Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Pensando alla Francia è facile immaginare Parigi e la punta della torre Eiffel circondata da nuvole cariche di pioggia. È più insolito che il paese d’oltralpe evochi alla mente paradisiache isole tropicali dove il sole splende tutto l’anno. In realtà la Francia è anche questo, visto che appartengono ancora allo stato le Antille Francesi e la Polinesia. Queste isole, insieme ad altri territori , vengono chiamati  France d’outre-mers, ovvero “d’oltre mare”, dizione che  indica l’insieme di tutti i territori appartenenti alla Repubblica francese situati al di fuori del continente europeo.

 

Queste isole hanno una lunga storia legata principalmente all’agricoltura, e alcuni dei prodotti di questi atolli hanno avuto grande successo in tutto il mondo (come ad esempio i Rhum) mentre altri, molto più recenti, si stanno affacciando ora sul mercato Europeo proprio passando attraverso la madre patria. Ne è un esempio la bevanda tipica delle Antille, il Succo di Canna.

 

 

Se nel nostro continente è ancora poco conosciuto e consumato,  questa bevanda realizzata pressando (massimo 36 ore dopo il taglio) la canna da Zucchero è molto amato nelle Antille e in Asia,  e la sua fermentazione è alla base della realizzazione di moltissimi spirits come ad esempio il rhum agricolo e la cachaça.

Recentemente questo succo è stato per la prima volta imbottigliato e proposto anche sul mercato francese, dove ha anche vinto il riconoscimento come “prodotto dell’anno”.

 

 

Viene invece da Tahiti, l’isola dove si rifugiò il pittore Gauguin, la birra Hinano. Un birrificio storico, nato nel 1955, e presente in Francia fin  dal 1992. L’azienda sembra però godere di una seconda giovinezza grazie al boom delle birre artigianali e alla crescente attenzione dei consumatori per i prodotti particolari e locali, e anche grazie alla fama dell’isola non sta trovando difficoltà a crearsi una propria identità nel cuore dei consumatori.

 

 

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad altri casi di successo di succhi tropicali (ad esempio l’acqua di cocco) e di birre che si collegano a paradisi estivi (una su tutti, Corona), chissà che il futuro non sia dei prodotti d’outre-mers…

 

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia 23-24 Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

14 − sei =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina