Autore

Sara Piovano

Browsing

Dodici aziende vinicole situate su un territorio Patrimonio dell’Unesco (Accornero, Alemat, Angelini Paolo, Cascina Faletta, Cinque Quinti, Fratelli Natta, HIC et Nuc, Liedholm, Sulin, Tenuta La Tenaglia, Tenuta Santa Caterina, Vicara) riunite in un’associazione chiamata Monferace. Parola storica con il quale si chiamava il Monferrato una volta, il cui significato è Monte Generoso.

Che cos’è l’influencer marketing? Funziona oppure si tratta di una strategia superata? Sul tema c’è molto interesse e il dibattito è sempre aperto, ultima dimostrazione la grande attenzione suscitata da un intervento che ho tenuto al master di Food&Wine dell’Università IULM di Milano. Sono partita da qui e ho deciso di pubblicare alcune delle domande che mi sono state poste dagli studenti, in modo che che possano essere utili come spunto per aziende, utenti e curiosi che vogliono intraprendere un percorso nella comunicazione digitale, in particolare nell’ambito del wine influencer marketing.

L’Alta Langa oggi è una terra molto più selvaggia rispetto alla Langa classica, ma le attenzioni da parte dei grandi produttori e imprenditori delle zone limitrofe, stanno crescendo ogni giorno di più. Nuovi vigneti e nuovi protagonisti, come nel caso di Matteo Fenoglio, classe ‘86, originario di queste colline come tutta la sua famiglia. Ci troviamo a Serravalle Langhe, una zona a 750 mt di altitudine dove boschi, noccioleti, grandi distese di prati sono sempre stati la normalità. Lui su queste terre è nato ed è cresciuto, lo definisce come un luogo selvaggio, quasi dimenticato, ma sul quale ha sempre creduto.

Cos’è VERSOVINO.IT? Semplicemente una selezione di produttori ricercati, vigneron che amano il proprio lavoro e che riescono a trasmettere territorio e personalità attraverso i loro vini. Versovino.it offre la garanzia di acquistare prodotti che rispettino dei parametri qualitativi definiti, come la raccolta a mano dell’uva, l’utilizzo di uve proprie e un’agricoltura ragionata.

Sulla strada verso Montalcino, in uno dei miei viaggi dedicati alla ricerca di vigneron da scoprire, decido di fare una piccola deviazione verso Pienza. Il mio senso di avventura e curiosità prevale, sono pochi infatti i produttori in questa zona, una trentina circa. Una Toscana del vino sicuramente meno esplorata e meno gettonata per i riconoscimenti vitivinicoli, ma è proprio qui che scopriamo una bolla, un piccolo angolo di paradiso creato da Matteo Gori e suo papà Luciano che assieme hanno deciso di dare vita ad una vera e propria Azienda Agricola: Casa Gori. Con l’aiuto di un finanziamento, l’attività prende il via nel 2015, da subito l’azienda è impostata per avere un’economia circolare, puntando sulle tradizioni antiche ma rese più attuali con la scelta di impiegare attrezzature moderne.