0
Pinterest LinkedIn

Moncaro, storica cantina di Montecarotto e la maggiore realtà nelle Marche nel settore vitivinicolo con 1.021 soci, chiude il bilancio 2012 al 31 luglio con un fatturato in aumento del 12%, raggiungendo quota 26,7 milioni di euro rispetto ai 23,89 del 2011. In aumento del 16% anche il fatturato export, che vola al 55% del fatturato aziendale. In Europa, il principale mercato è la Svezia, grazie all’introduzione nel Monopolio svedese di nuovi prodotti e al forte incremento delle vendite di quelli gia’ in assortimento, in particolare Verdicchio e Rosso Conero. Al via, sempre nel 2012, i rapporti commerciali con nuovi Paesi come Finlandia, Australia, e Brasile. Secondo il presidente Doriano Marchetti (nella foto con i partner cinesi) ”nel 2012 abbiamo raggiunto risultati confortanti, dando seguito alla nostra mission: la migliore remunerazione ai soci viticoltori. Nel 2011 abbiamo redistribuito ricchezza sul territorio, riservando ai soci un totale di 6,78 milioni di euro”. Il valore aggiunto generato dall’attivita’ di Moncaro negli ultimi esercizi e’ stato mediamente pari a 14 milioni di euro annui.

Il gruppo cooperativo marchigiano viene ora ricordato dalla stampa settoriale anche per una iniziativa insolita: lo sviluppo di una catena di negozi di vini monomarca in Cina. Ben presto la cantina Moncaro aprirà a il suo settimo punto vendita cinese a Lhasa, capitale della regione autonoma del Tibet, per arrivare a quota 11 negozi monomarca in Cina entro fine anno. «Sul mercato cinese siamo entrati una dozzina di anni fa – spiega il presidente Doriano Marchetti – ma è da fine 2010 che presidiamo il paese attraverso una joint venture paritetica creata con un distributore cinese, la Moncaro alcoholic beverages Beijing, per penetrare con i vini marchigiani di alta fascia e avere un maggiore controllo sulla distribuzione e i prezzi praticati». Ma la Cina, e il più vasto Far East, non sono l’unica meta dei Rosso Piceno, Rosso Conero e Verdicchio della coop che 30 anni fa aprì il mercato del vino biologico e oggi fa da precursore della distribuzione diretta all’altro capo del globo. «Stiamo evadendo i primi ordini in Brasile – racconta Marchetti, alla guida delle tre cantine Moncaro, quella storica di Montecarotto, una a Camerano e l’altra ad Acquaviva, nel Piceno, che insieme producono 12 milioni di bottiglie ogni anno – e avviando rapporti commerciali con Finlandia e Australia. L’anno prossimo sarà la volta di Stati Uniti e Canada, con l’obiettivo di arrivare in breve tempo a una quota export del 65%”

+info: +inf: r.ceccarelli@presscom.itwww.moncaro.comterrecortesi@moncaro.com

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

venti − 13 =