Pinterest LinkedIn

Il Comitato di Controllo del Giurì dell’autodisciplina pubblicitaria ha censurato la pubblicità dell’acqua minerale Lindos, commercializzata dalla società Bognanco Acque Minerali. Il messaggio, apparso nel mese di agosto 2013 sulla rivista rivista Riza Psicosomatica, attribuisce all’acqua Lindos diverse proprietà benefiche per la salute. Di seguito riportiamo il testo dell’ingiunzione emessa in data dall’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria.

Annuario Acquitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Acquitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

“Il Presidente del Comitato di Controllo, visto il messaggio pubblicitario “Acqua Lindos. Il Magnesio della vita”, relativo al prodotto “Acqua Lindos”, rilevato su “Riza Psicosomatica” – data copertina agosto 2013, ritiene lo stesso manifestamente contrario all’art. 2 – Comunicazione commerciale ingannevole – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. Ad avviso del Comitato il messaggio infatti contiene promesse esorbitanti, suscettibili di indurre in errore il pubblico in ordine agli effetti del prodotto pubblicizzato. Affermazioni quali “Fa bene al cuore e al sistema cardiocircolatorio”, “Tonifica i muscoli”, “È di aiuto nel controllo dei livelli di glicemia nel sangue”, “Riattiva l’intestino”, “Migliora la digestione”, “Contrasta i dolori articolari e muscolari”, “Tratta i sintomi della sindrome premestruale e della menopausa”, “Favorisce la riduzione del peso corporeo” e “Rigenera il cervello, contribuisce a vincere ansia e stress e migliora la qualità del sonno” costituiscono promesse di efficacia del tutto esorbitanti, non plausibili sulla base delle accettate conoscenze di fisiopatologia delle condizioni indicate, e comunque estese ad ambiti di natura terapeutica, per definizione preclusi agli alimenti in generale ed alle acque minerali nello specifico (art. 17, comma 3 del Decreto Legislativo 105 del 25 gennaio 1992), per le quali è tra l’altro prevista una specifica approvazione ministeriale.

Si rileva inoltre che il riferimento al “Collegio Federativo di Cardiologia”, nei termini di raccomandazione del prodotto, contribuisce alla decodifica fuorviante del messaggio. L’autorevolezza del richiamo alla figura del medico attribuisce alle promesse veicolate il vaglio di un riscontro scientifico in termini non ammissibili, inducendo il pubblico a fare affidamento su qualità curative del prodotto che esso non possiede. Peraltro appare difficile immaginare una specifica approvazione dell’acqua “Lindos” (“scelta consigliata da Italian Council of Cardiology Practice”) da parte del Collegio Federativo di Cardiologia, che è un’associazione di natura prevalentemente professionale, competente, sul piano formale, solamente su temi di salute cardiovascolare. Tutto ciò considerato, occorre inoltre sottolineare che l’ingannevolezza di un messaggio pubblicitario deve essere valutata non solo per il contenuto dello stesso, ma anche in considerazione del pubblico cui è destinato, costituito da persone particolarmente sensibili ai temi della salute e del benessere e per questo motivo portate ad una decodifica più allettante ed illusoria delle promesse del facile ottenimento di risultati particolarmente ambìti, con la conseguente amplificazione dei profili di ingannevolezza”.

FONTE: www.iap.it/it/cdc/2013/c0912013.htm

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Acquitalia Acque Minerali Acquista

Scrivi un commento

17 − 14 =