Pinterest LinkedIn

Lavazza continua la sua espansione sui mercati internazionali, con l’acquisizione di Café Terra Brasil, considerato un punto di riferimento a San Paolo in termini di qualità del prodotto, servizio nel canale del fuori casa (Ho.Re.Ca) e nella commercializzazione di macchine espresso. Con questa operazione, siglata due mesi dopo dalla prima acquisizione della società brasiliana Café Grão Nobre Ltda leader nello Stato di Rio, Lavazza mette a segno un’altra iniziativa nella strategia di crescita nel più importante mercato brasiliano, quello di San Paolo.

Il Brasile è il secondo Paese consumatore di caffè dopo gli Stati Uniti, con un aumento dei consumi interni esponenziale anno dopo anno; un trend positivo che ha spinto Lavazza ad acquistare un marchio di eccellenza quale Café Terra Brasil, in grado di fornire soluzioni complete nel mondo del caffè espresso. L’azione di Lavazza rientra nell’investimento triennale di 30 milioni di Euro stanziato in Brasile e ne potenzia in modo significativo la posizione sul mercato, migliorandone la struttura produttiva e commerciale e presidiando il business del fuori casa, sia nel vending che nella distribuzione a caffetterie e ristoranti. 

“Questa acquisizione, la seconda in Brasile in breve tempo, fa parte della nostra azione di penetrazione dei mercati caratterizzati da un forte potenziale di crescita e si inserisce nella strategia più allargata di internazionalizzazione di Lavazza, iniziata nel marzo 2007 con l’ingresso in India grazie alle acquisizioni della Catena Barista e della società “Fresh & Honest Cafè”. dichiara Alberto Lavazza, Vicepresidente e Amministratore Delegato del Gruppo. “Con questo importante accordo, si stringe sempre di più la nostra relazione con il Brasile che da sempre è legato a Lavazza. Proprio da questo Paese importiamo circa il 50% del nostro fabbisogno di caffè verde”.

La presenza commerciale di Lavazza in Brasile, iniziata negli anni ‘90, è stata nel 2005 rafforzata con la costituzione di una propria consociata a Rio de Janeiro. Nel 2007 Lavazza Do Brasil ha venduto circa 10 milioni di cialde attraverso una rete di distributori nei principali Stati brasiliani. Lavazza è oggi il sesto Gruppo a livello mondiale in termini di volume con circa 2 milioni e 300 mila sacchi di caffè crudo importato. In Italia è leader assoluta nel segmento del consumo in casa con il 48% di quota di mercato (fonte Nielsen), ma è in forte crescita anche nel consumo fuori casa, dove le quote di mercato sono più parcellizzate.

Nel 2007 il fatturato dell’azienda ha superato il miliardo di euro, con un aumento significativo della liquidità. Ciò garantisce alla società piemontese un forte potenziale di crescita per linee esterne; sono nel mirino altre opportunità di acquisizione nell’america Latina, nell’Europa dell’Est e nell’estremo Oriente. Come ha dichiarato Gaetano Mele, direttore Generale di Lavazza, a Il Sole 24 Ore: “In queste aree del mondo ci sono grandi prospettive di crescita per il caffè espresso ma anche per il solubile e quello in filtro. Il problema è che le società acquisibili, se va bene, sono di media dimensione. La nostra strategia rimane quella di costruire su queste basi aziende più grandi e rimanere soltanto nel business dell’espresso”

+info: www.lavazza.com/corporate/it/news/IT/Acquisizione_Brasile_2.html
Il Sole 24 Ore del 19 aprile 2008

Bandiera Brasile con logo LavazzaINFOFLASH BRASILE & CAFFE’
Il Brasile, con capitale Brasilia, è una Repubblica federale di tipo presidenziale con una popolazione di 174 mio abitanti. E’ lo stato più esteso dell’America Latina. Il Brasile, è il più grande paese produttore di caffè nel mondo. Da solo produce quasi un terzo del totale caffè prodotto nel mondo; la sua produzione, proveniente in gran parte dagli stati di São Paulo, Paraná, Espírito Santo e Minas Gerais. è stata stimata nel 2006 in ca. 43 milioni di sacchi da 60 kg. . Il Brasile è anche il principale paese esportatore di caffè nel mondo; nel 2006 le sue esportazioni erano valutate intorno ai 27 milioni di sacchi. Ma il Brasile è diventato anche il secondo più grande paese consumatore al mondo, con ca. 16 milioni di sacchi, corrispondenti a 960 milioni di kili, con un consumo pro-capite, quindi, di 5,5 kili/anno. Ma il fatto ancor più interessante è che i consumi sono in buona crescita, contrariamente a quanto accade nei grandi paesi consumatori. Alla luce di questi dati appare evidente il perché Lavazza abbia individuato il Brasile come mercato estero prioritario in cui concretizzare la propria espansione a livello internazionale.

SEZIONE DOCUMENTAZIONE -> Caffè

ALTRE BEVERNEWS SUL SETTORE -> Caffè

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Coffitalia 2022 Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi

Scrivi un commento

diciotto − 16 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina