Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Kulmbacher Brauerei Aktien-Gesellschaft chiude l’esercizio 2022 con un buon risultato.  Le vendite totali sono cresciute del 3,8% a 3,6 mni hl con un fatturato di 261,3 milioni di euro. Con 13,2 milioni di euro, l’EBIT è stato del 16,3% superiore alla cifra dell’anno precedente.

LA VALUTAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI

“Decenni di calo del consumo di birra, la crisi delle vendite legata al corona virus e ora la crisi dell’energia e delle materie prime pongono enormi sfide per l’industria della birra tedesca”, ha affermato Markus Stodden, portavoce del consiglio di amministrazione di Kulmbacher Brauerei Sebbene le vendite nazionali di birra siano riuscite a riprendersi con una crescita del 2,7% rispetto all’anno precedente, le perdite causate dal coronavirus e dalla crisi non hanno potuto essere compensate nel mercato complessivo della birra. Un confronto con il 2019 chiarisce che le vendite di birra sul mercato interno sono ancora inferiori del 5% rispetto al livello pre-crisi”

“La situazione dell’industria della birra tedesca è stata ulteriormente aggravata nel 2022 dall’aumento vertiginoso dei prezzi delle materie prime, degli imballaggi, dell’energia e della logistica, nonché dall’interruzione delle catene di approvvigionamento” “I nostri bilanci annuali mostrano che la nostra strategia con tutte le sue diverse componenti era corretta: mentre le vendite di birra in Germania sono cresciute del 2,7%, il Gruppo Kulmbacher ha registrato una crescita del 3,1% con i propri marchi di birra nell’anno finanziario 2022”, riassume Markus Stoden . Spinta dal ritorno del settore della ristorazione e degli eventi, Kulmbacher Brauerei AG ha registrato una crescita del fatturato totale del 3,8%.

 

 

ANDAMENTO DEI PRINCIPALI MARCHI

Il marchio di specialità Mönchshof, che ha continuato la sua storia di successo nel 2022. Con una quota di mercato di circa il 30 percento, Mönchshof ha ulteriormente ampliato la sua posizione di leader di mercato nel segmento delle birre con coperchio girevole. Inoltre, il marchio specializzato è stato in grado di registrare una crescita delle vendite dello 0,7% nonostante l’aumento dei prezzi di vendita nel commercio al dettaglio e nella ristorazione. Il Mönchshof Hell è stato uno dei motori della crescita. La specialità di birra leggera è stata in grado di guadagnare un 7,7 percento in volume di vendite, mentre il segmento associato di birre leggere alcoliche in Germania è diminuito dell’1,0 percento. Anche la versione analcolica del Mönchshof Natur Radler ha continuato il suo sviluppo di successo nel 2022. Mentre il relativo segmento di mercato è cresciuto del 6,5%, Mönchshof Natur Radler Non-Alcoholic 0,0% ha registrato una crescita delle vendite del 13,6%. Nella classifica degli Shandy analcolici sul mercato tedesco, la specialità Shandy è al terzo posto.

Per un altro anno consecutivo, il mercato delle Pilsner è diminuito del 4,8% nel 2022, anche se le catene di vendita al dettaglio hanno cercato di attirare gli acquirenti nei loro negozi con intense misure pubblicitarie e aggressive guerre dei prezzi. “La nostra Kulmbacher Edelherb, d’altra parte, ha sfidato il difficile sviluppo del mercato delle Pils ed è cresciuta di un impressionante 3,2%”, ha dichiarato Markus Stodden all’assemblea generale annuale. “Lo attribuiamo sia alla forza del marchio con le sue profonde radici nella regione, sia al rilancio della gastronomia e del business degli eventi.” 4 percento e nel 2022 è rimasto il leader indiscusso del mercato nella Baviera settentrionale.

