Tag

Fiera di Parma

Browsing

C’è fermento per la prossima edizione del Salone del Camper, in programma dal 10 al 18 settembre alla Fiera di Parma, la principale fiera italiana dedicata al caravanning e al turismo en plein air. Tra i grandi protagonisti di un evento che attira visitatori da tutta Italia e dall’Europa, gli chef dell’Unione Ristoranti del Buon Ricordo, la più antica associazione italiana fra ristoratori, con una serie di show cooking diventati un cult al Salone del Camper di Parma.

Ci sono il frullato proteico Valfrutta e Yoga Combì, mix da bere con frutta secca, la passata biologica e la polpa di pomodoro Valfrutta Green con packaging eco-sostenibili, la polpa Cirio climate neutral a emissioni zero per il mercato britannico, le nuove zuppe pronte Jolly Colombani a base di legumi, le fantasie di mais Buonmix Valfrutta. E ancora la gamma di succhi Yoga Optimum senza zuccheri aggiunti e il succo Derby Blue Difesa per i bar, con vitamine e zinco che aiutano a proteggere l’organismo. Sono solo alcune delle novità che Conserve Italia si appresta a presentare a Cibus, la manifestazione dell’alimentare italiano in programma a Parma dal 3 al 6 maggio.

Come hanno vissuto le 2mila aziende espositrici la XX edizione di Cibus, il primo Salone Internazionale della Ripartenza? Talmente bene da non far rimpiangere le grandi kermesse pre-Covid: visitatori numerosi ma selezionati, ampio spazio al dibattito lungo le filiere e con il Governo, grande visibilità a innovazione&territori, del Made in Italy agroalimentare. Alla luce di questo felice ritorno agli eventi in presenza tutte le aziende hanno confermato la loro partecipazione alla prossima edizione di Cibus, che si terrà a Parma dal 3 al 6 maggio 2022, dove si replicherà e amplierà il successo – per certi versi inaspettato – del 2021.

Caffè Borbone sarà tra i protagonisti della ventesima edizione di Cibus, il Salone dell’alimentazione di Parma, prima grande fiera internazionale italiana B2B a ripartire in presenza. Un appuntamento importante, riservato ai settori Food, Ho.Re.Ca, Gdo e Retail: un pass per la ripartenza e per l’export agroalimentare made in Italy.

È stato siglato l’accordo che segna la nascita della partnership tra Unionbirrai e Cibus Salone Internazionale dell’Alimentazione, che vedrà la partecipazione dell’associazione di categoria dei piccoli birrifici indipendenti con un proprio spazio nella XX edizione della fiera del made in Italy alimentare dal 4 al 7 maggio 2021 a Parma, per promuovere e sostenere la birra artigianale italiana. Nella stessa occasione le migliori birre artigianali d’Italia saranno premiate nella XVI edizione del concorso Birra dell’Anno, che si prepara con una veste rinnovata, sia di immagine sia di organizzazione, a diventare parte di un evento che rappresenta per la community internazionale degli operatori dell’agroalimentare un punto di riferimento assoluto per la promozione dell’“Authentic Italian food&beverage”.

Cibus, grazie a Federalimentare ed ICE/ITA, intraprende un percorso virtuoso che lo porterà ad essere sempre più la piattaforma permanente del Food Authentic Italian. Si parte in maggio con un’edizione che si preannuncia storica anche in termini del flusso dei visitatori. Tenendo conto dei provvedimenti presi da alcuni eventi fieristici che hanno deciso di posticipare o annullare alcuni appuntamenti in programma come forma di prevenzione per il Coronavirus, Cibus 2020 godrà di un vantaggio che potrà portarlo ad essere l’evento chiave per il food Made in Italy sul panorama internazionale.

Aprirà mercoledì 10 aprile la fiera Cibus Connect, che rimarrà allestita fino all’11 aprile. 900 marchi, 700 espositori, 10.000 operatori e buyer attesi, di cui 3.000 dall’estero, 500 nuovi prodotti in esposizione. Alla conferenza di apertura interverranno Gian Domenico Auricchio, Presidente di Fiere di Parma e Ivano Vacondio, Presidente di Federalimentare, e sono attesi Gian Marco Centinaio, Ministro delle politiche agricole e alimentari e Dario Galli, Vice Ministro del Ministero dello Sviluppo Economico.

L’annualizzazione di Cibus, la fiera internazionale del food made in Italy, è ormai compiuta: già alla seconda edizione, Cibus Connect 2019 ha raddoppiato i padiglioni occupati raggiungendo quasi il numero di aziende espositrici di Cibus. A circa 6 mesi dall’apertura di Cibus Connect 2019 (a Fiere di Parma dal 10 all’11 aprile), le aziende alimentari italiane stanno confermando la propria adesione, mostrando di gradire la formula smart di questa fiera: soli due giorni, stand chiavi in mano, grande spazio alla cooking station per le degustazioni riservate ai visitatori professionali e un’ampia Buyers’ lounge riservata agli operatori esteri, utile per gli incontri di business. Centinaia di nuovi prodotti alimentari saranno presentati a Cibus Connect, in virtù di una sempre maggiore attenzione all’innovazione da parte delle aziende italiane.

Si chiama VPE (Verona Parma Exibitions) la nuova società creata da Veronafiere e da Fiere di Parma che insieme rappresentano il primo organizzatore diretto di rassegne dedicate al settore agricolo e agroalimentare in Italia e si classificano ai vertici in Europa nel segmento. Le due Spa sono il secondo polo fieristico nazionale sia per fatturato consolidato nel 2016 con 127 milioni di euro (88 Verona, 39 Parma), sia per superficie lorda coperta con 283 mila metri quadrati complessivi (153 Verona, 130 Parma).

La richiesta di cibo made in Italy da ogni angolo del pianeta sta rapidamente crescendo e la nostra produzione sta cercando di uscire dalla classificazione di prodotto di nicchia per divenire prodotto di largo consumo, arrivando sugli scaffali della grande distribuzione estera. A questa domanda rispondono le 2700 aziende alimentari italiane che espongono a Cibus 2014 (la fiera internazionale dell’alimentare italiano, a Parma dal 5 all’8 maggio). Arriveranno a Cibus circa 10 mila operatori commerciali (dei 65 mila globali) provenienti da 115 Paesi. I Paesi “Focus” della fiera saranno: Germania, Francia, Regno Unito, Svizzera e Benelux in Europa; Stati Uniti d’America, Canada, Brasile, Giappone e Russia nel resto del mondo; un’attenzione particolare sarà riservata ai Paesi del mercato del Sud Est Asiatico “ASEAN”.

Koelnmesse, secondo polo fieristico al mondo, dove in questi giorni si tiene Anuga, Fiere di Parma, organizzatore leader in Italia sia nell’alimentare sia nel meccano-alimentare, e Ucima – Unione Costruttori Italiani Macchine Automatiche per il Confezionamento e l’Imballaggio – hanno siglato un importante accordo strategico che ridefinirà la geografia delle manifestazioni dedicate alle Food Technologies.La partnership creerà infatti una rilevante piattaforma strategica internazionale che vedrà lavorare in sinergia: “Anuga FoodTec” la più importante rassegna delle food tecnologies, “Cibus Tec”, da oltre 70 anni salone di riferimento delle tecnologie meccano-alimentari ed infine “Food Pack”, la neo-nata Joint Venture espositiva creata da Fiere di Parma e UCIMA.