Pinterest LinkedIn

Sul mercato USA le lattine di vino sono sempre più diffuse e sono apprezzate soprattutto dai giovani, per i quali non serve necessariamente l’imbottigliamento in vetro per avere un vino di qualità.  Non c’è una tipologia di vino esclusa da tale confezionamento: bianchi ma anche rossi e rosati, frizzanti e fermi. Questo è quanto segnala Italy Journal in un servizio del 25 agosto scorso

lattine-di-vino-friends

Secondo i dati Nielsen dal giugno 2015 al giugno 2016 la vendita di vini in lattina è cresciuta del 125,2%, passando da oltre 6 milioni di dollari a oltre 14 milioni di dollari. Il 90% del mercato sino allo scorso anno era però rappresentato dallo champagne; situazione che è radicalmente cambiata nel corso degli ultimi 12 mesi.Considerando i soli vini da tavola, il loro valore è passato da 668.003 dollari nel giugno 2015 a 6,7 milioni di dollari nel giugno 2016 con un incremento di oltre il 1.000%.

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

A favorire un simile sviluppo è il packaging, che per il 73% dei consumatori rende il vino in lattina più semplice da trasportare. Ma determinante è soprattutto il nuovo interesse dei Millennials per il vino, non più considerato come un’abitudine da vecchi: nel 2015 il 42% di tutto il vino bevuto negli Stati Uniti è stato consumato da loro. Un consumo che non è casuale, ma che presta attenzione alle aziende produttrici anche per il vino in lattina. Quelli più gettonati sono ‘Underwood’ di Union Wine Co., ‘The Infinite Monkey Theorem’, ‘Sofia Blanc de Blancs’ della Francis Ford Coppola Winery e ‘Alloy Wine Works’ di Field Recordings.

 

 

Per approfondire: www.italyjournal.it/2016/08/25/vino-negli-usa-boom-lattine/

caffepagato.com - Il tuo bar a portata di App - Ancora non sei affiliato?

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

2 × due =