Carlo Carnevale
| Categoria Notizie Vino | 1063 letture

Torna Vivite, il Festival del vino cooperativo che parla la lingua di tutti

Da sx Denis Pantini, Federico Gordini, Fabio Rolfi, Ruenza Santandrea, Giovanni Luppi e Isidoro Trovato
Da sx Denis Pantini, Federico Gordini, Fabio Rolfi, Ruenza Santandrea, Giovanni Luppi e Isidoro Trovato

Festival Alleanza Cooperative Festival Del Vino Cooperativo Vivite Esportazioni Vini Italia Cooperativo Federico Gordini Parla Export Vini Vino

A cura di

© Riproduzione riservata

Il vino che parla la lingua di tutti, per renderlo accessibile e fruibile anche dall’appassionato meno esperto. Sarà questo l’obiettivo primario della seconda edizione di Vivite, il Festival del vino cooperativo organizzato dall’Alleanza delle Cooperative Agroalimentari, che si terrà il 17 e 18 novembre presso le ex scuderie Le Cavallerizze del Museo Nazionale della Scienza e della Teconologia “Leonardo da Vinci” di Milano.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Non sarà una fiera o una mostra mercato. Sarà un festival, un veicolo per dimostrare la voglia di far conoscere il vino cooperativo italiano e l’alacre motore dei circa 140.000 agricoltori che lo compongono. Tiene a specificarlo Ruenza Santandrea, Coordinatrice Area vino della Alleanza Cooperative Agroalimentari, durante la presentazione del festival, svoltasi al trentanovesimo piano del Palazzo Lombardia: “I consumatori vanno informati, il vino cooperativo va raccontato, non è praticamente mai stato fatto prima. Ci saranno momenti di divertimento e di confronto: cinque talk show con format conviviale dal nome “Pane e Salame”, dove davvero si discuterà di fronte a un calice e un tagliere. Cercheremo di rimodellare e riaffrontare il mondo del vino per renderlo più facile da vivere. Il primo talk show riguarderà appunto il linguaggio del vino, che deve essere svecchiato, poi quattro incontri sulla sostenibilità ambientale, economica, sociale, culturale ed etica. Sarà un’occasione di riflessione e didattica, avremo sette degustazioni guidate dai massimi esperti, il tutto fuso in una kermesse di due giorni“. Con una apprezzabile presenza estera, data la presenza di tre cantine ospiti francesi giunte in nome di un rapporto stretto e collaborativo.

La filosofia di Vivite si dirama in due direzioni di pari importanza: da un lato serve un nuovo prodotto, di rottura, in un mondo un po’ antiquato come quello del vino che spesso va perdendosi in tecnicismi ostili. Le redini della comunicazione sono quindi state affidate a Federico Gordini e alla sua LIevita, già protagonista con la Milano Food Week e il grande successo della scorsa settimana con la Milano Wine Week. “Ci siamo posti come obiettivi la continuità con lo scorso anno, la coerenza e l’evoluzione, e lo strumento principale sarà chiarissimo: l’aggregazione di diversi contenuti, degustazioni, momenti musicali, laboratori. Il crossover garantisce una fruizione diversa e interattiva per conoscere le eccellenze del nostro territorio e trasmettere il nostro messaggio“.

 

Wine Marketing Agra
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

 

Dall’altro serve finalmente evidenziare l’importanza della realtà cooperativa. Il vino cooperativo è esso stesso un’eccellenza in Italia, supportato da numeri mostruosi che troppo spesso passano sotto traccia. Circa la metà delle maggiori produzioni vinicole italiane sono cooperative, la stessa percentuale si ritrova su scala europea. Denis Pantini, responsabile di Nomisma Wine Monitor, è intervenuto per sottolineare l’importanza di un microcosmo così ricco e così complesso, fatto di oltre 480 cooperative, un fatturato da 4.5 miliardi di euro, 9000 dipendenti, e una base sociale di oltre 140.000 realtà. “Il vino cooperativo rappresenta il 22% dell’export italiano, ed è in clamorosa crescita. Solo negli ultimi 5 anni abbiamo registrato una aumento del +44%. Basti pensare che una bottiglia italiana su due finisce in esportazione, e siamo secondo esportatore mondiale per valore (Francia) e volume (Spagna), in un panorama dove i competitors hanno  strutture ben migliori“. La superficie media di un’azienda vinicola italiana, a titolo d’esempio, è di 2 ettari, mentre negli USA è di 27 ettari.

