Pinterest LinkedIn

“Il Brunello 2008, un’annata particolare, ha richiesto una grande conoscenza del territorio da parte dei produttori e ha premiato molti piccoli nomi: un ritorno alla tradizione, che riconosce chi ha lavorato bene, a cominciare dalla vigna – analizza Monica Larner di Wine Enthusiast, che nelle sue degustazioni in anteprima aveva dato 90/100 al Brunello 2008, un punteggio che nel complesso conferma – Qui a Benvenuto Brunello sono rimasta entusiasta della Riserva 2007: vini molti complessi, bilanciati in bocca e di grande emozione. Infatti ho dato 98 punti a due produttori e un’etichetta ha maritato i 100 punti”.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice “Il Brunello 2008 presenta complessivamente un buon livello, con vini ricchi di profumo e struttura, minerali e persistenti; ma ci sono molte differenze tra le varie etichette – è il commento di Egle Pagano del Secolo XIX – Quest’anno le scelte aziendali e l’esposizione dei vigneti sono stati due fattori determinanti: per questo, accanto alle certezze dei best seller, ho potuto assaggiare anche molte sorprese: nel complesso una bella performance dei giovani, che siano titolari, direttori di cantina o enologi. Infine, Montalcino non è solo Brunello: il Moscadello è meraviglioso, sono poche bottiglie ma hanno una freschezza rara. E poi il Rosso: un vino straordinario che dà le stesse emozioni di questo terroir e che grazie a un prezzo contenuto può avvicinare anche le giovani generazioni a questi sapori”. Secondo Roberto Fiori de La Stampa “il 2008 è un’annata interessante e promettente, ancora bisognosa di esprimersi pienamente e di aprirsi un po’. Da sottolineare, la bella accoglienza del territorio al cui centro è stata posta la priorità di fare sistema. Una sensazione di coesione che fa ben sperare per il futuro di questi vini”. “Benvenuto Brunello è uno degli eventi professionali dedicati al mondo del vino che dà più soddisfazione – assicura Vasily Raskov, Simple Wine News – Ovviamente dipende dalle annate ma spesso, ed è il caso di quest’anno, permette di assaggiare vini già pronti per la degustazione. Si tratta di vini tra i migliori in Italia, e anche il fatto di trovarsi a Montalcino, una cornice piccola ma bella e accogliente, è un plus. Un’ottima organizzazione dell’evento conferma la vocazione del territorio all’ospitalità”.

Catering Ristorazione Databank excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Aziende Beverage Bevande Tabella Campi records

Per Christian Eder di Vinum “il 2008 è un’ottima annata per il Brunello, elegante, anche se deve ancora maturare per una degustazione completa. Al di là delle cantine che fanno sempre vini buoni tutti gli anni, questa volta ci sono state molte sorprese da parte dei piccoli produttori che hanno presentato bottiglie interessanti” “Il 2008 non è stata un’annata semplicissima dal punto di vista climatico e quindi la sensibilità agronomica dei produttori è stata fondamentale per portare in cantina le uve migliori – è il giudizio di Giancarlo Gariglio, curatore della guida Slow Wine – Un aspetto molto positivo è dato dal fatto che a differenza di quanto poteva accadere alcune stagioni fa, quest’anno, nonostante le difficoltà, è stata riportata da tutti l’annata in maniera fedele, senza ricorrere a scorciatoie”. “Nonostante il 2008 sia stata un’annata difficile, il carattere del Brunello 2008 rispecchia fedele l’aspetto sincero del territorio ed è rispettoso dell’annata: se infatti in passato i vini potevano tendere ad assomigliarsi, adesso sono più schietti e sinceri – è il commento di Ernesto Gentili, curatore della Guida Vini d’Italia dell’Espresso – Questo 2008 si presenta quindi con minore frutto e corpo, ma ha il pregio di avere una maggiore freschezza. Non sono mancate etichette di grande valore, che hanno proposto interpretazioni molto interessanti”.

+INFO: Ufficio Stampa – Mailander caprioli@mailander.itc.ferraro@mailander.ita.massia@mailander.itd.biuklic@mailander.it p.masera@mailander.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

4 × due =