 

 

COMMERCIO DI BEVANDE ANALCOLICHE

Alla Kulmbacher Brauerei Aktien-Gesellschaft, l’area di business delle bevande analcoliche comprende essenzialmente le vendite del marchio Bad Brambacher Mineralbrunnen. Per un altro anno consecutivo, Bad Brambacher è stata in grado di registrare una crescita impressionante del 15,3%. La limonata è stata ancora una volta il motore della crescita. Il successo del lancio della limonata  al gusto di ribes nero ha fornito un ulteriore impulso alle vendite. Complessivamente, la limonata è cresciuta del 35,6% nelle vendite. Ma anche l’apertura permanente di scuole e asili, così come la riapertura di impianti sportivi e per il tempo libero, hanno assicurato una crescita superiore alla media del 14,4% nel segmento dei contenitori in PET da 0,5 litri di Bad Brambach.

 

 

INVESTIMENTI

Lo sviluppo dei marchi, soprattutto delle specialità di birra Mönchshof, è sia uno stimolo che un obbligo per la Kulmbacher Brauerei AG ad agire in modo orientato al futuro e impostare una rotta lungimirante. In questo contesto, tra l’altro, si sta investendo nell’ampliamento delle capacità di imbottigliamento presso il sito di Kulmbach sotto forma di una nuova linea di imbottigliamento per bottiglie con chiusura a ribalta. “La nuova linea di imbottigliamento include un sistema ancora più potente con molti nuovi dettagli tecnici, che rappresenta non solo un nuovo record mondiale nell’imbottigliamento di bottiglie flip-top, ma anche in un processo molto complesso che garantirà la nostra disponibilità di merci in futuro ”, spiega Stodden. In totale, il Gruppo Kulmbacher ha investito 33,9 milioni di euro in immobilizzazioni immateriali e immobili, impianti e macchinari nello scorso esercizio finanziario.

 

 

UTILE  E DIVIDENDO 2022

Le vendite del gruppo nell’esercizio 2022 sono state di 261,3 milioni di euro. Il risultato operativo (EBIT) è stato di 13,2 milioni di euro. La Kulmbacher Brauerei Aktien-Gesellschaft chiude l’esercizio 2022 con un risultato consolidato di 8,6 milioni di euro. Il patrimonio netto ammonta a 80,9 milioni di euro. Nel 2022, la Kulmbacher Brauerei Aktien-Gesellschaft ha registrato un utile di bilancio e di EUR 7.878.457,98. I soci hanno deciso di utilizzare l’utile di bilancio come segue: Euro 1,50 per ogni azione avente diritto al dividendo, Euro 2.800.000 saranno destinati a nuovo, Euro 38.457,98 resteranno a nuovo.

PROSPETTIVE

In vista dell’attuale anno finanziario 2023, Markus Stodden ha spiegato che l’anno in corso sarà caratterizzato da diverse sfide: “La situazione sui mercati rimane tesa. Ci si può aspettare ancora prezzi volatili, alti e allo stesso tempo difficili da prevedere in tutti i settori”. Secondo Stodden, la sfida più grande nei prossimi anni non sarà solo la riduzione dei consumi, ad esempio nel settore energetico, ma trovando anche soluzioni alternative e intelligenti e percorrendo nuove strade. Per quanto riguarda il modello di business della Kulmbacher Brauerei AG, tuttavia, si sente ben posizionato in questo contesto: “Siamo ancora convinti che la nostra precedente strategia di specialità di birra regionali debba essere perseguita e vediamo un’ampia gamma di possibilità Nel complesso, Kulmbacher Brauerei Aktien-Gesellschaft punta a uno sviluppo stabile delle vendite per l’anno finanziario 2023, tenendo conto delle condizioni di mercato, dei costi in forte aumento e del clima politico generale. Tuttavia, gli obiettivi fissati dipendono da fattori esterni che non possono essere previsti in questo momento.

+Info: www.kulmbacher-brauerei-ag.de
www.kulmbacher.de/it

© Riproduzione riservata

Scheda e news:
Kulmbacher

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

due × tre =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina