Pinterest LinkedIn

Per un lungo weekend, a Roma saranno ricreati un angolo di Franconia e le sue atmosfere tipiche, grazie alle rare eccellenze birrarie provenienti dalla regione tedesca che vanta la più alta concentrazione di microbirrifici al mondo.

Dopo uno stop di tre anni a causa dell’emergenza sanitaria, torna a Roma il FrankenBierFest, l’evento firmato Publigiovane Eventi e Ma Che Siete Venuti a Fà, che celebra la cultura, la storia e la tradizione brassicola della Franconia.

Dal 22 al 24 aprile all’interno della Limonaia di Villa Torlonia si svolgerà una tre giorni dedicata alle eccellenze birrarie provenienti dalla regione tedesca all’interno della quale è presente la più alta concentrazione di microbirrifici al mondo per chilometro quadrato.

LA CULTURA BRASSICOLA DELLA FRANCONIA

La Franconia è un territorio rimasto fermo nel tempo, dove la birra è una tradizione secolare. La regione rappresenta il fulcro della produzione brassicola artigianale tedesca e al suo interno la birra fa parte del quotidiano degli abitanti dei villaggi che si ritrovano abitualmente nelle locande (Gaststätte) per bere le produzioni del luogo. Nel territorio francone sopravvivono ancora circa 300 birrifici, dei quali solo 200 sono concentrati nell’Oberfranken (ovvero l’Alta Franconia).

La selezione delle birre è curata da Manuele Colonna, personaggio di riferimento del mondo brassicolo e grande conoscitore della scena francone in tutte le sue sfaccettature, sia per ciò che riguarda i produttori che le produzioni: “Sono appena rientrato dalla Franconia – ha dichiarato Colonna – dove sono stato per selezionare le birre che saranno presenti al Festival fra pochissimi giorni. Scegliamo la cotta più fresca possibile e pianifichiamo nel dettaglio la spedizione dei fusti, a ridosso dell’evento, per far arrivare queste splendide produzioni nelle migliori condizioni, grazie anche a un attento trasporto e a un’accurata conservazione”.

Prodotte secondo ricette originarie tramandate di generazione in generazione, talvolta ancora con metodi antichi e mediante strumentazioni originali di secoli fa, attraverso l’impiego di materie prime locali, queste birre di norma vengono prodotte in quantità limitatissime, per un consumo destinato agli abitanti del luogo. Per tutte queste ragioni le creazioni che saranno presenti al FrankenBierFest sono prodotti rari, unici e di grande qualità, dal gusto rustico e una personalità decisa.

Questo territorio – racconta Colonna – è da sempre legato ai suoi ritmi originari e alle tradizioni locali. Tra queste la più grande è la produzione di birra artigianale, attività utile al sostentamento di molte famiglie, che ha sempre avuto come destinatari i consumatori locali, i quali si riunivano nelle locande per bere le birre della casa. In questa regione ci sono ancora dei birrifici rimasti fermi all’Ottocento, anche per strumentazione e ricette che vengono ancora tramandate di padre in figlio. In passato esistevano molti ‘birrifici comunali’, di cui oggi restano pochi esempi, dove le famiglie andavano a turno a fare birra per poi servirla al resto del villaggio”.

 

 

LE BIRRE PRESENTI

Obiettivo del FrankenBierFest è porre in evidenza la tradizione e la cultura birraria di indubbio valore di questa terra e scoprire il vero senso della birra da bere, celebrando le eccellenze introvabili che saranno le protagoniste di un ‘viaggio’ di tre giorni durante il quale i presenti avranno la possibilità di passare in rassegna queste creazioni.

La lista dei birrifici e delle birre presenti:

Bayer Bräu Theinheim: Landbier
Becher Bräu: Kräussen Pils
Brandholz Melkendorf: Golden Brown, Underground Pils
Brauerei Först Drugendorf: Lager Alt-Frankisch, Premium Vollbier
Braukommune Kunigundenberg: Zoigl
Eichhorn Dorfleins: Kellerbier, Rauchbier
Elch Bräu: Pils, Dunkel, Nix Amore
Geyer: Hausbier
Griess: Kellerbier
Hartleb: Landbier
Hausbrauerei Reichert Metzgerbräu: Lagerbier
Heckel: Vollbier Hell
Heller-Trum Schlenkerla: Schlenkerla Märzen, Schlenkerla Fastenbier
Hummel: Kellerbier, Räucherla
Kaiser Grasmannsdorf: Pils
Keessmann: Herren Pils
Knoblach: Ungespundet, Räuschla, UrMärzen
Kommunbrauhaus Sesslach: Lagerbier Hell
Lieberth: Kellerbier
Malzschmied: Helles, Zwickel
Manns Bräu: Dunkel
Meinel Bräu: Absolvinator Bockbier, Pils
Meister: Vollbier
Museumbrauerei Goldkronach: Kellerbier
Nothhaft: Zwickel, Zoigl, Märzen
Reblitz: Landbier, Weizenbock
Reichold: Zwickel, Dunkel
Rittmayer Willersdorf: Hausbräu
Roppelt Stiebarlimbach: Kellerbier
Sauer Rossdorf: Urbräu
Scharpf: Zwickel, Bockbier
Schleicher: Vollbier, Rauchbier, Helles Gluten Free
Schroll Nankendorf: Landbier
Sonnenbräu Mürsbach: Lagerbier, Kellerbier
Spezial: Lager, Ungespundet, Roggen Rauch Seidla (collab. Dada, Nittenau)
Stern Bräu Scheubel: Vollbier, Festbier
Ulrich Martin: Pils, Spezial, Bockbier, Rauchbier, UMTrunk
Will: Landbier
Wirth Zum Löwenbräu: 1747 Original Helles, 1747 Dunkel, Starker Löwe Bock
Zehendner Monchsambacher: Lager, Export
Zwanzger: Hausbräu

L’EVENTO

All’interno della Limonaia saranno allestite più aree (a cura di Tecnofrigo Service) nelle quali saranno servite le birre presenti, alcune direttamente dalla botte secondo antica tradizione. I partecipanti potranno scegliere tra il bicchiere di vetro (fornito dal partner tecnico dell’evento Rastal) o il tipico boccale in ceramica, di cui i visitatori saranno dotati all’ingresso, rigorosamente da mezzo litro, in puro stile francone. Per testare più birre sarà possibile richiedere anche lo Schnitt (la mezza birra) o l’assaggio.

Momento da non perdere, venerdì 22 aprile alle ore 17.00, è l’apertura della botte inaugurale di Spezial Ungespundet da 50lt, che decreterà ufficialmente l’inizio del Festival.

La comunicazione interna e gli strumenti che verranno messi a disposizione (l’app YHOP per monitorare la tap list, una Guida cartacea contenente la mappa della Limonaia con i percorsi interni e le descrizioni di tutte le birre e i birrifici presenti) permetteranno di affrontare un viaggio ‘consapevole’ attraverso il mondo birrario della Franconia.

Una mostra tematica curata dal publican e fotografo Gianni Boscherini, sarà fruibile durante la manifestazione, mentre la gastronomia verrà curata dalla Limonaia in collaborazione con il Pork’n’Roll e offrirà una vasta gamma di piatti tipici della tradizione tedesca, da abbinare alle birre in degustazione.

L’ingresso alla manifestazione è libero e aperto a tutti, mentre l’accesso all’area interna è subordinato alla presentazione del Green Pass Base. L’organizzazione si riserva il diritto di limitare gli ingressi al verificarsi di determinate condizioni relative ad affluenza e assembramenti, nonché disponibilità di prodotti. L’uso della mascherina sarà obbligatorio negli spazi interni e, se con distanziamento di meno di un metro, negli spazi esterni.

L’ORGANIZZAZIONE

L’evento è organizzato da Publigiovane Eventi, nota nel settore per “EurHop! Roma Beer Festival – Il Salone Internazionale della Birra Artigianale” che dall’ottobre del 2013 rappresenta il più importante evento italiano di birra artigianale, e per aver ideato “Un Mare di birra – La Prima Crociera della Birra Artigianale”, andata in scena nel 2011, 2012 e 2016. Publigiovane è anche editore di “Fermento Birra Magazine”, la rivista nazionale bimestrale più importante del settore, oltre che di titoli come “Birra in Franconia. Diario di viaggio alla riscoperta della tradizione brassicola francone” (di Manuele Colonna) e di “Fare la Birra in Casa. Guida completa per homebrewer del terzo millennio”.

ACCREDITI

Ai giornalisti accreditati all’evento verrà riservata una piccola degustazione delle birre presenti.
Per accreditarsi è possibile inviare una mail a press@publigiovane.com entro e non oltre giovedì 21 aprile.

FrankenBierFest
La Limonaia di Villa Torlonia
Via Lazzaro Spallanzani, 1A

Venerdì 22 aprile: 17.00 – 01.30
Sabato 23 aprile: 12.00 – 01.30
Domenica 24 aprile: 12.00 – 23.00

www.frankenbierfest.com

La pagina Facebook dell’evento

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Scrivi un commento

diciassette + cinque =