0
Pinterest LinkedIn

Basso impatto ambientale, riciclabile al 100%, capace di preservare il gusto originale dei prodotti e il loro valore nutritivo e proteggerli da eventuali contaminazioni, il tutto unito a un’immagine di classe e di prestigio. Queste le caratteristiche principali che hanno fatto conquistare agli imballaggi in vetro la preferenza dei tre quarti dei consumatori europei, secondo quanto è emerso da un recente sondaggio condotto dalla Federazione europea del vetro d’imballaggio.


In particolare il vetro è risultato al top delle preferenze per quanto riguarda il confezionamento delle bevande alcoliche (superalcolici 95%, vino 94%, vini spumanti 87% e birra 80% delle preferenze rispetto ad altre tipologie di contenitori). Questa è solo una delle ultime inchieste, in ordine di tempo, da cui emerge chiaramente come oggi l’attenzione all’ambiente, alla sostenibilità delle produzioni e alla sicurezza per il consumatore, intervengano in maniera sempre più determinante nelle scelte d’acquisto. E proprio lungo queste direttrici si sta sviluppando l’ampia attività convegnistica che caratterizzerà la 23° edizione di SIMEI, Salone Internazionale Macchine per Enologia e Imbottigliamento, attesa dal 24 al 28 novembre a Milano.

In agenda, un convegno su “Viticoltura ed enologia sostenibili: indirizzi, tecnologie e prospettive”, organizzato da Unione Italiana Vini e realizzato con la consulenza scientifica di illustri esperti del settore, italiani ed esteri, che farà il punto su pratiche colturali, utilizzo di fitofarmaci ed energie rinnovabili, e due convegni realizzati sempre da UIV in collaborazione con Assovetro e Federlegno, incentrati su un accordo di capitolato, relativo alle bottiglie e ai tappi in sughero, tra le rispettive associazioni di categoria a dimostrazione di come la filiera produttiva – produttori e fornitori– siano sempre più disponibili a reciproci impegni per garantire appunto la qualità del prodotto e la sicurezza di chi lo acquista. Tra gli argomenti trattati, naturalmente il riciclo, i controlli, la formazione e alcune case history.

A testimonianza dell’importanza data da SIMEI all’approfondimento e confronto con operatori ed esperti su quali siano oggi le sfide – e di conseguenza le possibili chiavi di successo – che si prospettano alle aziende per essere vincenti e competitive sui mercati, quest’anno un intero padiglione, il numero 11, sarà appunto dedicato ad animazioni e incontri tematici. Sempre in questo padiglione verranno riproposti il Wine bar e l’Oil Bar, dedicati alla degustazione di vini e oli italiani, affiancati da alcuni laboratori di analisi sensoriale.

Un segnale, questo, di vivacità ed espansione della fiera, reso ancora più significativo dal fatto che SIMEI si aprirà sullo sfondo di anno difficile, che ha dovuto confrontarsi, a livello globale, con una delle crisi economiche e finanziarie più dure dal 1929. Una congiuntura che parzialmente ha fatto sentire i suoi effetti su SIMEI, che ad oggi segnala una flessione del 10% a livello di spazi occupati, che però si ritiene di poter recuperare nel secondo semestre che sta rivelando alcuni segnali di maggior ottimismo e fiducia. Confermata, comunque, la continua validità delle fiere specializzate, come dimostra l’alta fidelizzazione che caratterizza la percentuale maggioritaria degli espositori. Inoltre, un’inchiesta svolta da SIMEI, interpellando alcune importanti aziende, leader nei propri mercati di riferimento, che hanno accordato la loro fiducia alla manifestazione, nonostante la crisi o soprattutto per contrastare la crisi, ha rivelato come non mancare un appuntamento consolidato e riconosciuto come strategico a livello internazionale, è sicuramente un segnale di buona salute di un’azienda, un messaggio al mercato e nei confronti del mercato di ottimismo e di fiducia.

Se c’è un aggettivo che qualifica SIMEI da sempre è “internazionale.” L’appuntamento di novembre trasforma veramente Milano – e i padiglioni della fiera – in un punto d’incontro tra l’offerta del nostro migliore made in Italy e la domanda qualificata di operatori di tutto il mondo. Sono già stati inviati in tutto il mondo oltre 100.000 inviti alla pre-registrazione “Easy-access”, sul siti www.simei.it Il funzionale sistema consentirà ai visitatori di ritirare la propria tessera alle postazioni self-service, evitando file alle reception. E’ stato rinnovato, anche per il 2009, l’accordo di collaborazione tra SIMEI e PROMOS, per pianificare l’attività di promozione su alcuni mercati esteri. In primo piano quest’anno: Romania, Turchia, Ungheria, Messico, Israele, Cina, India, Corea e Brasile. Particolarmente intensa sarà l’azione nei confronti di Turchia, Corea e India, Paesi da cui quest’anno proverranno le delegazioni estere, che tradizionalmente vengono invitate come ospiti a seguire la manifestazione. Alla manifestazione si preannuncia poi anche la visita di delegazioni qualificate di operatori stranieri (responsabili e tecnici di cantine, di aziende vitivinicole private, di industrie produttrici di bevande eccetera), organizzate dal salone e grazie alla collaborazione dell’Istituto per il commercio estero (ICE) di Roma. Le delegazioni provengono da: Repubblica Ceca, Georgia, Slovacchia, Polonia, Ungheria, Romania, Marocco, Sud Africa, Vietnam, California, Canada, Cile.

Simei s.i.m.e.i Salone Internazionale Macchine per l'enologia e l'imbottigliamento 24-28 novembre 2009 fiera milano

Infine SIMEI ha aperto a Mosca un ufficio di rappresentanza, gestito da personale russo, che consente di essere più vicini ai potenziali clienti di tutta l’Europa dell’Est e di garantire loro un servizio migliore. Importante, anche a livello di espositori, la presenza straniera: per la prima volta una delegazione di aziende bulgare esporrà nel padiglione 13, mentre un gruppo di aziende francesi della zona della Champagne sarà al padiglione 15. Altra novità in esposizione, sarà l’area dedicata all’imbottigliamento mobile su camion, allestita nel pad. 11, che si affiancherà all’area della mostra storica sempre dedicata all’imbottigliamento. L’imbottigliamento mobile, iniziato tra gli anni ’70 e ’80, si è rivelata negli anni una soluzione particolarmente interessante per diverse tipologie aziende, italiane ed estere, offrendo la possibilità di avvalersi di linee tecnologicamente avanzate e sofisticate, senza dover sostenere i costi relativi al loro acquisto e alla loro collocazione in spazi dedicati all’interno delle aziende stesse.

Se per toccare con mano tutte le proposte tecnologiche bisognerà aspettare fino al prossimo 24 novembre, per avere le prime anticipazioni di quanto sarà presentato in fiera e organizzare al meglio la propria visita nei padiglioni di Fiera Milano a Rho, sarà sufficiente collegarsi al sito www.simei.it. Da quest’anno accanto al tradizionale catalogo espositori, saranno infatti allestiti gli stand virtuali, disponibili in più lingue e corredati di immagini, dove ciascun azienda presenterà i propri prodotti. Lo stand virtuale resterà attivo fino al 31 maggio 2011 – con possibilità di inserire continui aggiornamenti – così da non interrompere i contatti che si creeranno in fiera, in attesa dell’edizione 2011 della manifestazione.

+INFO: SIMEI Via S. Vittore al Teatro n. 3 – 20123 Milano Tel. 0039/02/7222281 Fax 0039/ 02/866226 info@simei.it www.simei.it

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

quattro + dieci =