Importante anche la presenza delle istituzioni, testimoniata dall’intervento di Fabio Rolfi, Assessore all’Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi della Regione Lombardia: “L’agricoltura sociale è diventata una chiave nel nostro sistema, fondamentale per esempio nell’inserimento o reinserimento di persone. La Lombardia è inoltre sempre più terra vitivinicola, la nostra agricoltura non è più solo casearia e tradizionale, il vino ha saputo conquistare molto terreno per qualità e distintività, sostenibilità e capacità di stare sul mercato. Si riscontra una vitalità enorme, giovani, donne, lo scorso anno abbiamo evidenziato il record di esportazioni in Lombardia. Questo è un grande evento necessario per dimostrare e sostenere il movimento“.

Fabio Rolfi – Assessore all’Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi Regione Lombardia

 

Sarà infine un punto d’incontro per raccontare l’Alleanza Cooperative Agroalimentari, il cui co-presidente Giovanni Luppi si è detto orgoglioso. “L’ Alleanza annovera 35.000 cooperative agroalimentari, in tutto il settore e in tutte le regioni. Sviluppiamo circa 35 miliardi di euro di fatturato, un quarto del totale agroalimentare italiano, ma spesso siamo più bravi a fare che a dire. I marchi cooperativi sono poco conosciuti e Vivite sarà un trampolino importantissimo. L’Alleanza è nata perché dopo 50 anni di divisione avevamo capito fosse il tempo per aggregare i frammenti, soltanto insieme possiamo stare meglio sul mercato e conseguire i nostri obiettivi fondamentali: integrazione, innovazione, internazionalizzazione. E ovviamente danaro, non è un segreto, altrimenti non avrebbe senso. Ma il primo passo va compiuto con la divulgazione, e il Festival sarà l’occasione perfetta“. Comunicazione e celebrazione, nella lingua di tutti.

 

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Gosling Rum - Distribuito da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Festival Esportazioni Vini Italia Export Vini Vivite Vino Alleanza Cooperative Festival Del Vino Cooperativo Cooperativo Parla Federico Gordini


ARTICOLI COLLEGATI:

Export italiano vino: bene il primo trimestre ma non soddisfatte le aspettative

Export italiano vino: bene il primo trimestre ma non soddisfatte le aspettative

08/07/2019 - Dopo la battuta d’arresto del 2018 torna a crescere, l’export in volume di vino. Nei primi tre mesi del 2019, secondo elaborazioni Ismea su dati Istat, sono stati consegn...

Wine Monitor : i vini rossi toscani Dop leader nel mercato europeo

Wine Monitor : i vini rossi toscani Dop leader nel mercato europeo

18/06/2019 - Vini rossi Dop della Toscana leader nel mercato europeo. Un valore complessivo delle esportazioni nel 2018 pari a 518,6 milioni di euro, contro i 273,7 del Veneto e i 242...

Osservatorio Federvini Wine & Spirits: i punti chiave del settore

Osservatorio Federvini Wine & Spirits: i punti chiave del settore

12/06/2019 - In occasione dell’ultima Assemblea Annuale Federvini è stato lanciato il nuovo Osservatorio Federvini Wine & Spirits, un ‘think tank’ in grado di monitorare l’evoluzi...

Milano Food Week: a maggio il decimo compleanno, sempre guardando al futuro

Milano Food Week: a maggio il decimo compleanno, sempre guardando al futuro

18/04/2019 - "Chi lo avrebbe mai detto". Il primo pensiero di Federico Gordini, mente e patron della Milano Food Week, va alla prima edizione della sua creazione, quella del 2009, qua...

Perlino a Vinitaly: focus sull’export nei mercati mondiali con l’Asti Spumante

Perlino a Vinitaly: focus sull’export nei mercati mondiali con l’Asti Spumante

15/04/2019 - Perlino, realtà storica fondata nel 1905 attiva nel settore spumanti e vermouth, di recente con una sinergia con Dilmoor si è affacciata anche al comparto degli spirits. ...

Successo confermato dai dati 2018 per il Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG 

Successo confermato dai dati 2018 per il Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG 

10/04/2019 - Oggi a Vinitaly, presso lo spazio della Regione Veneto, sono stati presentati i dati economici della Denominazione Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore per l’anno ...

“Il mistero giallo” dell’export in Asia. Calano i volumi esportati, trend da valutare a lungo termine

“Il mistero giallo” dell’export in Asia. Calano i volumi esportati, trend da valutare a lungo termine

08/04/2019 - La Cina sembrava il nuovo Eldorado, ma quest’anno dopo la crescita a due cifre dello scorso anno, si è registrata una battuta d’arresto. Non crescono neanche le vendite d...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

undici − 10 =