Pinterest LinkedIn

Mentre l’Unione Europea si prepara per un nuovo ciclo legislativo, il settore europeo delle bevande analcoliche, rappresentato da UNESDA, ha pubblicato il suo Manifesto delineando le sue principali ambizioni e priorità politiche per il mandato politico dell’UE 2024-2029.

Il Manifesto sottolinea l’impegno del settore a promuovere diete equilibrate, favorire la sostenibilità ambientale lungo tutta la catena di approvvigionamento e mantenere la propria posizione competitiva come importante contributore all’economia europea.

Nel presentare il Manifesto, Peter Harding, Presidente di UNESDA e CEO di Suntory Beverage & Food International, ha dichiarato: “Mentre lanciamo il nostro Manifesto dell’UE, sono entusiasta di presentare la visione del settore europeo delle bevande analcoliche per il prossimo mandato politico dell’UE. Saremo guidati dal nostro impegno irremovibile a promuovere la sostenibilità e a favorire stili di vita più sani. Cercheremo inoltre di mantenere la nostra posizione competitiva come settore con una forte dimensione locale (oltre 500 siti produttivi in Europa), contribuendo attivamente alla prosperità e all’occupazione in Europa sostenendo oltre 1,8 milioni di posti di lavoro, sia direttamente che lungo tutta la nostra catena di approvvigionamento.

Il signor Harding ha aggiunto: “Ci auguriamo una nuova strategia politica dell’UE che dia priorità a politiche realistiche e basate su evidenze, fondate su valutazioni d’impatto approfondite, e favorisca un dialogo continuo con tutti i settori.

Il Manifesto di UNESDA si basa su tre ambizioni chiave legate alla competitività, alla salute e alla nutrizione, e all’ambiente, e delinea le principali richieste politiche del settore. Queste possono essere riassunte come segue:

AMBIZIONE 1: Un settore delle bevande analcoliche più sostenibile e competitivo

Il settore si impegna a creare un valore continuo per l’economia e i cittadini europei nella transizione verso un sistema alimentare più sostenibile e salutare. Invita i decisori politici a:

  • Stabilire un approccio legislativo semplificato, fornendo certezza normativa con tempi lavorabili, assicurando che le nuove legislazioni siano basate sulla scienza e svolgendo valutazioni d’impatto appropriate e approfondite;
  • Garantire un forte mercato unico al centro della politica dell’UE, con un’applicazione uniforme della legislazione alimentare e ambientale dell’UE;
  • Promuovere l’equità lungo tutta la catena di approvvigionamento alimentare per assicurare che tutti facciano la propria parte e non vi sia discriminazione nei confronti di alcun alimento, bevanda o ingrediente.

AMBIZIONE 2: Aiutare gli europei a condurre uno stile di vita più sano

Il settore si impegna a sostenere ulteriormente stili di vita più sani intensificando gli sforzi per ridurre il contenuto medio di zucchero nelle sue bevande analcoliche, promuovendo pratiche di marketing e pubblicità responsabili rivolte ai bambini sotto i 13 anni e attuando politiche scolastiche rigorose. Invita i decisori politici a:

  • Garantire un monitoraggio pan-europeo aggiornato e affidabile dei consumi alimentari e delle bevande per comprendere meglio quali interventi possano essere efficaci;
  • Sviluppare politiche basate su evidenze che non discriminino gli ingredienti approvati come sicuri per l’uso dalle autorità sanitarie e che consentano l’innovazione alimentare;
  • Sostenere politiche di etichettatura basate sulla scienza, armonizzate e non discriminatorie per aiutare i consumatori a fare scelte informate.

Ricevi le ultime notizie! Iscriviti alla Newsletter


AMBIZIONE 3: Promuovere la sostenibilità ambientale lungo tutta la nostra catena del valore

Il settore si impegna a promuovere la sostenibilità lungo tutta la catena del valore attraverso una vasta gamma di azioni per ridurre la propria impronta di carbonio, proteggere le risorse idriche, migliorare l’efficienza energetica e raggiungere la circolarità dell’imballaggio. Invita i decisori politici a:

  • Garantire schemi di raccolta ben progettati e un’adeguata fornitura di materie prime alimentari per il riciclo al fine di consentire il riciclo a ciclo chiuso, quando appropriato;
  • Incentivare gli investimenti nella riduzione delle emissioni di carbonio (energia rinnovabile, maggiore accesso all’energia a basso tenore di carbonio, infrastrutture per la raccolta e il riciclo);
  • Porre l’acqua in cima all’agenda politica e incoraggiare gli investimenti in infrastrutture che promuovono la conservazione e il ripristino delle risorse idriche e forniscono un accesso equo e giusto all’acqua per cittadini e imprese.

Il settore europeo delle bevande analcoliche manterrà un impegno attivo e costruttivo con i decisori politici e tutte le parti interessate per contribuire allo sviluppo di politiche abilitanti e basate sulla scienza che siano veramente efficaci e portino benefici per l’ambiente, i consumatori e le imprese.

 

+ info: www.unesda.eu

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia 23-24 Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

4 × 5 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina