Tag

aziende vinicole

Browsing

In vent’anni le aziende vitivinicole del nostro Paese si sono ridotte di oltre 500 mila unità, ma la superficie vitata ha tenuto (-11%, con -1% nell’ultimo decennio) e le 255 mila aziende rimaste (erano 791 mila nel 2000) sono oggi più strutturate, con una superficie media degli ettari vitati in crescita del 174%. Lo rileva l’Osservatorio di Unione italiana Vini, che ha elaborato, con una verticale sul vino, l’ultimo censimento agricolo dell’Istat aggiornato al 2020. Una rivoluzione morfologica, necessaria secondo Uiv, del vigneto Italia e delle sue imprese che in 20 anni hanno incrementato il valore delle esportazioni del 165%, divenendo primo comparto agricolo nel commercio estero e tra i principali fautori del surplus commerciale del totale Made in Italy, dove incide per quasi il 14%.

L’aumento dei prezzi dell’energia ha creato per le imprese italiane del settore del vino e dei liquori un vero e proprio stato di emergenza, dato non solo dai costi, ma anche dalla carenza di alcune materie prime e dalla mancanza di un elemento fondamentale, il vetro per le bottiglie. Senza contare il delicato momento politico vissuto dal nostro paese, in piena campagna elettorale e in difficoltà sin da inizio anno a causa delle conseguenze avute dalla guerra in Ucraina. “Non sappiamo con chi parlare”, ha affermato all’Adnkronos Micaela Pallini, presidente di Federvini, la federazione dei produttori di vini, liquori e aceti. La situazione per le imprese del settore è infatti “tesissima“.

La Milano Wine Week annuncia le date della nuova edizione e si prepara a trasformare il capoluogo meneghino in un hub enologico. Dall’8 al 16 ottobre wine lover, appassionati, opinion leader e operatori del settore provenienti da tutto il mondo si daranno appuntamento in città per vivere un’esperienza a 360 gradi dedicata alla valorizzazione delle eccellenze italiane, coinvolgendo tutti i più noti quartieri cittadini.