0
Pinterest LinkedIn

Il Biondo – una delle miscele storiche della torrefazione veneta Goppion, ma vestito a nuovo – segna lo sbarco della famiglia dei torrefattori trevigiani nel mondo inesplorato del caffè americano,cioè del cd  “caffè lungo”. Biondo è una miscela pregiata di caffè Sudamericani Arabica 100%. Ideale per caffè ottenuti da sistema a filtro. Il suo aroma morbido e il basso contenuto di caffeina accarezzano il palato, per un piacere da gustare a lungo, destinato a chi ama ritagliarsi degli istanti tutti per sé, a chi non si ferma alle apparenze, ma bada alla sostanza.

gestori di Distributori Automatici, produttori di macchine Vending & OCS, fornitori di caffè, bevande ed alimenti per il settore DA si consiglia di scaricare GRATIS la GuidaOnLine Vending & OCS
gestori di Distributori Automatici, produttori di macchine Vending & OCS, fornitori di caffè, bevande ed alimenti per il settore DA si consiglia di scaricare GRATIS la GuidaOnLine Vending & OCS

Il Biondo sarà proposto da fine gennaio in sperimentazione in alcune caffetterie italiane e solo nella seconda metà del 2015 andrà al circuito Horeca: «Per fare il Biondo dobbiamo tostare di meno i chicchi, 8-10 minuti, ma proprio per questo serve una miscela di caffè che regga una tostatura inferiore – spiega Paola Goppion -. I sentori sono più intensi, quasi enfatizzati». L’idea del grande passo verso il caffè dedicato al filtro nasce quasi spontanea. «Abbiamo iniziato a fare questa tostatura per un cliente di Venezia, che probabilmente voleva soddisfare gli ospiti stranieri – prosegue la Goppion -. Ora il progetto è partito e ci proponiamo di fare anche formazione ai baristi, come abbiamo fatto da sempre con l’espresso».

Fonti: www.goppioncaffe.it/2868/triesteespresso-il-biondo-si-veste-di-nuovofood24.ilsole24ore.com/2015/01/caffe-lungo-allitaliana-il-segreto-sta-nella-tostatura/

INFOFLASH/GOPPION CAFFÈ

La storia di famiglia Goppion inizia con Luigi, nel 1858 a Lughignano, paese sulla sponda destra del fiume Sile. Assieme al figlio Pietro inizia anche la storia del caffè Goppion. E sarà attraverso i suoi sei fratelli maschi, Angelo, Giuseppe, Giovanni, Luigi, Olivo e Ottorino, attraverso l’esperienza di vita di quattro di loro nei paesi di produzione del caffè, che il bisogno di lavorare ed insieme un’autentica passione diventeranno prima bottega artigianale nel centro di Treviso. Nel 1965 apre il nuovo stabilimento sulla Strada del Terraglio, la via napoleonica che congiunge Treviso alla Serenissima. Il nuovo marchio esprime, nella sua solidità e nella sua modernità, il coraggioso e grande desiderio di cambiamento della famiglia: diventare un’industria moderna. Dal 1983 Goppion Caffè è una società per azioni condotta dalla famiglia, giunta negli anni 2000 alla sua quinta generazione. Il concetto guida che anima il lavoro quotidiano rimane lo stesso di Luigi: lavorare e produrre bene, con saggezza, ideale che si realizza anche attraverso l’adesione ad associazioni o enti. Goppion Caffè, 35 addetti, ha chiuso il 2014 con 1,2 milioni di kg di materia prima lavorata e un fatturato di 11 milioni di euro, realizzato per il 12% all’estero. Le previsioni per il 2015 danno l’export a quota 20% sul fatturato. L’azienda esporta in 26 Paesi

+info: www.goppioncaffe.it/

 

Video presentazione su

www.youtube.com/watch?v=yfuJ_X2ZR9I