0
Pinterest LinkedIn

A Sapore 2012, l’azienda vicentina svela un impianto di decarbonazione dell’acqua con calce idrata. Ancora una volta, Easy Bräu si conferma marchio di riferimento nel settore della birra artigianale. Dal 25 al 28 febbraio, si è presentata alla fiera riminese dedicata all’alimentare con un impianto per la decarbonazione dell’acqua con calce idrata. L’impianto, unico in Italia, è dimensionato specificamente sulle necessità di brewpub e microbirrifici.


Annuario Birritalia Birre Italia Beverfood

Le acque “dure” presentano spesso, infatti, livelli eccessivi di bicarbonato i cui effetti possono influenzare negativamente l’attività enzimatica, la resa in estratto, la fermentazione e il gusto, soprattutto nel caso di birre chiare e ben luppolate. Questi effetti possono essere contrastati efficacemente proprio trattando l’acqua con calce idrata, un reagente presente nelle rocce carbonatiche. Il procedimento è quindi del tutto naturale e rispettoso dell’artigianalità del lavoro del birraio. L’impianto firmato Easy Bräu è un monoblocco formato da una pedana che ospita: serbatoio di decantazione in acciaio inox; sistema di filtrazione a quarzite; serbatoio di accumulo acqua decarbonata; pompa di trasferimento del prodotto; controllo e aggiustamento del Ph mediante pompa dosatrice; quadro elettrico di controllo; Ph metro con due sonde per il monitoraggio continuo del Ph; bilancia di precisione per la pesatura della calce idrata.

Il serbatoio di decantazione ha un volume di 1500 litri, ed è completo di agitatore a pale, serpentina di riscaldamento a vapore, sonda di temperatura PT 100 per il controllo della temperatura di riscaldamento e sonda di controllo Ph in continuo. L’acqua immessa nel serbatoio viene riscaldata da 30 a 50°. Viene quindi aggiunta la calce idrata necessaria a far precipitare il carbonato di calcio. Si agita brevemente e si lascia decantare il tutto per alcune ore. Le particelle che si formano hanno una grandezza che varia da qualche decimillimetro a 2/2.5 mm. La filtrazione dell’acqua si rende necessaria per eliminare le particelle fini che formano una sospensione colloidale che altrimenti non precipiterebbe. L’acqua filtrata viene convogliata nel serbatoio di acqua decarbonata (che ha le stesse caratteristiche del serbatoio di decantazione) per l’aggiustamento finale del Ph con un controllo in continuo della variazione di acidità. Dopodiché, è pronta per la produzione di birra.

Il panello di controllo, composto da un PLC touch, gestisce i cicli automatici dell’impianto. Il sistema è equipaggiato di un sofisticato controllo del ph in continuo, di valvole pneumatiche e di sensori che comunicano i dati al microprocessore per stabilire un programma di lavoro coerente con le impostazioni dell’utente. I caricamenti dell’acqua nei serbatoi, la regolazione del Ph, il controllo temperatura, la filtrazione e tutti i lavaggi sono gestiti in automatico per consentire tra i due e i quattro cicli di trattamento giornaliero, a seconda della durezza carbonatica dell’acqua da trattare.

INFOFLASH/IMPIANTINOX:
www.beverfood.com/azienda/easybrau-impiantinox-srl

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

20 − quattro =