Pinterest LinkedIn

 Inspiring Chefs è il titolo della 22esima edizione del Calendario Lavazza, un riferimento dʼeccellenza per gli amanti della fotografia dʼautore e che, con il celebre ritrattista Martin Schoeller, scelto per questa edizione, punta dritto al cuore del proprio mondo e rende protagonisti gli chef, coloro che fanno dellʼispirazione in cucina il proprio mantra. A loro Lavazza dedica lʼintero 2014 con un Calendario che vede la direzione creativa affidata, come per le precedenti edizioni, allʼAgenzia Armando Testa.

Annuario Coffitalia Caffè Italia Scarica Gratis
Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi Scarica Gratis in versione PDF
I magnifici sette scelti per ʻil Lavazzaʼ sono Ferran Adrià e suo fratello Albert, Michel Bras, Massimo Bottura, Antonino Cannavacciuolo, Carlo Cracco, Davide Oldani, cuochi e innovatori che da anni si lasciano conquistare dal caffè Lavazza e che lo reinterpretano attraverso le loro creazioni.  Una sfida interessante per un artista come Martin Schoeller, ex allievo di un mostro sacro come Annie Leibovitz, abituato comʼè a immortalare i personaggi più rappresentativi del pianeta, ma soprattutto unʼesperienza unica, primo esempio di un approccio artistico che vede gli chef protagonisti e non comprimari di una scena, sia questa figurativa o fotografica.  In questi ultimi anni invece, è chiaro come lʼattenzione verso la gastronomia sia cambiata e si sia amplificata. Gli chef sono testimoni, ispiratori appunto di un nuovo modo di concepire il cibo, e di farne materia di studio (e di sperimentazione) in continuo divenire. “Abbiamo voluto porre gli chef, amici innanzitutto prima che pionieri del nuovo corso del gusto, al centro del nostro mondo che si mantiene onirico, divertito e sempre ironico. Con Martin e lʼagenzia Armando Testa, li abbiamo immaginati ora giocolieri, ora immersi in bolle di pensiero. Ora filosofi della natura, ora alla ricerca dellʼessenza della vita, ora alla riscoperta delle origini, siano queste le tele bianche di un chicco di riso, i volumi che raccontano il nostro passato, o il mare da cui tutto nasce”. Così Francesca Lavazza, Direttore Corporate Image dellʼAzienda, racconta questa nuova edizione. “Il Calendario Lavazza ha una lunga tradizione legata a grandi maestri della fotografia che mi hanno preceduto come Helmut Newton e Annie Leibovitz.” Spiega Martin Schoeller.

“Non potevo che essere entusiasta di questo coinvolgimento e onorato di essere entrato a far parte di questa storia, di questa famiglia Lavazza che ha fatto della passione per la fotografia e della passione per lʼespresso il centro del proprio mondo”. Prosegue Schoeller: “Avere a disposizione sette chef tra i più famosi al mondo, renderli protagonisti e far uscire la loro intima ispirazione, mi ha permesso di cercare in loro lʼautoironia, la voglia di trasmettere una filosofia di vita e di lavoro”. Il Calendario Lavazza ha assunto negli anni valenze artistiche e culturali che vanno ben oltre le mode e il glamour: da molti anni ormai ʻil Lavazzaʼ esprime – e spesso anticipa – le nuove tendenze artistiche tracciando, attraverso temi di attualità, la storia del costume italiano in un percorso artistico dʼavanguardia. Elementi che – grazie anche alla scelta dei maggiori autori nella scena contemporanea – ne hanno fatto un oggetto di culto. Edizione dopo edizione, i Calendari Lavazza parlano del desiderio di sperimentazione di nuove frontiere della creatività, una passione che va di pari passo con il desiderio dellʼazienda di sperimentazione di nuovi prodotti e ricerca di una sempre maggiore qualità ed eccellenza del prodotto. Eʼ un percorso che ha portato lʼazienda a collaborare da più di 10 anni con alcuni fra i massimi esponenti dellʼalta gastronomia, quali testimonial della cura e della passione della marca verso la cultura del cibo di qualità, che condividono con Lavazza una visione comune che così magistralmente Martin Schoeller ha interpretato in Inspiring Chefs. Il risultato finale è unico: una straordinaria alchimia che combina foto da leggere, storie raccontate con una visione quasi cinematografica, come unʼininterrotta sequenza naturale che parla di ispirazione e caffè. E gli chef, protagonisti sicuramente insoliti per un calendario, si sono sentiti immediatamente a proprio agio nelle ambientazioni create da Scholler e, con una tazzina di espresso in mano, hanno rivelato la loro essenza più nascosta, di fronte allʼobiettivo.

+Info: www.lavazza.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)