Pinterest LinkedIn

Artigiano in Fiera manda in archivio l’edizione del 2022 con numeri da record: 2.350 artigiani provenienti da 84 Paesi su 7 padiglioni, verso la soglia del milione di visitatori, facendo segnare un + 50% di presenze. Una ventiseiesima edizione di Artigiano in Fiera da tutto esaurito, che ha visto per nove giorni al lavoro oltre 12.000 addetti negli stand di Fieramilano a Rho.

 

“Il successo di pubblico non era affatto scontato, ecco perché prevale un forte sentimento di gratitudine nei confronti degli espositori, delle istituzioni, delle forze dell’ordine, degli addetti di Fieramilano e di tutti i visitatori – spiega il presidente di Ge.Fi. Gestione Fiere Spa, Antonio Intiglietta – Il 2022 si è confermato l’anno della ripresa. Ripartiremo da qui, consapevoli delle difficoltà, per un 2023 che sarà l’anno dello sviluppo con l’obiettivo di rendere ancora più affascinante e attraente la nostra fiera, mettendo al centro la persona e il suo cuore”.

Artigiano in Fiera si conferma una delle mete preferire per lo shopping natalizio, con molti stand che hanno esaurito in anticipo la merce in vendita, specialmente nella sezione dell’enogastronomia. Ora si  guarda al futuro e si riparte da una community di oltre un milione di utenti iscritti alla piattaforma digitale per mantenere una relazione costante con gli artigiani e per acquistarne tutto l’anno i prodotti. Una logica phygital, con un match tra spazi fisici e virtuali, su artigianoinfiera.it sono online più di 2.500 micro imprese, delle quali oltre 650 con una propria vetrina di vendita e documentazione foto- video per raccontarne la storia e svelarne il laboratorio, in totale di 20.000 prodotti in vendita. Si pensa già alla prossima edizione di Artigiano in Fiera, in programma dal 2 al 10 dicembre 2023 a Fieramilano.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

5 × due =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina