Pinterest LinkedIn

Nuova etichetta per Ginarte che omaggia la street art. Il premium dry gin toscano, diventato famoso per mettere insieme arte e bellezza distillata, si cimenta con i codici espressivi contemporanei urbani, con una nuova veste grafica ideata e curata dall’artista romana Manuela Merlo, in arte UMAN. Una nuova etichetta dal linguaggio artistico moderno, giovane e libero da costrizioni e preconcetti, che ben si lega alla filosofia del brand e alla sua bottiglia, ormai vero e proprio oggetto iconico e strumento di comunicazione.

 

Il disegno riportato sulla bottiglia rende ancora protagonista una figura femminile, simbolo e personificazione dello spirito dell’arte e spirito guida, che ispira da sempre l’azienda nella realizzazione delle sue bottiglie dal design colorato e fortemente riconoscibile. Mani giunte e il pennello che tinge il viso della donna con un tratto marcato di colore rosso vivo, che domina la composizione e si protende verso l’esterno. Questi gli elementi distintivi di una connessione simbolica capace di unire gli spettatori all’opera e all’artista attraverso il linguaggio dell’Arte, che va oltre le differenze di genere, di età̀e cultura.

 

Ginarte è un viaggio nella bellezza, è l’unione di 13 botaniche differenti, che, in passato, venivano utilizzate per la preparazione dei pigmenti colorati degli artisti rinascimentali. È l’unione di elementi diversi che, distillati e poi messi insieme, trasmettono emozioni uniche’ afferma Francesco Bargellini, responsabile marketing e commerciale Ginarte – dopo il successo delle collaborazioni e delle etichette precedenti e i risultati ottenuti, volevamo avvicinarci e approcciare forme artistiche nuove, di tendenza, e vicine a un pubblico giovane. Da qui la collaborazione con UMAN e l’incontro con il nostro gin e la nostra bottiglia, che diventa una tela bianca, un muro, un mezzo di espressione e comunicazione per i disegni di Manuela e la sua street art. È questo un progetto che vogliamo portare avanti, continuando a coinvolgere artisti affermati e nuovi talenti capaci di rappresentare visivamente il proprio spirito dell’arte sulle nostre etichette”.

Un inno alla street art come espressione libera, senza confini, e che vede gli spazi urbani come ambienti di lavoro e che instaura una connessione tra l’artista, l’osservatore e l’urbanizzazione stessa, senza alcun limite o costrizione. Un linguaggio universale che si basa sull’emozione, e una forza che unisce anche in momenti di profonde divisioni. “Il punto di forza della street art è sicuramente la fruibilità da parte di un pubblico ampio, è una forma d’arte accessibile, libera da schemi e confini e non confinata tra i muri di un museo – le parole di Manuela Merlo, in arte UMAN, artista e fondatrice di uman_art – ‘muri, oggetti di utilizzo comune, e persino bottiglie diventano spazi liberi su cui disegnare e liberare la propria creatività, rendendoli pezzi unici. Sono elementi totalmente in linea con la filosofia e i progetti di Ginarte, che da sempre mette a disposizione di street artist, designer e artisti la propria bottiglia, come un oggetto su cui creare un’opera unica e veicolare messaggi ed emozioni”.

La bottiglia con la nuova etichetta, che segue quelle realizzate dal pittore olandese Lou Thiessen, reinterpretazione delle opere dell’artista manierista del XVI secolo Pontormo, e le due edizioni dedicate alla famosa artista messicana Frida Kahlo, è disponibile su www.ginarte-drygin.com/shop in formato 700ml, al prezzo di 39,50 €.

INFO www.ginarte-drygin.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Scrivi un commento

cinque + nove =