Tag

Nardini

Browsing

Ad aggiudicarsi la medaglia è stata la prestigiosa confezione della Grappa Riserva Single Cask 22 anni Selezione Bortolo Nardini. La serie di successi della Distilleria Nardini prosegue spedita e con enormi soddisfazioni. L’ultimo premio arrivato in casa Nardini è quello per la miglior confezione regalo agli IWSC Design Awards 2022, con la prestigiosa confezione della Grappa Riserva Single Cask 22 anni Selezione Bortolo Nardini. Gli IWSC Design Awards sono sponsorizzati dalla famosa agenzia di design Absolute.

Allo stand della Distilleria Nardini troviamo il barman Nicola Scattola che popone un twist del Cocktail Boulevardier utilizzando Grappa Nardini Riserva 5 anni: “Avendo l’eccellenza in casa è tutto molto più facile, ma siamo davvero contenti del percorso che sta facendo la grappa a livello Italia perchè si sta alzando l’asticella e si sta dando la giusta importanza a un prodotto che è storico per l’Italia. Noi cerchiamo sempre di diffondere il patriottismo alcolico. Viva la grappa!” +info: www.nardini.it

Dalla città del Palio a quella della Regata. Dalla regione del Negroni a quella dello Spritz. Dalla sua Siena a una Venezia tutta da scoprire (passando a dir la verità anche per la capitale e per Parigi). Lorenzo Di Cola, bartender classe ’88, rappresenta sicuramente una delle più interessanti novità all’interno del nuovo corso della miscelazione veneziana.

E il naufragar m’è dolce in questo… canal! Mettetevi comodi, ieri è iniziata la Venice Cocktail Week 2021 (13-19 dicembre) e Beverfood.com è proprio qui per raccontarvela con un diario di bordo che – giorno dopo giorno – ci/vi porterà a scoprire i 26 cocktail bar di questa prima edizione, insieme ai tanti eventi, masterclass, guest e tour che scandiranno la settimana dedicata alla miscelazione della città lagunare.

Dalla collaborazione tra Distilleria Nardini, la più antica distilleria d’Italia leader dal 1779 nel mercato delle grappe e dei liquori di eccellenza, e la pluripremiata Olivieri 1882, storica pasticceria artigianale di Arzignano (VI), nasce l’esclusivo Pandoro Artigianale alla Grappa Nardini, un dolce raffinato per vivere la tradizione natalizia con gusto e originalità.

Dopo il ricco bottino di premi conquistato da Distilleria Nardini alla prestigiosa IWSC – International Wine & Spirit Competition 2021, dove spicca la Gold Medal Outstanding che si è aggiudicata la Grappa Extrafina della Selezione Bortolo Nardini nella categoria Spirits – l’unica ad avere conquistato una medaglia d’oro con una Grappa Bianca – la storica maison veneta si aggiudica il più alto riconoscimento attribuito nella competizione conquistando il titolo di “Winner of the First Grappa Trophy”.

C’è tutta la fantasia e lo spirito del made in Italy nella galassia dei bitter, un prodotto che non passa mai di moda, un grande classico sempre più al centro dell’arte della miscelazione. Una sinfonia dei bitter come il celebre singolo del gruppo musicale britannico “The Verve”, Bitter Sweet Symphony pubblicato nel ‘97 nell’album Urban Hymns. Una canzone famosissima con il suo sottofondo di archi e un testo strong, grazie anche al video cult con il cantante Richard Ashcroft che cammina lungo un marciapiede della strada londinese Hoxton Street senza mai spostarsi o fermarsi, tirando dritto cantando “No change, I can’t change, I can’t change”.

Nardini, la più antica distilleria d’Italia leader dal 1779 nel mercato delle grappe e dei distillati di eccellenza, presenta Bitter Chinato, il nuovo liquore aperitivo che entra a far parte della prestigiosa gamma di prodotti dell’antica maison veneta e che si caratterizza per il suo gusto antico, vintage, che ci lega al passato, ai metodi di produzione di una volta e al tradizionale uso conviviale dell’epoca.

Nardini, la più antica distilleria d’Italia e leader dal 1779 nel mercato delle grappe e dei liquori di eccellenza, ha deciso di convertire una propria linea di produzione per aiutare coloro che contrastano la diffusione del virus Covid-19 realizzando e donando una soluzione igienizzante a base di alcol etilico che rievoca i celebri profumi dell’antica maison veneta.

L’universo dell’ospitalità, racchiuso in un polo fieristico su alcune delle rive più famose del mondo. Oltre quarant’anni di tradizione e lo spirito entusiasta delle realtà appena nate: è Hospitality, la fiera delle attività ricettive così rinominata dopo i fasti di EXPO Riva Hotel. Sono stati quattro giorni di pulsante scambio e discussione di novità, dal 2 al 5 febbraio al Quartiere Fieristico di Riva del Garda con un’identità nuova per la più completa fiera italiana dedicata al settore dell’ospitalità e della ristorazione. Ancora più contenuti rispetto al passato, con focus su birra, mixology, ristorazione e quant’altro si possa pensare per realizzare la ricetta italiana dell’ospitalità.

In occasione della IWSC – International Wine & Spirit Competition 2019 -, punto di riferimento internazionale per la qualità e il riconoscimento dei migliori vini e liquori al mondo, Nardini, la più antica distilleria d’Italia e leader dal 1779 nel mercato delle grappe e dei distillati di eccellenza, vince la medaglia d’oro per la categoria Bitter e Digestif, il prestigioso Amaro Nardini.