Beverfood.com
| Categoria Notizie Vino - Alcolici - Liquori - Spirits (Vecchia) | 5866 letture

CIVC: LE VENDITE DI CHAMPAGNE NEL 2008 SONO STATE PARI A 322 MILIONI DI BOTTIGLIE CON UNA CALO DEL 4,8 RIS...

Civc Vendite Champagne Bottiglie

Bottiglie Champagne Vendite Civc

Le vendite totali di Champagne francese nel 2008 sono state di 322 milioni di bottiglie, registrando un calo del 4,8% rispetto all’anno precedente. Nel 2006 le vendite erano state pari a 321,8 milioni di bottiglie. Lo rende noto Ghislain de Montgolfier, Presidente del Comitato Interprofessionale dei Vini Champagne (CIVC). Le vendite di ottobre e novembre hanno accusato un forte calo, mentre nell’ultimo mese dell’anno si è registrato un incremento del 3,3% rispetto al dicembre 2007.


In una intervista concessa a Reuters, Ghislain de Montgolfier, ha dichiarato che questo risultato è onorevole dopo due anni di forte crescita. Ha inoltre osservato che il mercato francese (calo limitato al 3,6%) ha tenuto meglio rispetto ai mercati esteri.Le esportazioni sono calate del 6,5% nei mercati UE e del 6,2% negli altri mercati. Le vendite verso la Cina, Russia, Austria e Polonia hanno registrato degli aumenti, mentre i mercati che hanno maggiormente sofferto sono stati USA e Gran Bretagna. In ogni caso va sottolineato che le vendite di champagne hanno mantenuto una media di crescita del 2% all’anno negli ultimi 12 anni.

Il presidente del CIVC ha anche precisato che i prezzi sono cresciuti mediamente del 2.7% nel corso del 2008. Per il 2009 i responsabili del CIVC sono prudenti. “Noi siamo dipendenti dall’economia. Non abbiamo i mezzi per fare una sola previsione. Andremo a studiare degli scenari differenti d’azione che sottoporremo alle aziende interessate … Comunque le bottiglie di champagne sono là e abbiamo tre anni di stock prima di avviare le vendite delle ultime produzioni. Le decisioni che andremo a prendere oggi sono dunque per il 2012”

Fonte : journaldunet.com

INFOFLASH/DENOMINAZIONE CHAMPAGNE
Il terroir champenois ospita la vite fin dall’inizio della nostra era. Benché la sua superficie si sia ridotta nel corso del tempo, la sua unicità è stata riconosciuta molto presto e la protezione della sua Denominazione d’Origine è stata la prima ad essere accolta. La sua storia è vecchia di secoli ed è ricca di aneddoti. Tutto comincia da un terroir così eccezionale da dar vita a vini originalissimi grazie al talento di uomini che seppero esprimerne la delicata tipicità sublimandola con l’effervescenza. La sua originalità divenne molto presto celebre. All’inizio del XX secolo, lo Champagne aveva già la potenza d’un mito. Gli Champenois decisero di proteggerlo, fissando un’area rigidamente delimitata e regole comuni di produzione, il che si tradusse nel riconoscimento della Denominazione d’Origine Controllata Champagne. Da allora i Vignerons e le Maisons di Champagne, uniti all’interno del  Comité Interprofessionnel du Vin de Champagne non cessano di sviluppare quest’eredità. Con 322 milioni di bottiglie vendute nel 2008, lo Champagne è la denominazione di spumante classico (champenois) più venduta e più celebre al mondo. Il mercato italiano importa circa 10 milioni di bottiglie. +info: www.champagne.it

Se volete ricevere con regolarità la segnalazione di tutte le nostre news sul settore del beverage, iscrivetevi gratuitamente alla nostra bevernews. –> ISCRIZIONE

LE ALTRE BEVERNEWS DELLA SEZIONE: —-> wine & spirits

LE ALTRE DOCUMENTI DELLA SEZIONE: —-> wine & spirits

+ COMMENTI (0)

Limoncello Pallini - premiato dai consumatori al Quality Award 2019 - inimitabile qualità italiana da 140 anni

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Vendite Civc Bottiglie Champagne


Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

quattro × uno =