Federico Bellanca
| Categoria Notizie Vino | 2400 letture

Qual è il brand di vino più consumato al mondo? Una storia americana,con un pizzico d’Italia…

Barefoot Wine gamma

Pizzico Vini Usa Italia Storia Brand Americana Lgbt Vino Qual Barefoot Wine Usa - Stati Uniti Gallo Winery Consumato

© Riproduzione riservata


In Italia parlare di vino e di brand non è cosa comune. Infatti, ad eccezione di un paio di nomi conosciuti a livello nazionale (principalmente attori della GDO che propongono vino da tavola in tetrapack), è difficile che una singola etichetta goda di un nome così forte da essere riconosciuta dai consumatori.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

Il consumatore italiano ama ancora scoprire i piccoli produttori del proprio territorio, e complice un livello qualitativo molto alto, non ha bisogno di cercare un nome in particolare per vedere soddisfatta la propria ricerca.

Nel mondo è un pò diverso, il vino è spesso un prodotto standardizzato tanto quanto le birre, e si ricercano determinate etichette, vista anche la scarsa conoscenza che di solito si ha del prodotto, e l’impossibilità di entrare in contatto diretto con i produttori.

Dall’alto delle sue 240 millioni di bottiglie vendute in più di sessanta paesi nel mondo, Barefoot  etichetta dell’azienda di italo-americana Gallo Family è senza dubbio la più conosciuta al mondo.

Questi vini californiani, creati nel 1965 da dei surfisti della costa ovest, sono entrati a fare parte del portfolio di Gallo nel 2005 .

Un vino che ha fatto la storia, in quanto fin dagli anni ’90 è stata una delle prime aziende a prendere posizione in favore dei diritti dei gay, ad oggi deve il proprio successo anche a una comunicazione 2.0 sempre impeccabile, che ha portato l’azienda ad avere  sufacebook, la 1,2 millioni di followers.

Con un’immagine lontanissima dall’idea di tradizione dei vini europei, questi vini  dal profilo fruttato e accessibile a tutti i palato si rivolgono anche ai meno esperti.

Una storia americana, una storia di vino, una storia di marketing… tre elementi che potrebbero sembrare lontani da noi, ma da cui forse possiamo imparare!

+info:https://www.barefootwine.com/

© Riproduzione riservata

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Barefoot Wine Consumato Italia Vini Usa Storia Usa - Stati Uniti Gallo Winery Lgbt Pizzico Vino Brand Qual Americana


ARTICOLI COLLEGATI:

Cannabis per atleti: dalla Hall of Fame una nuova bevanda funzionale

15/02/2019 - Un'intera carriera vissuta come bandiera di una sola squadra, running back per i Denver Broncos. Leader della franchigia per yards corse (7.607), due Super Bowl vinti con...

Sidro superstar, pronta legge USA per il definitivo boom

14/02/2019 - Non solo birra artigianale. Nei piani dei produttori e soprattutto dei responsabili politici statunitensi è balzato all'occhio l'impatto che il sidro sta avendo sul merca...

L’importanza del packaging alternativo per i mercati del vino negli USA e UK

28/12/2018 - L’importanza di bag in box, lattine e vino alla spina (wine on tap) per le vendite in USA e UK è emersa alla World Bulk Wine Exhibition. Oltre alla qualità,  i giovani ce...

L’ingrediente segreto della birra artigianale: il bere esperienziale

17/12/2018 - Appena dopo l'autentico boom della birra artigianale, il movimento brassicolo, in particolare quello statunitense, ha conosciuto un periodo di sostanziale plateau, una st...

Sierra Nevada pensa già all’estate: prenota adesso Summerfest Lager!

07/12/2018 - La prima metà di Dicembre è dedicata alle prenotazioni di Summerfest Lager, la bionda in bassa fermentazione che il birrificio californiano Sierra Nevada ha concepito per...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

19 − 10 =