Pinterest LinkedIn

Per due giorni Roma è stata palcoscenico di un grande spettacolo di bartender, forse uno dei più belli mai visti, per le finali dell’Italian Cocktail Championship, il concorso nazionale organizzato da AIBES, l’Associazione Italiana Barmen e Sostenitori, giunto quest’anno all’edizione numero 74, tenutosi il 27 e 28 novembre 2023.

Il concorso era composto da quattro categorie: sfida individuale, Premio Angelo Zola (riservato agli under 28), il Flair Contest e la sfida a squadre.

Nardini, con i suoi prodotti, ha trionfato proprio in quest’ultima categoria, che vede sfidarsi squadre composte da 3 bartender l’una. Il primo posto è andato al team Lazio-Umbria e ai suoi 2 cocktail.

I Cocktail del Team Lazio-Umbria

La Bisbetica Domata

  • 2,5 cl Grappa Bianca Nardini
  • 2,5 cl Grappa Riserva 5 Anni Selezione Bortolo Nardini
  • 2 cl Acqua di Cedro Nardini
  • 2 cl Miele di zenzero Homemade
  • 2 cl Purea di mango fresca
  • 3 cl Spremuta di pompelmo rosa fresco

Nardone

  • 4 cl Bitter Chinato Nardini
  • 4 cl Miracielo (spiced rum al caffè)
  • 4 cl Vermouth rosso Gamondi
  • Top Aria e velluto Fabbri al tiramisù di casa Bonaventura Maschio

La severa giuria nazionale ha valutato non solo la bontà del drink e la tecnica di preparazione, ma anche l’originalità del tema scelto, l’intrattenimento del pubblico e della giuria, e infine la collaborazione tra componenti della squadra.

“È stato un gioco di squadra fin da subito. Appena appreso del nostro sponsor ci siamo messi all’opera per trovare una soluzione vincente al rebus grappa-tiki. L’ispirazione per LA BISBETICA DOMATA è arrivata pensando ad uno Zombie (tipico drink esotico, n.d.): così abbiamo unito due Grappe dell’azienda, la Grappa Bianca e la Grappa Riserva 5 Anni, poi come liquore abbiamo scelto un altro meraviglioso prodotto di casa Nardini, l’Acqua di Cedro, accompagnato da una purea di mango (per un tocco caraibico), il miele allo zenzero per riprendere la sottile speziatura dei distillati e per finire con un tocco di freschezza, il succo e la soda al pompelmo”.

Queste le parole del team vincente composto da Valentina, Brenda, Gianmaria e Mirko che, mentre preparavano i cocktail, hanno rappresentato la mitica scena del “Grand Hotel Excelsior”, dove Celentano, per soddisfare una splendida Eleonora Giorgi, metteva qualsiasi cosa nello shaker per produrre solo una goccia esplosiva, questo per enfatizzare la moda dei nuovi “mixologyst” che tendono ad esagerare con ingredienti improbabili nei loro cocktails. Un po’ di sana autoironia non fa mai male.

“Sempre da Celentano prendiamo spunto per il nome del drink LA BISBETICA DOMATA, in questo caso riferito alla Grappa, non facile da “domare” nei cocktail, ma che forse in questo caso ci siamo riusciti, dandogli il giusto valore aggiunto.

Il secondo cocktail oggetto di valutazione, è stato il NARDONE. Questo drink è stato inventato la sera prima in 10 minuti, girando tra gli stand delle aziende sostenitrici, e anche stavolta siamo voluti partire da una chicca di casa Nardini, il Bitter Chinato.

Abbiamo pensato di rivoluzionare un Negroni, aggiungendo al Bitter Chinato e al Vermouth rosso, un rum al caffè e concludendo con un’aria al tiramisù, è così che è nato il nostro NARDONE.

Per questo cocktail abbiamo pensato di far lavorare Valentina e Gianmaria con la bocca bendata e macchiati di rosso in viso, per ribadire ancora una volta che nessuna donna deve mai più essere vittima di soprusi e violenze.”

La vittoria del team Lazio-Umbria all’Italian Cocktail Championship è sicuramente una dimostrazione del fatto che il distillato di bandiera  di casa Nardini, e in particolar modo la Grappa Nardini, è un prodotto ideale anche per la miscelazione, diventando l’elemento caratteristico dei cocktail da assaporare e condividere in una nuova veste tutta Made in Italy.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

diciassette − 1 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina