Pinterest LinkedIn

Si chiama GIV Academy, il progetto lanciato dal Gruppo Italiano Vini, per completare la formazione specifica in materia di viticoltura ed enologia, con una declinazione che passa dal marketing, alla comunicazione al territorio di appartenenza. Obiettivo formare i professionisti del vino in base alle competenze richiese dal mercato, che ha sempre più sete di wine skills con una preparazione a 360° gradi che spazia dalla vigna, alla cantina sino alla tavola.

 

La figura del Brand Ambassador, un ruolo centrale come trait d’unione tra il mondo del vino e delle imprese, molto spesso interpretato a seconda delle varie inclinazioni personali. Un progetto di wine education tra formazione didattica, affiancamenti ed esperienze sul campo, una sorta di cantera del Gruppo Italiano Vini, il player più importante del settore vinicolo italiano guidato dal Direttore Generale Roberta Corrà, con quattordici cantine di proprietà e oltre 1600 ettari di vigneto in dieci regioni. Un progetto formativo realizzato in partnership con la Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige e con l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.

Roberta Corrà Direttore Generale GIV

Il bando per la partecipazione è stato aperto da poco, un comitato tecnico selezionerà quindici partecipanti che diventeranno alumni della GIV Academy. Dopo dei sei mesi di accademia, cinque tra i quindici partecipanti entreranno a far parte direttamente dal Gruppo Italiano Vini, attraverso una selezione sulla base di una graduatoria finale. Per partecipare alla GIV Academy è necessario essere in possesso di una laurea triennale o magistrale con indirizzo in Viticoltura ed Enologia, o un diploma con titolo di Enotecnico, una laurea in Scienze e Culture Gastronomiche (triennale) o in Sustainable Food Innovation & Management (magistrale).

Il percorso formativo ha una durata di circa sei mesi per 800 ore, suddivise indicativamente in 300 ore di didattica teorica, laboratori e seminari svolte presso la Fondazione Edmund Mach, l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e presso la sede a Calmasino del GIV. A seguire un periodo praticantato della durata di circa tre mesi, svolto presso le aziende del Gruppo in Italia in una specie di campus, partendo dall’esperienza di vivere il Vinitaly live. La didattica prevede l’approfondimento di materie legate alla comunicazione e alla valorizzazione della filiera viticolo enologica sia italiana sia internazionale (enologia, chimica viticolo enologica, biotecnologie vinicole, viticoltura, zonazioni), con esperienze di laboratorio, pratiche in cantina presso l’azienda agricola della Fondazione Edmund Mach e in cantina didattica, esercitazioni in vigneto e visite guidate ai produttori locali nelle sedi del GIV.

Previsti approfondimenti in tema di attività sensoriali, degustazioni, public speaking, comunicazione e marketing. A Pollenzo le lezioni avranno invece come focus la cultura e i valori del cibo in abbinamento e l’analisi sensoriale del cibo e del vino, attraverso tecniche di storytelling ed engagement. L’iscrizione prevede un contributo economico da parte del corsista di euro 2.500,00: durante il praticantato sarà riconosciuto ad ogni studente un contributo spese a titolo forfettario di euro 400,00. Il bando si chiuderà il 21 dicembre 2023, con inizio della GIV Academy il 5 febbraio 2024 e svolgimento nel corso del 2024.

INFO www.gruppoitalianovini.it

Scheda e news:
Gruppo Italiano Vini

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

19 + 19 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina