Pinterest LinkedIn

È campano l’amaro più premiato al mondo. Si chiama Amaro del Tumusso e nasce nel lussureggiante Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Il Vallo di Diano è una verde conca tirrenica, racchiusa tra montagne calcaree e dolomitiche, come fosse un gioiello in uno scrigno.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web


 

È da questo paesaggio straordinario che prende vita un prodotto che in solo un anno dalla sua nascita è riuscito a fare la differenza vincendo alcuni tra i premi internazionali più importanti e ambiti del mondo degli alcolici.

Il 2023 ha visto la partecipazione dell’amaro in numerosi concorsi di fama internazionale, da cui è uscito sempre trionfante, ottenendo il titolo di “amaro più premiato” dell’anno. Da Londra a Berlino, da San Francisco a New York, nessun palato è riuscito a resistere alla bontà e alla genuinità di questo amaro che conserva il sapore autentico della tradizione.

Amaro del Tumusso: la sua tradizione, i suoi sapori, la sua preparazione

Cosa distingue Amaro del Tumusso da tutti gli altri marchi? La sua storia, la sua tradizione. Questo amaro è frutto di un vero e proprio viaggio sensoriale, fatto di profumi e sapori, di storie e racconti provenienti dalla tradizione centenaria di un’intera comunità.

La ricetta che ne deriva, risultato di tanta dedizione e studio, è data dall’unione perfetta di erbe autoctone, vivaci e corroboranti come rafano, elicriso, alloro e genziana. Questo mix di erbe, creano un sapore unico e inconfondibile, equilibrando aromi amarognoli, forti e distinti.

Un’altra caratteristica che distingue Tumusso è la sua preparazione innovativa. L’amaro viene prodotto con metodi artigianali mediante macerazione idroalcolica e poi affinato per almeno 60 giorni in anfore di terracotta fiorentine. Un metodo che utilizza uno dei materiali più antichi conosciuti dall’uomo e lo arricchisce in eleganza e morbidezza.

Questo particolare processo produttivo è ripreso dalle antiche preparazioni medicali della tradizione e concede al prodotto anche una gradazione alcolica più elevata, e quindi maggiore finezza e carattere.

Rimani aggiornato sul mondo del Beverage! Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Rimani aggiornato sul mondo del Beverage! Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter

Amaro del Tumusso non si ferma: la partecipazione ai concorsi e i premi ottenuti

Le International Spirits Competition sono concorsi che hanno luogo in diversi paesi del mondo e che hanno come obiettivo quello di individuare e premiare nuovi possibili marchi da inserire all’interno del mercato di alcolici e delle attività di importazione, distribuzione e vendita dei consumatori.

Giudicato all’unanimità dalle varie giurie di diverse competizioni come un prodotto di alta qualità, l’alcolico ha sbaragliato la concorrenza grazie alla sua ineguagliabile e genuina bontà.

Il 2023 sembra proprio essere l’anno di Amaro del Tumusso: tanti sono i riconoscimenti che hanno permesso al prodotto di posizionarsi all’interno di un mercato globale e farsi conoscere da numerosi potenziali acquirenti.

A partire dalla medaglia di bronzo al World Liqueur Awards (WLA), che lo ha visto posizionarsi al terzo posto come amaro più buono al mondo nella categoria Bitters, passando poi a quelle d’argento vinte nella competizione di Londra (London Spirits Competition, LSC), Berlino (BISC) e Denver (DISC). Non mancano poi premi di livello più alto, come le medaglie d’oro ottenute al IWSC (International Wine & Spirits Competition), al concorso di San Francisco (SISC) e a quello di New York (NYISC). Doppia medaglia d’oro invece alla competizione di Denver per il packaging e il design del marchio: Il premio di massimo livello, che certifica il prodotto non solo ottimo nel gusto, ma anche nell’estetica.

Infine, il premio “amaro dell’anno” di grandissimo valore vinto al BISC (Berlin International Spirits Competition).

Partito da un piccolo territorio locale è riuscito in poco tempo ad ottenere una grande visibilità in un mercato internazionale che varca i confini dell’Italia. L’orgoglio e la gioia provati dagli ideatori di Amaro del Tumusso sono immensi. Il lavoro continua ad andare in direzione del futuro in un’ottica di continuo miglioramento, con l’idea e la speranza di portare l’amaro ancora in giro per il mondo.

 

+ info: amarodeltumusso.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

quindici − sette =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina