Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Passato il Ferragosto, ci avviamo verso la fine dell’Estate. Godendosi le ultime settimane di mare, di grigliate nei prati e cene di pesce sulla spiaggia, già si pregustano quei sapori tipicamente agostani che non ritroveremo più a livello palatale fino all’estate prossima.

Fette d’anguria e birre messicane, insalate di riso e gelati, fino al più classico dei fuoripasto: l’amaro ghiacciato.

Ebbene sì, la nostra bocca è un organo complesso, dotato di memoria e di sensazioni, a cui le volte non diamo la giusta attenzione reputandoli scontati.

Proprio da questo pensiero nasce Amaro Velvet, creato da Giovanni “Mr Liquor” Frullani, giovane liquorista toscano, già noto nella regione per il suo Alpemare.

Un Amaro che mira a essere omnicomprensivo, spingendo al contempo su tutte le note gustative della lingua, grazie ad un sapiente mix di botaniche che unisce la tradizione italiana ad elementi presi in prestito dalla cucina giapponese, e spezie da origini esotiche.

Il risultato? Un amaro vellutato (da qui il nome) con un’etichetta irriverente e stimolante al tatto, da bere in ogni stagione, e non solo d’estate. Addirittura la temperatura consigliata in etichetta è “ambiente”.

Uno slancio d’innovazione che ci fa pregustare le prime sensazioni autunnali, davanti ad un fuoco scoppiettante, a godersi un amaro da meditazione, ripensando ai sapori di un’estate passata.

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

15 − 11 =