0
Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

La più grande fiera di arti e mestieri al mondo si conferma, abbattendo un muro straordinario: più di un milione di visitatori hanno passato i tornelli dell’Artigiano in Fiera 2019, il cui weekend conclusivo è coinciso con le festività di Sant’Ambrogio e dell’Immacolata. Circa tremila espositori che hanno messo in mostra le eccellenze italiane e di tutto il mondo, arricchendo una kermesse già strepitosa giunta quest’anno alla ventiquattresima edizione.

 

Annuario Bevitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Bevitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

 

“Piacere di conoscerti” era lo slogan della manifestazione, rispecchiato in pieno dallo spirito (già piuttosto natalizio) respirato tra i padiglioni di Fieramilano, che il prossimo anno festeggerà il centenario; in concomitanza peraltro con la venticinquesima edizione dell’Artigiano in Fiera, per una combinazione che già adesso promette fuochi d’artificio. Novità assoluta a livello mondiale è stata l’app, scaricata da più di 200.000 visitatori, che ha permesso di muoversi con agio tra le infinite proposte merceologiche, dal cibo all’arredamento di interni, dall’abbigliamento all’oggettistica. Sempre nel credo dell’artigianato e del chilometro zero. Inutile dirlo, e con estremo merito, la protagonista assoluta è stata l’Italia, rappresentata alla grande dalle realtà piccole o grandi che si sono affacciate per l’esibizione.

CORAL SORSI DI SICILIA – Artigianalità allo stato puro per Coral – Sorsi di Sicilia, che dal 2004 lavora solo a mano per liquori d’eccellenza siciliani. Bottiglia distintiva a forma di goccia, tappo in legno, nastro in raso: una serie di tratti inconfondibili, così come ovviamente i prodotti della casa: creme e liquori, storico quello al pistacchio, nuovissimi quelli ai gelsi neri e al melograno, fino a un totale di diciotto proposte.

CONSORZIO MOTTA – Eccellenze calabresi nel segno di un prodotto comune. Artigianato vuole spesso dire mancanza di energie e strutture per fronteggiare il mercato, e il Consorzio Motta si pone l’obiettivo specifico di riunire il meglio della regione per far fronte comune. Punta di diamante è il bergamotto, declinato in numerose varianti che possono ben adattarsi alle esigenze dei consumatori, dalle polveri ai liquori. E un occhio particolare al nuovo Gramotto, succo naturale di bergamotto e melograno.

FALESCHINI – Friuli in barattolo, grazie alla passione di Luigi Faleschini. Ortaggi e frutta trasformati con un concetto di filiera corta in conserve vegetali, cinquantaqiattro referenze dalle erbe selvatiche alle creme, fino agli sciroppi e addirittura alla birra. Sempre nel rispetto della natura e dell’etica sociale, punti fondamentali del legame con il chilometro zero.

AGRICOLA CIGNALE – Da quindici anni eccellenza abruzzese, l’Agricola Cignale propone prodotti della terra per promuovere la propria regione. Olio extravergine d’oliva Collemaggio e legumi antichi sono le punte di diamante di una realtà che crede nella sostenibilità e nella responsabilità sociale.

PANIFICIO E PASTICCERIA RIGHETTO – Artiste della farina, Righetto è una realtà prettamente femminile. Prodotti tipici di qualità come la Veneziana, un misto tra panettone e pandoro, e gran risalto alla grappa e al radicchio, trasformati in biscotti con maestria. Provare per credere.

PRENDAS DE MARGANAI – I gioielli del monte di Iglesias: lo zafferano, la spezia più preziosa al mondo, interpretata in maniera assoluta, con vasetti tradizionali, o nel liquore Mida, nei biscotti e nelle caramelle. Aggiunta di qualità il liquore al peperoncino Habanito, e prodotti derivanti dal farro.

MELOGRANELLO – L’originale, di Milano, nato nel 2012 quasi per caso, con una pianta che cresceva sul terrazzo. Prove continue tra amici e parenti, una distilleria in Franciacorta che ha creduto nel progetto. 28 gradi, perfetto per aperitivo nel prosecco ma anche adattissimo per topping in gelateria.

FÜRST CARL – Eccellenze d’Italia, sì, ma con ampio sguardo sull’estero. Dalla Germania arriva il birrificio Carl Fürst di Ellingen, realtà che affonda le proprie radici nel 1600 addirittura. Presentata dalla principessa Katilin di Wrede, l’azienda propone lager tradizionale, Pils, e nuove soluzioni di birra artigianale che strizzano l’occhio ai più giovani. Dal 2017 è inportata in Italia da Dibirra srl

POMILIA CALAMIA – Da Marsala, per proporre eccellenze siciliane storiche, c’è Pomilia Calamia, ormai da generazioni sulla cresta dell’onda delle attività a carattere familiare. Tra le proposte, lo zibibbo, vino liquoroso per antonomasia, e l’Amaro di Sicilia, fatto con scorze di agrumi e foglie d’ulivo, unico nel suo genere.

MASSERIA CALONGO – Valore storico e nuove tecniche in Puglia: la Masseria Calongo spinge sul biologico già da decenni, con la particolarità di una filosofia chilometro zero pura, tutto lavorato a mano e in azienda. Olio extravergine d’oliva senza aggiunte, e massimo rispetto per la genuinità del prodotto.

BIRRIFICIO LAMBRATE – Un’autentica leggenda nel panorama birrario di Milano, il Birrificio Lambrate si conferma presenza fissa e importante in Fiera: solito pacchetto natalizio di opzioni sia per regalo che per degustazione, con l’aggiunta di novità in lattina frutto di collaborazioni con birrifici sloveni e spagnoli. Da non perdere le nuove proposte disegnate sul genere IPA e Fresh Hop.

 

© Riproduzione riservata

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

quattro × due =