Tanto più che le promozioni di vini...

Sidro superstar, pronta legge USA per il definitivo boom

14/02/2019 - Non solo birra artigianale. Nei piani dei produttori e soprattutto dei responsabili politici statunitensi è balzato all'occhio l'impatto che il sidro sta avendo sul merca...

Ômina Romana, i pionieri del vino della città eterna

11/02/2019 - Avrebbe potuto dedicarsi al vino nei territori più famosi e votati, coltivando uve già celebri. In principio sarebbe potuto rimanere legato agli ambienti imprenditoriali ...

Federgrossisti: abrogazione registro carico/scarico zucchero

08/02/2019 - Un ulteriore importante risultato conseguito dalla Federgrossisti a favore del comparto, che, in tal modo, viene esonerato da un adempimento molto oneroso sia gestionale ...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

due × 5 =